Genetica dei disordini psichiatrici | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dott. Barletta, sono Raffaella, ho appena compiuto 35 anni
e soffro di sindrome ansiosa-depressiva, manifestatasi nelle varie fasi della mia vita, da quando avevo 14 anni, con vari tipi di disturbi (disturbi dell’alimentazione, attacchi di panico, crisi depressive molto profonde). Oltre alla psicoterapia, da due anni sono in cura con psicofarmaci: due compresse di Tolep 300 mg, due di Seroxat 20 mg, due di Lorans 1 mg. Da un po’ di tempo ho ridotto l’assunzione del Seroxat e del Lorans ad una compressa per ciascun farmaco. Volevo porle dunque diverse domande: 1) quali rischi ci sono per il feto in caso di gravidanza senza riduzione ulteriore dei farmaci? 2) quali rischi ci sono per un bambino di ereditare da me la
predisposizione alle malattie mentali? La ringrazio anticipatamente per i chiarimenti che vorrà fornirmi.

Redazione

Redazione

risponde:

Egregia Signora Raffaella,
la genetica dei disordini psichiatrici è molto complessa e, frequentemente
la causa non è soltanto genetica.
In particolare, per la schizofrenia, il morbo di Alzheimer, esistono dei
modelli di studi che si basano sulla trasmissione di marker genetici e sono
attendibili. Per quanto riguarda le manie depressive, attacchi di panico
ecc. ecc. quello che possiamo fare è una consulenza genetica on line,
facendomi sapere la storia della sua famiglia in modo preciso.
Un cordiale saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Genetista