Un test delle urine per scoprire i bimbi a rischio di ipertensione

Un test delle urine per scoprire i bimbi a rischio di ipertensione

Secondo una ricerca presentata alla American Heart Association High Blood Pressure Research Scientific Sessions 2013, un test delle urine finalizzato alla misurazione del sodio, potrebbe aiutare i medici ad individuare i ragazzi che, da adulti, potrebbero essere a rischio ipertensione.

Gli scienziati hanno utilizzato un nuovo protocollo per lo screening rapido di 19 soggetti che avevano fra 10 e 19 anni e hanno scoperto che degli otto che avevano ritenzione sodica, sette di essi avevano la pressione alta.

L’incapacità di eliminare correttamente il sodio può verificarsi durante lo stress. La ritenzione aumenta i fluidi nei vasi sanguigni, processo che può influenzare la pressione sanguigna. La pressione alta può svilupparsi nel tempo se il corpo non riesce a regolare correttamente il sodio, ed è un grave fattore di rischio per le malattie cardiovascolari.

L’ipertensione non è più solo una malattia degli adulti – ha spiegato Gregory Harshfield della Georgia Regents University di Augusta, fra gli autori della ricerca – e i risultati di questo test potrebbe anche fornire informazioni utili per aiutare i pediatri a gestire meglio e trattare l’ipertensione nei loro pazienti”.