Bruciore lato destro - GravidanzaOnLine

Bruciore lato destro

Anonimo

chiede:

Salve, innanzitutto vi ringrazio per questo spazio che date a disposizione e ai medici che rispondono.
Il mio problema è questo: ho 23 anni e sono a 11+2 di gravidanza. Premetto che non è partita molto bene, corse in pronto soccorso e ricovero per delle perdite causate da un distacco o, secondo un altro ginecologo, dall’altra sacca gestazionale che si era formata ma senza embrione e quindi riassorbendosi doveva spurgare. Ora, sono sempre stata bene e dall’ultima ecografia del 27/5 il bambino stava bene ed era vitale e non erano presenti distacchi, ma stamane ho accusato un dolore, più un bruciore al lato destro che partiva da sotto le costole, fino alla gamba e la schiena. È durato una decina di minuti e quando mi sono risvegliata non avevo più nulla. Ora lo sento molto leggero solo all’altezza dell’appendice. Cosa può essere? L’appendice mi è già stata tolta circa 6 anni fa.
Un’altra domanda: essendo molto stitica, la ginecologa mi ha dato delle supposte di glicerina, quanto e quando posso prenderle? Anche tutti i giorni? Quali possono essere i sintomi di un aborto interno? Quando si riduce il rischio di aborto? A 11+2 si è ancora in rischio? La ringrazio molto e mi scuso per tutte queste domande, ma l’anno scorso ho avuto un aborto spontaneo nelle prime settimane e ho paura. Cordiali saluti e grazie ancora.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, il dolore può essere causato da innumerevoli condizioni e senza una ecografia addominale e analisi di sangue e di urine si possono solo fare varie ipotesi.
In genere, ma non obbligatoriamente, le contrazioni uterine patologiche causano un indurimento dell’addome.
I sintomi di un aborto possono essere completamente assenti. In genere per grandi linee, il periodo di maggior rischio per aborto è quello che intercorre fino alla 12 settimana. Ovviamente si tratta di un periodo e va inteso con una certa elasticità. È sempre meglio cercare di risolvere il problema della stipsi in gravidanza con metodi naturali (alimentazione etc). In casi resistenti vanno bene anche le supposte che le hanno prescritto o altri lassativi da usare, senza abusarne, secondo necessità.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 3.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo