Registrati alle settimane di gravidanza

Il Medico Risponde

Il Ginecologo risponde

a cura dei Dottori


Perdite di sangue post raschiamento

(16/04/2015 - 10:33)

Buongiorno. Vi scrivo per avere un aiuto visto che né la mia ginecologa né l'ospedale hanno saputo fornirmi spiegazioni ben precise. In data 24 febbraio, quando ero circa alla dodicesima settimana ho subito un raschiamento. Si è reso necessario dopo ecografia che evidenziava nessun segno di vita del feto. In ospedale non mi hanno prescritto nulla se non Tachipirina al bisogno in caso di dolore. Ho avuto il primo ciclo post raschiamento con un solo giorno di ritardo rispetto al mio standard. Due sere fa, dopo cena ho avvertito dei dolori al basso ventre e mi sono accorta di perdere sangue. Il sangue però non mi sembrava tipico del ciclo (avevo pensato ad un ciclo anticipato), e spaventatissima mi sono recata al pronto soccorso. Dopo una ecografia ed un prelievo, mi hanno rassicurata dicendo che poteva trattarsi di un ciclo anticipato o di una anomalia che comunque non doveva destare preoccupazioni. Le perdite di sangue si sono però fermate esattamente dopo poche ore da quando sono cominciate. Onestamente ( siccome con il mio compagno vorremmo riprovare ad avere un figlio), sono sfiduciata e spaventata. D'altro canto la mia ginecologa non mi fornisce informazioni precise e pare quasi stufata dalla mia apprensione. Il prelievo di Beta HCG effettuato in ospedale è risultato ovviamente negativo. Nel referto rilasciato, peraltro non leggibile chiaramente, si parla di "Douglas libero non dolente; macchie ematiche scure similmestruali, nulla ai lati; corpo luteo di 15 mm a destra. Potete aiutarmi a capire?

Lettera non firmata

In assenza di positività alla beta hGG plasmatica ed in presenza di ecografia normale, ci si potrebbe orientare verso perdite disfunzionali, legate cioè ad alterazioni ormonali che a volte possono essere presenti nel post aborto. La presenza di corpo luteo indica che lei dovrebbe avere ovulato. A livello prudenziale esegua successivamente e nuovamente, la beta HCG plasmatica. In base a quanto mi riferisce, non posso dirle di più. È probabile che possa trattarsi soltanto di perdite transitorie ed occasionali. Stia in osservazione però ancora per qualche giorno. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

La Nitrofurantoina può essere assunta in gravidanza?

(14/04/2015 - 12:56)

Salve, stiamo cercando un bambino e da due giorni ho un peso sotto la pancia con bisogno di urinarie spesso e tanta nausea. Posso assumere Nitrofurantoina? Il ciclo lo aspetto entro il 28/04. Grazie

Lettera non firmata

Sarebbe sempre consigliabile prima di eseguire un trattamento antibiotico, verificare la presenza del tipo di germe. Questo perché spesso un dato antibiotico, anche se indicato per un determinato distretto, può non essere efficace su particolari ceppi di germi. Anche iniziando alla cieca un trattamento antibiotico, sarebbe opportuno eseguire subito dopo un esame urine e urinocoltura, per constatare la validità e l’efficacia dell'antibiotico scelto in presenza di infezione. La Nitrofurantoina può essere presa in gravidanza, anche se come la maggior parte dei farmaci, non è garantita la assoluta innocuità. Per maggiori informazioni sul farmaco può telefonare al Telefono Rosso. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Possibile gravidanza dopo rapporto completo non protetto?

(13/04/2015 - 19:19)

Buonasera Dottoressa, il 4 aprile ho avuto un rapporto completo non protetto ma con penetrazione poco profonda. Il 5 è iniziata l'ovulazione. Ho possibilità di gravidanza?

Lettera non firmata

Gentile Signora,
per una diagnosi di gravidanza deve avere un ritardo mestruale e un test positivo. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Presenza in eterozigosi della mutazione C677T nel gene MTHFR

(13/04/2015 - 10:58)

Salve, volevo sapere il parere di un ginecologo. Da poco ho fatto vari tipi di esami e ultimo è stato l'esame sul fattore V di leiden. L’esito finale è: presenza in eterozigosi della mutazione C677T nel gene MTHFR: genotipo C/T. Che significa? Grazie

Lettera non firmata

In genere gli esami vano sottoposti al medico che li ha prescritti, il quale ne ha bisogno per risolvere un quesito clinico, che io ignoro. In ogni caso, la presenza in eterozigosi della mutazione descritta è poco significativa e quella in omozigosi (più importante) è controverso se possa effettivamente essere correlata strettamente alla trombofilia, cioè la tendenza del sangue a coagulare di più con rischio di trombosi e flebiti. Quindi il suo risultato in generale è poco significativo e non cambia molto le cose. Ovviamente bisogna considerare il contesto in cui le è stato prescritto. Da solo non serve a nulla. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Ho avuto due rapporti senza la protezione della pillola!

(12/04/2015 - 19:01)

Salve dottore, prendo Lusinelle da 2 anni e ho iniziato il nuovo blister giovedì 9/04. Tuttavia il giorno dopo ho avuto un rapporto completo e la sera ho dimenticato la compressa. Sabato, convinta di essere coperta, ho avuto un altro rapporto con il mio compagno, e una volta tornata a casa ho realizzato di aver dimenticato la compressa di venerdì, così ho preso immediatamente le due pillole con un paio di ore di ritardo dall'orario consueto. So che nella prima settimana il rischio di gravidanza è elevato, ma forse la mia situazione è aggravata dal fatto che ho avuto due rapporti senza la protezione della pillola. Non so che fare… vorrei un suo parere. La ringrazio anticipatamente, saluti.

Lettera non firmata

In questi casi il rischio di gravidanza sicuramente esiste, però è in ogni caso abbastanza basso. Continuando a prendere regolarmente la pillola dovrebbe essere veramente poco probabile che si possa instaurare una gravidanza. Se vuole una maggiore tranquillità, esegua una ecografia pelvica preferibilmente transvaginale, da medico esperto. In tale maniera si potrà valutare la presenza di eventuali follicoli ed eventualmente seguirne l’evoluzione. L’assenza di follicoli e/o di corpi lutei ecograficamente percepibili, renderà la possibilità di una gravidanza estremamente remota. Un saluto.

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Posso avere perdite di sangue nel primo mese di gravidanza?

(12/04/2015 - 12:07)

Buongiorno: sono nella 5 settimana di gravidanza e ho le perdite di sangue colore rosa (non rosso) e di dolore basso ventre, a volte forte. Devo preoccuparmi? Per favore aspetto la sua risposta. Grazie mille

Lettera non firmata

Gentile Signora,
occorre un controllo. Inutile fare supposizioni. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Aborto spontaneo o gravidanza extrauterina?

(11/04/2015 - 18:53)

Salve, ho avuto l'ultima mestruazione il 28 febbraio anche se il 30 marzo per 6 giorni avevo le perdite di sangue che sembravano le mestruazioni, ma il test è risultato positivo il 5 aprile. Martedì 7/04/2015 ho effettuato gli esami beta hcg, risultato 329 mUL/ul. Effettuata ecografia il 10/04/2015 nell'utero non c'è alcuna presenza di gravidanza, e l'endometrio sottile. Oggi il 11 aprile effettuato esame beta hcg che risulta 493 mUl/ml. Che cosa potrebbe significare, un aborto spontaneo oppure gravidanza extrauterina? Da 6 giorno continuo ad avere delle perdite marroni e rosa. Ringrazio per la risposta, Saluti

Lettera non firmata

La diagnostica di una gravidanza extrauterina, richiede l'esecuzione di un'ecografia transvaginale eseguita da un medico ecografista veramente esperto. Ad ogni modo la presenza di un endometrio sottile, quindi senza reazione deciduale, la perfetta identificazione degli annessi e delle tube normali, rendono la possibilità di una gravidanza extrauterina remota. Piccole fluttuazioni della beta HCG plasmatica possono verificarsi in più o in meno anche in caso di aborto. Per maggiore tranquillità esegua ogni due o tre giorni il dosaggio della beta HCG plasmatica, ed eventualmente anche una nuova ecografia. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Andamento Beta hcg

(10/04/2015 - 10:32)

Gentile Dottore, le pongo il mio quesito: ultimo ciclo 07/03/2015 - lunghezza ciclo 33 gg - ovulazione avvenuta tra il 21/23 marzo. Il 07/04 eseguito le prime beta hcg con valore 49, il 09/04 eseguito le seconde beta hcg con valore 160. Sono troppo basse o vanno bene? La ringrazio molto, cordiali saluti

Silvia

Gentile Silvia,
considerando la fase iniziale di gravidanza e l'incremento subito, possono sostanzialmente essere considerati accettabili per normalità. Un saluto.

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Modalità di assunzione dell’acido folico

(10/04/2015 - 08:33)

Salve, da circa 4 mesi sto prendendo una compressa di fertifol dopo cena, sono alla ricerca di un bebè. Ieri mi hanno detto che va assunto prima dei pasti, a questo punto chiedo: la mia assunzione preventiva e prudente fin da subito è stata inutile? Non l'ho assimilato prendendolo dopo i pasti?

Lettera non firmata

Ma no. Va bene lo stesso. Ma lo prenda la mattina, a colazione. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Con la dimenticanza ho diminuito l'efficacia del contraccettivo?

(09/04/2015 - 17:09)

Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono seriamente preoccupata. Assumo, regolarmente alle 21.30, da un anno, la pillola contraccettiva Yaz. A febbraio ho avuto il ciclo regolarmente; il problema insorge il 15 febbraio, quando per dimenticanza, lascio il blister della pillola a Mantova, mentre io sono di Brescia, dimenticando di assumere la pillola. Non sapendo cosa fare, ho comprato un nuovo blister cominciandolo circa a metà e assumendo, il 16 febbraio di mattina, la pillola che avevo dimenticato la sera prima e quella regolare alle 21:30. Affinché ricominciassi a prendere la pillola da Martedì, come avevo fatto per tutto un anno intero, dopo 28 giorni di pillola (metà del vecchio blister e metà del nuovo), ne ho comprato un altro, saltando le ultime pillole rosa e quelle placebo e cominciando appunto, il nuovo blister da martedì 17 Marzo. Per tutto il mese di Marzo il ciclo mi è saltato, ma ho avuto dei rapporti non protetti e non so se sono coperta o se con la dimenticanza ho diminuito l'efficacia del contraccettivo. Grazie mille, spero che risponderete con urgenza.

Lettera non firmata

Se ho ben compreso la dinamica degli eventi, direi che è assai poco probabile che l’efficacia della pillola possa essere diminuita, quindi non dovrebbe essere insorta nessuna gravidanza. Ad ogni modo, per eccesso di zelo, può eseguire una beta hGG plasmatica. Un saluto.

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Perdite di sangue dopo rapporti sessuali

(08/04/2015 - 18:39)

Salve, è da circa un mese che stiamo avendo rapporti non protetti in cerca di una gravidanza e da circa 2 settimane che continuo ad avere perdite di sangue. Mi devo preoccupare?

Lettera non firmata

È possibile che rapporti frequenti possano causare irritazione e qualche sanguinamento. Tuttavia meglio fare una visita. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Test sempre negativi: posso stare tranquilla?

(07/04/2015 - 17:52)

Il mio ultimo ciclo ormai risale al 28 Febbraio, ho avuto un rapporto non protetto il 12 Marzo. Voglio specificare che anche il mese prima era stato irregolare, dice il ginecologo a causa di alcune gocce ansiolitiche che sto prendendo a causa di attacchi di panico. Tuttavia avendo avuto un rapporto, questo mese il ritardo mi preoccupa. Dunque: Il 30 ho fatto un test di gravidanza risultato negativo. Il 31 ho fatto una beta HCG plasmatica anche questa negativa. Ad otto giorni di ritardo ne ho rifatto un altro sempre negativo. L'ultimo l'ho fatto questa mattina ed era sempre negativo. Nonostante il mio ciclo ora sia sballato e di conseguenza non ho idea della mia ovulazione, comunque oramai l'ormone ci dovrebbe essere, no? Posso escludere i falsi negativi?

Lettera non firmata

Se non ha avuto altri rapporti dopo quello del 12 marzo, con il test negativo fatto a 8 giorni dal ritardo può star tranquilla. Ma non è meglio adottare un metodo anticoncezionale, che vivere quest'ansia ogni mese? Visto che poi comunque ha rapporti non protetti. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Presunta gravidanza

(07/04/2015 - 14:51)

Buongiorno dottoressa, mi chiamo Gaetano, ho 16 anni e alla fine di febbraio ho avuto un rapporto con la mia ragazza un giorno prima del ciclo e l’ho sporcata. Il ciclo le è arrivato con 2 giorni di ritardo e le è durato meno del solito. Poi circa due settimane fa, per l'esattezza il 21 marzo, doveva venirle il ciclo, ma le è venuto con 2 giorni di ritardo. Di solito la mia ragazza è precisa e i dolori li sente tre giorni prima, mentre questo messe i dolori li ha sentiti solo quando le è arrivato, cioè dopo 2 giorni dalla presunta data. Ora sono passate due settimane e ha di nuovo i dolori, si sente bagnata all'interno… io mi sono andato a interessare un po’ su internet e abbiamo visto che ha tutti i sintomi di una gravidanza, e ho letto anche che esistono gravidanze che vengono con il ciclo. Secondo lei, dottoressa, può essere incinta?

Gaetano

Caro Gaetano,
per una diagnosi di gravidanza deve avere un ritardo mestruale. Se ha un dubbio le conviene comunque fare un test su sangue o sulle urine e un controllo da un ginecologo. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Gli ipoglicemizzanti orali ostacolano il concepimento?

(07/04/2015 - 12:48)

Salve. Mi hanno prescritto ipoglicemizzanti orali per evitare l'innalzamento degli zuccheri causati da una cura intensa a base di cortisone. Vorrei sapere se l'uso di questi farmaci ostacola il fatto di rimanere incinta?

Lettera non firmata

Gentile Signora,
gli ipogligemizzanti orali sono di vari tipi. Quelli di prima generazione sono sconsigliati in gravidanza per varie ragioni e anche per presunti effetti teratogeni sul feto, e quelli di ultima generazione sono stati poco studiati, in linea di massima. La metformina che spesso viene usata nel trattamento delle iperinsulinemie in soggetti con ovaio micropolicistico, potrebbe aumentare l’incidenza di aborto nel primo trimestre. Si tratta di aumento di rischio, non di certezza. Se non strettamente necessario è consigliabile non assumerli, se si ha in programma di concepire. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

La vagina dopo il parto naturale tornerà come prima?

(07/04/2015 - 10:44)

Salve, ho partorito due mesi fa con parto naturale e episiotomia, e ho notato che la vagina è più larga rispetto a prima del parto. Tornerà come prima? E dopo quanto tempo? Saluti

Lettera non firmata

I genitali di chi ha partorito conservano delle connotazioni. Non sempre si tratta di peggioramenti, ma solo delle variazioni. Comunque due mesi sono ancora pochi e può sicuramente acquisire un miglior tono dei tessuti, specie con la ripresa del ciclo ovarico e delle mestruazioni. Rivaluti il tutto con il suo ginecologo due tre mesi dopo la ripresa di mestruazioni regolari. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Test delle urine al quinto giorno di ritardo risultato negativo

(07/04/2015 - 10:33)

Salve, sono una ragazza di 18 anni. Fino a due mesi fa ho sempre preso la pillola in modo regolare, dopo la sospensione per il primo mese le mestruazioni mi sono arrivate regolari, ovvero al 28esimo giorno. Ora però sono al secondo mese dopo l'interruzione e sono al 42esimo giorno di ciclo ma ancora nessun segnale mi spinge a pensare che mi stiano per arrivare. Ho avuto rapporti non protetti con il mio ragazzo nei giorni 14 e 15 dopo la comparsa del primo ciclo. Da quasi una settimana avverto un fastidio nel momento in cui schiaccio leggermente la parte del basso ventre e lo sento un po' gonfio, inoltre sento i seni un po' gonfi e i capezzoli e le areole si sono ingrossati, ma non scuriti. Da qualche giorno ho episodi di stanchezza improvvisa e da tre giorni soffro di episodi di diarrea mattutina, non so se questa sia riconducibile ad una possibile gravidanza. Ho fatto un test delle urine al quinto giorno di ritardo ma è risultato negativo. È possibile che si tratti di una gravidanza, oppure potrebbe solo essere un ritardo? Grazie per il gentile aiuto. Cordiali saluti

Lettera non firmata

Cara amica,
provi a ripetere il test. In caso fosse ancora negativo, le consiglio un controllo dal suo ginecologo. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Gravidanza extrauterina

(06/04/2015 - 10:11)

Salve, le scrivo per avere un consulto. La data del mio ultimo ciclo risale circa tra il 28 febbraio e il 4 marzo. Successivamente ho fatto un esame del sangue per sospetta gravidanza ed é risultato positivo. In data sabato 4 aprile volevo vedere il "bambino", e seppur mi abbiano detto che era ancora troppo presto per vederlo, mi hanno trovato una "palla" anomala di fluido vicino all’ovaia destra. Da quel momento il sospetto di una gravidanza extrauterina. Adesso sto facendo una serie di esami per determinare quali delle due cose sia il mio caso. In passato ero stata affetta da herpes vaginale e gli esami successivi erano negativi, cioè non rilevavano nulla. Ad oggi che rischi potrei correre io e il mio bambino?

Irene

Gentile Irene,
per quanto riguarda il sospetto di gravidanza extrauterina deve seguire le indicazioni dei suoi curanti. Con un controllo a distanza, con ecografia transvaginale anche della beta-HCG, sarà possibile la diagnosi. Saprà cioè se la gravidanza compare regolarmente in utero o no. Controlli troppo precoci purtroppo espongono a risultati poco attendibili e fuorvianti. Per quanto concerne l'herpes genitalis dovrebbe comunque avere l'immunità, quindi sono perplesso di questi controlli successivi negativi. In ogni caso non si preoccupi per la gravidanza. L'herpes di solito non viene neanche screenata e ci si limita in genere a toxoplasma, rosolia, CMV e sifilide. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Danni al feto causati da cattiva alimentazione?!

(04/04/2015 - 18:55)

Salve dottore, ieri ho scoperto di essere in dolce attesa di 2-3 settimane tramite un test digitale. Il mio ultimo ciclo è stato il 26 febbraio. Da quel giorno ad oggi ho fatto tanto sport in palestra e mangiato crudità (solo 1 volta), insaccati, tisane di finocchio e raramente alcool senza abusarne. Posso aver causato danni al feto?

Lettera non firmata

Non so cosa intenda nel dettaglio per “crudità” (verdura? se sì disinfettata o no? Pesce e frutti di mare? Etc.). Anche il termine insaccati è associabile ad una notevole mole di prodotti. Nello specifico non posso quindi rispondere. Probabilisticamente però non dovrebbe essere successo nulla di negativo. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Ho assunto Acido folico con nausea e vomito

(03/04/2015 - 20:33)

Buonasera dottori, oggi sono alla undicesima settimana di gravidanza. Fino a due giorni fa ho avuto molte nausee e vomito. Come faccio a sapere se l'acido folico ha fatto effetto? Ci sono rischi per il bambino!? Grazie in anticipo per le risposte. Saluti

Sonia

Gentile Sonia,
credo che lei si riferisca all'uso dell'acido folico quale profilassi delle malformazioni del sistema nervoso centrale. Perchè si ottenga in pieno questo effetto, l'acido folico andrebbe preso addirittura un mese prima dell'inizio della gravidanza, il che accade di rado. Non si faccia eccessivo scrupolo di questo. Si tratta di una profilassi, non di una terapia essenziale. Oltretutto per fortuna nella nostra area geografica i disturbi del tubo neurale non sono poi così frequenti e in genere si riesce a diagnosticarli con una buona ecografia strutturale. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Perdite marroni rosate: potrebbe essere un aborto interno?

(03/04/2015 - 17:42)

Salve, le descrivo la mia situazione: ho avuto l'ultimo ciclo il 24 febbraio. Ho saputo di essere incinta il 30 marzo andando in ospedale perchè avevo dei dolori al basso ventre con perdite marroni e mi hanno comunicato che il mio hcg era di 137. L'ho ripetuto dopo 2 giorni ed era di 173. Ho fatto un’altra visita e mi hanno detto che il sacco non si vedeva ancora; sono andata a fare una visita da un ginecologo e mi ha detto che avevo un aborto interno. Ho ripetuto l'hcg dopo due giorni ed è 215, però ho sempre queste perdite marroni rosate. È normale tutto ciò? Se era un aborto interno l'hcg aumenta?

Lettera non firmata

In caso di aborto la beta hGG plasmatica può anche aumentare, ma di poco e non in maniera adeguata (in assenza ovviamente di complicanze molari). In effetti l’aumento nel suo caso è stato veramente minimo.
Ad ogni modo, siccome la visualizzazione del sacco e del battito è fortemente influenzato dalla esperienza del medico che esegue l’ecografia e dalla potenza dell’apparecchiatura, ripeta l’esame ecografico dopo sette giorni, e ripeta ogni tre o quattro giorni le beta hGG plasmatiche. Tutto questo per cautela. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Violente contrazioni post rapporto sessuale

(03/04/2015 - 12:10)

Buongiorno, vi espongo il mio caso, nella speranza di vedere un po’ di luce. È da un anno che ho una compagna, siamo 50-enni coetanei. Lei è una donna piena di forza e di vitalità, dimostra molti meno ani, io sebbene giovanile ho meno energia di lei. Con l'avanzare della nostra unione, i rapporti sessuali sono diventati sempre più intensi, accesi quasi "aggressivi", al punto che lei non smetterebbe mai, andando avanti per ore, mentre io avrei bisogno di alcune pause. Praticamente faccio fatica a starle dietro. Da un po' di tempo lei, sia prima di incontrarci sessualmente sia dopo il rapporto manifesta delle fortissime contrazioni che interessano tutto il corpo interno ed esterno. La scuotono talmente tanto per quanto sono forti e potenti che poi la lasciano stordita e spossata. Tali contrazioni durano anche più di un’ora causandole, a volte, anche alcuni orgasmi. Lei dice che basta che io le parlo in un certo modo e o che addirittura le basta pensare a me per scatenare il tutto. Ma la parte più violenta si verifica dopo il rapporto sessuale. In tale situazione lei si sente a disagio adombrando la possibilità di non essere normale, ma soprattutto le crea un forte stress fisico al quale non sa e non sappiamo come dare un freno. Lavorando in ambito medico lei afferma che non ci sono cure, forse solo l'uso di sedativi può avere effetto, e quindi rinuncia anche ad informarsi. Io non voglio darmi per vinto, ed essendo convinto che lei non sia malata, come lei afferma, ho deciso di andare avanti nella ricerca almeno di una indicazione che ci permetta di stare più sereni. Grazie

