Scollamento membrane: cos'è e rischi - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Buonasera, alla 20 settimana di gravidanza ho improvvisamente avuto emorragia vaginale con conseguente formazione di vasto ematoma dapprima definito come retroplacentare. Ad un ulteriore controllo eco si parla invece di voluminosa raccolta non organizzata del margine dell’emiplacenta sin che scolla le membrane. Che differenza c’è? Ora, dopo 3 settimane, la situazione è stabile ma l’ematoma non si è riassorbito. La placenta sembra indenne e il bimbo cresce bene. Che speranze ho di proseguire la gravidanza? Faccio riposo quasi assoluto e assumo ovuli di progesterone. La ringrazio

Redazione

Redazione

risponde:

I sanguinamenti in gravidanza sono una scocciatura e sono comunque definiti “minaccia d’aborto” fino alla 25a settimana. La definizione esprime in realtà anche la prognosi e cioè che permane comunque il rischio di perdere la gravidanza. Tuttavia sono anche tante le gravidanze, che pur complicate in questo modo, proseguono regolarmente. Continui così e sia ottimista, ma non si picchi di sapere qual è la sua esatta percentuale di esito favorevole perchè solo Iddio lo sa. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo