Ovarite autoimmune: c'è una piccola speranza per me? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Vorrei sapere se c’è una piccola speranza per me: mi è stata
diagnosticata un’ovarite autoimmune. Ad agosto 2003 ho sospeso Harmonet di
mia iniziativa dopo un breve periodo di amenorrea x la quale il mio medico
mi prescritto prometrium 200mg x 7 gg ho riavuto regolarmente il ciclo
fino
a fine Aprile poi basta. All’amenorrea si sono associate vampate e a luglio
ho fatto degli esami: prolattina 23,15 ng/ml 17 beta estradiolo 42 pg/ml
FSH
67,90 mlU/ml e LH 58,04 mlU/ml FT4 1,07 FT3 3,50 e TSH 3,15 (che è stato
giudicato borderline tendente all’alto x la mia età). All’eco TV risulta
utero AVF regolare x volume e morfologia, cavità regolare, endometrio
sottile, ovaio dx cm 1,5 x 0,9 ovaio sx 1,4 x 0,7 regolari x morfologia.
Lunedì mi è stata comunicata la diagnosi che pesa come un macigno su di
noi
e soprattutto sui miei 24 anni. Centri vari dicono che l’unica strada è
un’ovulodonazione, ma il mio medico dice che nella sua piccola esperienza
ci
sono stati casi di donne che durante periodi di sospensione di tp
estroprogestinica hanno avuto una ripresa momentanea e breve
dell’ovulazione
che è stata sfruttata x una gravidanza… anche se le speranze sono
poche… inoltre sostiene che se è una strada da tentare è da tentare
adesso
nella speranza che ci siano ancora dei follicoli funzionanti… cosa sapete
al riguardo? l’unica tp da fare è solo la pillola? La mia bisnonna materna
ha
avuto una menopausa precoce (all’incirca 30 anni) questo fatto è
correlato? Avrebbe significato inserirmi in un protocollo di ricerca? La pillola
presa
nei 5 anni precedenti mi ha protetto o ha peggiorato la situazione? Ma in
realtà la cosa più importante che vorrei sapere è questa: non c’è la
possibilità magari anche piccolissima che io riesca ad avere un figlio?
So
che l’aspetto psicologico è importante e so che se non mi fosse successo
niente non cercherei un figlio adesso ad un anno dalla laurea in medicina
e
con tanti sogni x il futuro, ma se adesso ci fosse una microbica
possibilità
vorrei provarci… nella consapevolezza che nulla è mai definitivo… almeno
lo spero con tutto il cuore… grazie

Gentile Francesca,
il suo caso va studiato da vicino. I dosaggi ormonali, nel mentre mostrano
livelli elevati di gonadotropine, ad indicare una possibile menopausa,
mostrano invece un tono di 17beta estradiolo non particolarmente basso. Per
verificare la sua possibile fertilità occorrerebbe una biopsia ovarica,
l’unica che può dirle se ci sono follicoli. Io farei anche un cariotipo. La
menopausa precoce di sua nonna non depone bene e può avere qualche ruolo.
L’uso della pillola nel suo caso non può essere considerato una terapia, ma
solo un metodo “cosmetico” per vedere le mestruazioni. Al più, a diagnosi
definita, potrebbe optare per una terapia ormonale sostitutiva, che in
genere utilizza altre molecole ed altri dosaggi. Mi dispiace non poter
essere ottimista e di non poterle dare indicazioni più precise, ma davvero
il suo è un caso che va valutato a breve distanza. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo