Anonimo

chiede:

Egr. Dott.re, sono alla tredicesima settimana della mia prima gravidanza sorta con icsi.
Alla sesta settimana ho avuto un distacco amniocoriale piuttosto importante
che con il riposo pare si sia riorganizzato. Il mio ginecologo mi ha detto
che ora se dovessi perdere il bambino me ne accorgerei da ingenti perdite
di sangue, a meno che non sia il cuorcino a smettere di battere e che
l’embrione continui a stare attaccato. Fino ad oggi non ha dato segni di
sofferenza fetale. La mi domanda è questa: come posso accorgermene se non
con l’ecografia? E soprattutto non esistono davvero dei segnali che fanno
capire la cessazione del battito? Io questa cosa non riesco a viverla
serena e sono già andata troppo volte al p.s. per sentirmi dire se era
tutto a posto. Dopo un distacco le percentuali di aborto ritenuto sono
alte? La ringrazio infinitamente per la Sua risposta e chiedo scusa per
l’ansia dimostrata.

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Elisa, in linea di massima molti distacchi non causano aborto, inoltre lei ha superato la 12 sett., quindi il periodo maggiormente a rischio. In ogni caso non esiste altro mezzo se non l’ecografia per stabilire con sicurezza la vitalità fetale.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo