Ematometra | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, spero che qualcuno mi risponda, sono Laura, una donna
di 35 anni, lo scorso 27 settembre ho avuto un aborto ritenuto per cui ho
subito un raschiamento alla sedicesima settimana di gestazione, l’istologico
ha evidenziato una mola vescicolare parziale, in seguito di ciò sono stata
sottoposta ad altri due raschiamenti con una laparoscopia per sospetta
perforazione di utero, ho effettuato anche la terapia medica con
methotrexate, gli istologici successivi non evidenziavano un granché
l’ultimo parla di materiale fibrino ematico lembi di endometrio in fase
rigenerativa ed alcuni blocchi di stroma ipercellulare, le mie beta ora sono
0,0 tuttavia non ho ciclo mestruale dallo scorso 13 giugno 9 giorni fa ho
avuto un altro raschiamento per ematometra, sono in attesa dell’istologico,
vorrei sapere se ci sono pericoli per la vita e se questo ematometra si può
riformare visto che la cervice forse è diventata stenotica per i numerosi
interventi, in ultimo potrò avere bambini? Vi prego, rispondetemi…….

Cara Laura, è possibile che un restringimento dell’orifizio uterino interno possa causare un ristagno di sangue mestruale e quindi un ematometra. Per quanto posso giudicare dalle notizie che mi fornisce, non credo che i Suoi problemi possano essere tali da impedire una normale gravidanza. Occorre però che la segua un medico attento e preparato ed occorrono alcuni esami per fare meglio il punto della situazione come una ecografia transvaginale ad alta risoluzione ed una isteroscopia diagnostica.
L’ematometra non complicato non mette in pericolo la vita stia tranquilla.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo