"Un aborto per trisomia potrebbe ricapitare con una nuova gravidanza?" - GravidanzaOnLine

“Un aborto per trisomia potrebbe ricapitare con una nuova gravidanza?”

Anonimo

chiede:

Gentile dottore,
nel 2015 ho avuto un aborto spontaneo ritenuto alla decima settimana di gravidanza e mi hanno sottoposta a raschiamento. Il risultato delle analisi del materiale abortivo è stato 47 xy +16.
Era la seconda gravidanza, la prima portata a termine con parto naturale a 38 settimane, femmina. La seconda terminata in aborto. Dopo due mesi dal raschiamento sono rimasta nuovamente incinta, portata a termine a 38 settimane, femmina. La mia domanda è: questo tipo di aborto è normale? Dipende da qualche fattore? Se ad oggi, ho 33 anni, volessi avere un’altra gravidanza, potrebbe verificarsi un altro aborto?
Inoltre mio marito soffre di ipogonadismo ipogonadropo, è in terapia continua con Andriol compresse, cosa succederebbe? Influirebbe questa cosa?
Grazie per la vostra attenzione e mi scuso per essermi dilungata. Spero in una vostra risposta.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Gentile signora,
cominciamo a dire che a quanto pare suo marito è curato con successo, visto che sono già insorte svariate gravidanze. La trisomia 16 è una della anomalie più frequenti in caso di aborto, ed anzi, spesso, ne è la causa: l’origine di questo problema è del tutto casuale, e non ha nulla a che vedere con lei e suo marito.
In occasione di una prossima gravidanza potrebbe ripresentarsi l’aborto con le stesse probabilità di qualunque altra donna di 33 anni. Ci riprovi, se lo desidera, quanto prima.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie