Progesterone in gravidanza

Il progesterone è un ormone steroideo che viene secreto naturalmente dal corpo della donna durante il ciclo mestruale: la sua produzione aumenta prima dell’ovulazione e ha il suo picco durante la fase luteale, per poi interrompersi nella fase follicolare.

Serve a regolare le funzioni degli organi sessuali secondari nel corso del ciclo mestruale e a preparare l’utero all’eventuale impianto dell’embrione. Una volta avvenuto l’impianto nella cavità uterina il progesterone “protegge” l’embrione durante la gravidanza e impedisce, tra le altre cose, che avvenga una seconda fecondazione.

Il progesterone può essere monitorato insieme ad altri ormoni come l’estradiolo per valutare l’ovulazione e individuare eventuali problemi di infertilità femminile. Il progesterone in gravidanza può essere prescritto dal medico per contrastare eventuali minacce d’aborto, anche se la sua assunzione non è priva di effetti collaterali.

Progesterone, le cose che non sappiamo sull'ormone delle donne

Articolo

Progesterone, le cose che non sappiamo sull'ormone delle donne

Funzioni e utilità (in gravidanza e non solo) del progesterone, l'ormone prodotto dalla corticale del surrene, dal corpo luteo e dalla placenta.

Parto prematuro: coinvolti 35.000 bambini ogni anno. Il progesterone lo riduce del 34%
Aborto dovuto a carenza di progesterone?

Esperto Risponde - Ginecologo

Aborto dovuto a carenza di progesterone?

Gentile dottore, ho 30 anni e dopo 4 anni di tentativi per iniziare una gravidanza, finalmente sono rimasta incinta spontaneamente. Per me e mio marito è stato un vero miracolo, infatti eravamo quasipropensi a sottoporci ad un tentativo di inseminazione. Mi avevano detto che pernoi l'unica strada da percorrere era quella. Purtroppo all'11 settimana di gravidanza ha perso il mio ...

Infertilità femminile: diagnosi di sterilità

Articolo

Infertilità femminile: diagnosi di sterilità

Nella ricerca delle cause della sterilità femminile, la donna deve essere sottoposta, prima di procedere ad una fase terapeutica, ad un'attenta valutazione. In tal modo, lo specialista può avere un quadro preciso della paziente da un punto di vista ormonale, ovulatorio ed anatomico.