Beta hCG, i valori normali dell'ormone in gravidanza - GravidanzaOnLine

Beta hCG: i valori dell’ormone della gravidanza settimana per settimana

Quali sono i valori di riferimento e qual è la funzione dell'ormone prodotto dal corpo della donna una volta avvenuto il concepimento, le Beta hCG.

Subito dopo il concepimento il corpo della donna inizia a produrre un nuovo ormone, fino a quel momento quasi del tutto assente: si chiama Gonadotropina Corionica Umana, detta anche Beta hCG.

È il cosiddetto “ormone della gravidanza”, ed è quello di cui i test di gravidanza (sia quelli fai da te che si acquistano in farmacia e sono da fare sulle urine sia gli esami del sangue) vanno alla ricerca per stabilire se c’è una gravidanza in corso.

Cos’è l’ormone Beta hCG

L’ormone Beta hCG è prodotto dal trofoblasto, un tessuto che si forma dopo l’impianto e che diventerà poi la placenta. La produzione dell’ormone della gravidanza inizia circa 8 giorni dopo il concepimento, in concomitanza con l’impianto dell’embrione nella cavità uterina.

Alcune donne (poche) riescono a riconoscere l’avvenuto impianto osservando delle leggere perdite ematiche alcuni giorni prima del presunto arrivo delle mestruazioni. Sarà in ogni caso il test di gravidanza prima e il prelievo di sangue associato a un’ecografia poi a confermare o meno la presenza di una gravidanza.

Nelle prime settimane il valore delle Beta hCG raddoppia ogni due o tre giorni, per poi abbassarsi e rimanere più o meno stabile a partire dalla 10^ settimana di gravidanza.

Come si misura l’ormone Beta hCG

Come anticipato, la misurazione delle Beta hCG dà conto innanzitutto della presenza della gravidanza, e approssimativamente anche la sua datazione. Tale misurazione viene chiamata “dosaggio delle Beta hCG”.

La presenza delle beta si può rilevare dalle urine (la beta HCG urinaria) oppure nel sangue (beta hCG plasmatica).

La misurazione sulle urine è qualitativa e la risposta che dà può essere “positiva” oppure “negativa”, ma non sono fornite ulteriori informazioni circa l’andamento della gravidanza: non viene data alcuna indicazione cioè sulla loro quantità, un elemento molto importante a gravidanza in corso.

Il test sulle urine è però molto utile per confermare o meno il sospetto di una gravidanza: il test si può acquistare in farmacia o al supermercato.

La misurazione sul campione di sangue consente invece di avere come risultato i valori della Beta hCG e poter fare quindi una diagnosi più precisa.

Le beta hCG nel test di gravidanza sulle urine

Nel caso del test di gravidanza il dosaggio è appunto definito qualitativo: è in grado di discriminare i campioni negativi (concentrazione dell’ormone inferiore a 25 mUI/mL, cioè milliunità internazionali per millilitro) da quelli positivi (concentrazione superiore a 25 mUI/mL).

Le beta hCG nel test sul sangue

Il dosaggio effettuato su un prelievo di sangue è invece di tipo quantitativo: la risposta è un valore numerico compreso tra zero e 300.000 mUI/ml circa.

Se viene effettuato un secondo e quindi un terzo prelievo a distanza di pochi giorni si può ottenere una certa quantità di informazioni riguardo l’andamento iniziale della gravidanza: un aumento troppo lieve può indicare la presenza di problemi.

Il valore delle Beta hCG va poi associato ad un’ecografia, che consente di stabilire l’effettivo stato della gravidanza: nelle prime settimane consente di vedere anche la camera gestazionale e riconoscere l’embrione al suo interno.

Nel caso in cui la camera gestazionale risultasse vuota l’esame delle Beta è importante perché conferma la presenza dell’embrione anche se non si vede: ciò potrebbe essere dovuto ad una errata datazione della gravidanza, che verrà confermata da una successiva ecografia da effettuare alcuni giorni dopo.

Quali sono i valori normali delle Beta hCG

Durante la gravidanza, e in particolare nelle fasi iniziali, è importante valutare la presenza dell’ormone Beta hCG attraverso regolari prelievi del sangue, che consentono di rilevarne la quantità e quindi di controllare, insieme all’ecografia, che la gravidanza proceda per il meglio.

La misurazione delle Beta hCHG risponde a valori precisi, che variano a seconda del periodo della gestazione.

Con la crescita dell’embrione aumenta anche il livello delle beta nel sangue, che, come anticipato, dovrebbero raddoppiare ogni due o tre giorni.

Beta basse in gravidanza: cosa significa?

Se l’aumento delle beta hCG non è quello considerato sufficiente per la fase della gravidanza in cui la donna si trova può significare che sono insorti alcuni problemi. Tra questi un aborto spontaneo oppure una gravidanza extrauterina.

Può succedere infatti che la gravidanza si interrompa spontaneamente, e uno dei segnali è proprio il mancato aumento della concentrazione delle beta hCG nel sangue.

Beta alte in gravidanza

Se al contrario la concentrazione dell’ormone beta hCG risulta più alta del normale rispetto all’epoca gestazionale in cui ci si trova può indicare la presenza di una gravidanza gemellare: in questo caso il valore può essere superiore anche della metà rispetto ad una gravidanza singola.

Nella tabella qui sotto riportiamo i valori delle beta hGC settimana per settimana: è importante ricordare che tali valori sono approssimativi e possano variare a seconda del laboratorio nel quale vengono eseguiti i dosaggi: i risultati vanno letti e interpretati dal proprio medico curante.

Settimana Valore minimo (mU/ml) Valore massimo (mU/ml)
3 12.8 77.5
4 45 1175
5 330 10200
6 2160 82640
7 6225 181075
8 15600 184000
9 15125 199500
10 24400 221400
11 22075 227000
12 21500 188925
13 18525 182550
14 24650 175775
15 23425 181750
16 21160 175305
17 11475 124350
18 4150 79350
19 4150 79350
20 4150 79350
21 4150 79350
22 4150 79350
23 4150 79350
24 4150 79350
25 4150 79350
26 4150 79350
27 4150 79350
28 4150 79350
29 4150 79350
30 2535 68750
31 2535 68750
32 2535 68750
33 2535 68750
34 2535 68750
35 2535 68750
36 2535 68750
37 2535 68750
38 2535 68750
39 2535 68750
40 2535 68750
Ti è stato utile?
Rating: 4.9/5. Su un totale di 14 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Esami del Sangue
  • Esami in gravidanza