Emocromo o esame del sangue: valori in gravidanza - GravidanzaOnLine

Emocromo (esami del sangue): quali sono i valori normali

L'esame del sangue viene effettuato periodicamente durante tutta la gravidanza: vediamo cosa può dire sulla salute della donna e sullo sviluppo del feto.

L’emocromo, o esame emocromocitometrico, è senza dubbio una delle analisi più importanti in grado di fornire numerose ed utili informazioni sullo stato di salute generale di un individuo. Si tratta di un’analisi di diversi parametri relativi alle principali componenti del sangue: globuli bianchi, globuli rossi, emoglobina, piastrine.

Esami di laboratorio e valori normali

L’esame sull’emocromo consente di studiare molti aspetti del sangue e quindi della salute di una persona, anche durante la gravidanza, e di individuare eventuali anomalie che meritano ulteriori approfondimenti. Il dottor Giovanni Buonsanti ci spiega di cosa si tratta e cosa prende in considerazione (da ricordare che tali valori possono subire variazioni a seconda del laboratorio in cui gli esami vengono eseguiti):

  • Globuli bianchi. È il numero complessivo di globuli bianchi, espresso in migliaia/mmc (cioè migliaia per millimetro cubo di sangue); una loro diminuzione si definisce leucopenia, mentre con il termine leucocitosi se ne definisce un aumento. I valori normali negli adulti oscillano tra 4,0 e 10,0 e con il procedere della gravidanza è normale osservare una moderata leucocitosi.
  • Globuli rossi. È il numero di globuli rossi o eritrociti, espresso in milioni/mmc. I valori normali nella donna oscillano tra 4,0 e 5,4. Un lieve calo dei globuli rossi, quindi avere valori più bassi del normale, è del tutto normale durante la gravidanza.
  • Emoglobina. L’emoglobina viene misurata in g/dl (cioè grammi per decilitro). Sono considerati normali valori compresi tra 12 e 16; tutte le condizioni che determinano un calo di emoglobina sono da associarsi ad uno stato anemico. Durante il procedere della gravidanza è normale osservare un lieve calo di emoglobina, fino a valori di 10 g/dl.
  • Ematocrito. È la quota del volume del sangue occupata dai globuli rossi, espressa in percentuale, i cui valori normali oscillano tra 35 e 48. Solitamente il valore di ematocrito segue quello dei globuli rossi, diminuendo in caso di anemia.
  • MCV. Si tratta del volume corpuscolare medio, cioè del volume medio dei globuli rossi, i cui valori normali sono compresi tra 78 e 94 fl (femtolitri). Globuli rossi con un normale volume medio sono anche definiti normocitici.
  • MCH. Indica la quantità media di emoglobina contenuta nel globulo rosso, che, espressa in pg (cioè pico-grammi), deve essere compresa tra 27,5 e 34. Il termine ipocromia indica proprio il calo di emoglobina nei globuli rossi che si osserva quando il valore MCH diminuisce.
  • Piastrine. Il conteggio delle piastrine, espresso in migliaia/mmc, viene considerato normale quando i valori sono compresi tra 130 e 450. Trombocitopenia è il termine che ne indica una diminuzione; durante la gravidanza (per effetto dell’emodiluizione) è lecito attendersi moderate trombocitopenie.

Le patologie rilevate dall’emocromo

Alcune patologie che si possono rilevare dall’esame del sangue possono essere pregresse, presenti già da prima della gravidanza: per questo è sempre consigliabile, nel caso in cui si stia pianificando una gravidanza, effettuare alcune importanti (e gratuite) visite preconcezionali per evidenziare eventuali condizioni che potrebbero complicare la gestazione e intervenire prima del concepimento.

Durante la gravidanza l’emocromo rileva alcune patologie come anemia, diabete gestazionale, preeclampsia (o gestosi) e infezioni.

Gli altri esami in gravidanza

In aggiunta all’esame del sangue periodico, durante la gravidanza vengono prescritti altri esami per monitorare la salute della donna e lo sviluppo fetale.

Tra questi ci sono ovviamente le ecografie (almeno una per ogni trimestre), ma anche l’esame delle urine, eventualmente l’urinocoltura e altri esami per individuare la presenza di alcuni anticorpi importanti per stabilire se la donna ha già contratto alcune infezioni che durante la gravidanza potrebbero essere pericolose.

Ti è stato utile?
Rating: 4.7/5. Su un totale di 6 voti.
Attendere prego...

Categorie