Intervento chirurgico in gravidanza - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono una donna di 36 anni alla terza gravidanza, che ho scoperto da pochi giorni. Ho già un bimbo di 8 anni nato a termine con parto naturale del peso di kg 4,145 (2005) ed una bimba di quasi 6 nata a termine con parto naturale del peso di kg 4,175 (2007). Dopo la seconda gravidanza la pancia piatta che avevo prima delle gravidanze ha lasciato il posto ad un addome rilassato (oltre che pieno di smagliature) e mi è stata diagnosticata un’ernia ombelicale che era meglio operare, anche se non mi dava fastidio ma pensavo che la fuoriuscita dell’ombelico sarebbe migliorata. Invece esteticamente è rimasta tale e quale e per di più la retina che mi è stata messa per chiudere la diastasi dei retti dell’addome si è estroflessa peggiorando la situazione estetica e portandomi dei fastidi. Avrei dovuto rioperarmi per togliere questa protesi ma non avevo più fiducia del medico. Adesso che sono incinta alla 5 settimana sono molto preoccupata sul da farsi. Posso fare l’intervento adesso e procedere più serenamente con la gravidanza o è meglio non rischiare un aborto a causa dell’operazione? E più avanti sarà più rischioso avere questo corpo estraneo? Può creare più danno? Esiste qualche tecnica più sicura per affrontare un intervento chirurgico, risolvere il problema e salvare la gravidanza? La ringrazio anticipatamente se vorrà aiutarmi. Grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

Sicuramente non è il caso di programmare adesso un intervento risolutore del caso estetico. Conviene farlo alcuni mesi dopo il parto, in modo da correggere anche gli esiti di questo. Se la rete le dà molto fastidio, chieda al chirurgo se può eliminarla in anestesia locale, ma dubito, perchè in genere queste retine aderiscono tenacemente ai tessuti e sono anche piuttosto ampie. Un’anestesia generale va fatta in gravidanza solo se i vantaggi superano ampiamente i rischi, per esempio un’appendicite acuta. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo