Acido ialuronico in Gravidanza: rischi - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buonasera, mesi fa avevo prenotato una seduta con acido ialuronico per un trattamento al viso, nel frattempo sono rimasta incinta, ho chiamato subito il chirurgo che mi avrebbe dovuto fare le iniezioni, il quale mi ha detto che non c’erano controindicazioni. Avendo fiducia nel professionista oggi ho fatto la seduta. Sono alla decima settimana di gravidanza, parlando con amiche mi hanno detto che sono una pazza, mi è salito il panico e ho deciso di consultare internet, ancora peggio. Credo di avere fatto un’enorme cavolata dovuta alla mia ingenuità e alla mia ossessione
per l’aspetto fisico. Quali conseguenze posso avere arrecato al feto? Posso creargli dei danni? Mi sento così stupida! Cordialmente.

Gentile Chiara,
l’impiego dell’acido ialuronico iniettabile è controindicato durante la gravidanza e l’allattamento. Questo di per sé non vuol dire che sia pericoloso, a maggior ragione quando viene usato lo ialuronico di sintesi più puro, ma che non vi sono studi clinici che ne accertino l’innocuità, ovvero che non arrechi potenziali danni alla crescita embrionale e fetale. La molecola di acido ialuronico è naturalmente contenuta nel nostro organismo ma insieme ad essa nel preparato iniettabile ci sono altre sostanze utilizzate nella lavorazione del prodotto. Esistono prodotti di elevata qualità, con purificazioni maggiori e maggiore sicurezza nella preparazione industriale (agenti reticolanti poco tossici, minori concentrazione di derivati proteici, minimi tassi di endotossine). Queste molecole sono in basse concentrazioni ma passano comunque in circolo prima di essere eliminate dall’organismo adulto. Non vi sono analisi su potenziali danni in gravidanza. Lei è stata imprudente, a conforto del suo stato d’ansia tuttavia le dico che non risultano descritti danni al feto correlati ad iniezioni di fillers. Chieda sempre al suo ginecologo prima di un trattamento. Questo vale anche per altre categorie di trattamenti medico-estetici. Per ogni evenienza e per sicurezza, è necessario chiedere al medico chirurgo di mostrare la confezione del prodotto sigillata e farsi rilasciare alla fine del trattamento documentazione originale del prodotto (etichetta adesiva) o la brochure esplicativa del prodotto contenuta nella confezione. Purtroppo non tutti i medici sono seri professionisti. In gravidanza si devono effettuare solo quelle terapie mediche strettamente necessarie e nulla di più, specialmente nei primi 6 mesi. A torto, si pensa che una “punturina” sia priva di qualunque rischio e
soprattutto qualsiasi medico sia preparato culturalmente e competente tecnicamente ad effettuare trattamenti di natura estetica. Buona gravidanza!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Medico estetico