Traslocazione bilanciata tra il braccio corto del cromosoma 16 e il braccio lungo del cromosoma 22 | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, la scrivo in merito al fatto che mia moglie ha la traslocazione apparentemente bilanciata tra il braccio corto del cromosoma 16 e il braccio lungo del cromosoma 22. Noi abbiamo un bimbo sano di 3 anni concepito subito dopo il matrimonio e che gode di ottima salute. Il nostro desiderio è quello di averne un altro, ma nell’ultimo anno mia moglie ha avuto tre aborti spontanei con successivo raschiamento. Prima di avere il figlio non eravamo al corrente di questa traslocazione. Il nostro umore è sotto i piedi e ci chiediamo se ne potremmo avere un altro e soprattutto se la possibilità di avere altri aborti sia alta. Abbiamo consultato vari ginecologi ma sembra che ognuno la pensa in un modo e questo ci getta sempre più nello sconforto. La possibilità di aborto in mia moglie è più alta rispetto ad una donna che non ha la traslocazione? Grazie per la risposta e buon lavoro.

Buongiorno,
purtroppo gli aborti, come sa, sono dipesi dall’esistenza della traslocazione e sono determinati dalla malsegregazione sbilanciata dei cromosomi 16 e 22 al concepimento.
Le traslocazioni bilanciate sono date dallo scambio vicendevole di cromosomi non omologhi. L’effetto di questo scambio è che si formano due cromosomi derivati che hanno un segmento traslocato ed uno centrico. In caso di traslocazione apparentemente bilanciata , come sua moglie, ha un rischio di interruzione della gravidanza stimato tra il 20 ed il 30%, ma potrebbe essere anche più alto. La possibilità però di avere figli sani è comunque altrettanto alta. Spetta a voi trovare la forza di riprovarci, per quanto possibile, accantonando le precedenti esperienze.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Genetista