Anonimo

chiede:

Buongiorno, io e mio marito cerchiamo un bimbo ormai da 24 mesi e in seguito ad accertamenti abbiamo scoperto che la causa è da imputarsi alla scarsa qualità del seme di mio marito: oligospermia lieve e teratozoospermia grave (3% di forme normali). L’androloga ha confermato la diagnosi. Io dal canto mio nel gennaio 2010 sono stata sottoposta a miomectomia (fibroma esterno) perfettamente riuscita ed in quell’occasione mi hanno fatto anche isterosalpinografia (no ostruzioni). Mi è stata diagnosticato inoltre lieve ipotiroidismo, per il quale assumo Eutirox 50, valore da ultimo rilevamento ok. Ora siamo in lista per la ICSI, su consiglio della gine e stanchi delle inutili cure di integratori (arginina e simili) che l’androloga prescriveva a mio marito, i quali non hanno mai dato risultati realmente apprezzabili (in particolare sulla forma). Ho notato che negli ultimi mesi di tentativi mirati in un paio di occasioni mi è venuta la febbre in occasione del gg previsto delle rosse. Anche oggi (25 gg post mestruo) è capitata la stessa cosa, con temperatura a 38.5 e malessere generale. Può essere un sintomo compatibile con un aborto spontaneo dovuto ad anomalia embrionale? Quali accertamenti mi consigliate di fare? Un altro elemento che i gine hanno sempre ignorato ma sul quale nutro perplessità è lo spotting pre mestruo (perdite marroni) che ho sempre per 3/4 gg prima delle rosse. Potrebbe essere dovuto a carenza di progesterone ed essere causa di mancato impianto?? Grazie e saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gli aborti interni causano febbre solo in caso di infezione o complicanze settiche. Anche per altre considerazioni, escluderei in prima istanza la sua ipotesi. La temperatura corporea nella seconda metà del ciclo si alza, ma normalmente non supera i 37, 37.4 con discreta variabilità.
I suoi sintomi potrebbero essere espressione di una carenza progestinica.
Gli esami da fare sono quelli che secondo me ogni donna dovrebbe effettuare prima di una gravidanza e sui quali mi sono soffermato più volte (a tale riguardo può, se vuole, consultare le mie monografie su GOL o accedendo al mio blog).
Sintetizzando ogni donna dovrebbe effettuare, prima di una gravidanza, eco addominale e tiroidea, esami di sangue comprendenti valutazione autoimmunitaria, microbiologica, coagulativa (compresa valutazione genica dei fattori coagulativi), endocrinologia completa, etc.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo