Anonimo

chiede:

Ho letto sull’enciclopedia che la fase post-ovulatoria (fase luteinica) di un ciclo mestruale dimostra regolarità e dura da 10 a 16 giorni a seconda della donna. Nel senso che in certe donne può durare 10 e in altre 16 giorni. Però una volta stabilito che in me (ad esempio) dura 12 giorni questo dato rimane fisso e sarà sempre 12 in ogni mio ciclo. La mia prima domanda è: mi conferma che quello che dico è vero? Seconda domanda: mi spiega per favore come si calcola? Terza domanda: nulla può influire la durata della mia fase luteinica? Mi spiego meglio, stress, emozioni forti, ansia possono alterare questa durata oppure possono solo ritardare l’ovulazione e quindi prolungare semmai soltanto la fase pre-ovulatoria? Grazie per il consulto.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, per potere stabilire se una donna ovula, occorre effettuare il monitoraggio della ovulazione, o in alternativa usare i vari stick.
Senza una conferma di tale tipo, non è possibile stabilire con certezza se una persona ovula o meno, ma solo presumere che l’ovulazione possa essere avvenuta. Un muco filante in genere costituisce segno indiretto di avvenuta ovulazione.
Non esistono regole fisse. Qualsiasi stimolo, alimentare, emotivo, endocrinologico etc, può influire sul ciclo e sulle sue fasi. Alcune donne sono regolari e quindi ovulano regolarmente e più o meno sempre nello stesso giorno, poco dopo o poco prima. In altre, l’ovulazione quando si verifica, è variabile come può essere variabile la fase luteinica.
Avere le mestruazioni non significa ovulare. Avere mestruazioni regolari non significa necessariamente ovulare anche se tale evenienza può essere considerata probabile.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo