Pitiriasi versicolor e parto cesareo: le condroinidazioni - GravidanzaOnLine

“Con la pitiriasi versicolor possono farmi un taglio cesareo?”

Francesca

chiede:

Buongiorno, sono all’ottavo mese di gravidanza e l’anestesista mi ha detto che non potrò fare l’epidurale o un’anestesia locale per via della pitiriasi versicolor diffusa su tutto il tronco e la schiena. Al momento è in programma un taglio cesareo e mi chiedo se lo stesso rischio di infezione che c’è per l epidurale non sia presente anche con il taglio del cesareo. Grazie

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile Francesca, la presenza di pitiriasi versicolor rappresenta una controindicazione alla puntura lombare in quanto si andrebbe a creare un tramite tra il fungo e il liquido cerebro spinale che, in rari casi, potrebbe esitare anche in una meningite. Pertanto, se effettivamente la schiena non presenta zone libere in nessuno dei punti adatti alla puntura, è da preferire un’anestesia generale per il taglio cesareo. Se viceversa, esistono punti in cui è possibile praticare la puntura lombare, è comunque preferibile evitare la partoanalgesia in quanto il tempo di permanenza del catetere peridurale è di diverse ore, l’anestesia spinale per contro dura pochi secondi.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Parto