RP

Gentile RP,
si tratta di un disturbo non molto conosciuto, ma descritto in letteratura. Le riporto un abstract di un lavoro scientifico "This article describes a phenomenon, persistent sexual arousal syndrome (PSAS), which heretofore has not been noted or described in the sexuality, psychiatric or medical literature. The syndrome is precisely the opposite of female sexual arousal disorder (FSAD), in that the woman's complaint is of excessive and often unremitting arousal rather than of deficient or absent arousal. Five case descriptions are reported, highlighting the essential feature of the syndrome persistent physiological arousal in the absence of conscious feelings of sexual desire. To date, no obvious hormonal, vascular, neurological, or psychological causes have been identified as underlying the symptoms of any of these patients. The cases are presented in the hope that they will stimulate efforts to investigate the prevalence, etiology, course, and management of PSAS."
In qualche caso è stata ipotizzata una qualche irritazione di taluni tessuti che provocherebbe questa stimolazione eccessiva. In altri un'alimentazione molto ricca di soia e derivati della soia. Il mio suggerimento è di fare comunque una visita ginecologica per escludere elementi patologici, e poi potrebbe utilizzare, sotto la guida di uno psichiatra, qualche antidepressivo che presenta quale effetto collaterale proprio una difficoltà nel raggiungere l'orgasmo. Ovviamente se c'è la volontà di attenuare questi fenomeni. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Fumo due sigarette al dì: è tanto pericoloso per il mio bimbo?

(03/04/2015 - 10:51)

Buongiorno, sono di 10 settimane e prima di rimanere incinta fumavano 15 sigarette al giorno. Purtroppo non sono riuscita a smettere definitivamente. Attualmente ne fumo solo due al dì e solo quando sono a lavoro. È tanto pericoloso per il mio bimbo? Avrà problemi gravi? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
se si manterrà sul numero di due, non ci saranno conseguenze serie. Tuttavia, dato che, se non so spenderà del tutto la sua dannosa abitudine, è sicuro che dopo la gravidanza riprenderà a fumare esattamente come prima. E allora, perché non fare uno sforzo ulteriore e smettere completamente, e per sempre? Al suo bambino non serve il cattivo esempio da parte della mamma. Auguri

Prof. Domenico Enea
Ginecologo - Roma

Eosinofilia in gravidanza

(02/04/2015 - 17:15)

Sono alla sedicesima settimana di gravidanza e sto effettuando terapia con Clexane 4000 e Cardioaspirina per un aumento delle resistenze delle arterie uterine. Dopo 12 giorni di terapia ho riscontrato una eosinofilia (0,78x10^3/microlitro v.n 0,0-0,6, 10%), i restanti valori dell'ematocrito sono nei limiti. L'eosinofilia potrebbe essere causata dal Clexane? In caso affermativo è possibile continuare la terapia senza rischi oppure bisogna sospenderla o sostituirla con altro farmaco? Grazie. Cordiali saluti.

Lettera non firmata

Gentile Signora,
in casi relativamente poco frequenti, l’eparina può causare aumento degli eosinofili. Quando causato dal farmaco, tale aumento in genere non causa nessun problema. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Degenerazione molare in corso?

(31/03/2015 - 15:19)

Salve Dottor Annona, Vorrei tanto un Suo parere. Sono a 4 mesi e 14 giorno da un raschiamento con aborto ritenuto ed ora ho 1,8 di beta. Per il ginecologo che mi ha seguito ed ora sono entrata in contatto per una impegnativa per il beta, ne avevo 7,8 a gennaio ma la mia dottoressa ha detto che patologicamente non consisteva, qualcosa del genere e non me l'ha prenotato. La questione è che vorrei provarci ancora e siccome la mia gravidanza ha avuto un inizio di mola vescicolare, eliminato col raschiamento, non riesco ad essere serena, visto avere ancora residuo della beta. Il ginecologo in questione ha detto che ora non avrei problemi perché se il residuo placentare fossero in me la beta sarebbe alta. Comunque, vorrei sapere, dove finirà questo 1,8 di beta? Se io rimanessi incinta, cosa succederà, non penso sparirà. Come farò a sapere se non si è sommato con quello della nuova gravidanza? Non so come fare. Ho già letto tanto che sarebbe meglio che si azzerasse prima di una nuova gravidanza, ma mi dicono che non è il caso, che posso provare già d'ora. Nelle mie dimissioni ho sentito che se la causa del mio aborto fosse stata della placenta, rischiavo in futuro una brutta malattia, e così è stato, ossia, nello istologico dice che tra aborto o mola, la seconda opzione è la più probabile e che avrei dovuto fare dei controlli. Ma da gennaio non mi fanno fare più niente e non mi faranno più nessun esame. Preciso che ho compiuti 40 anni a febbraio ed ho una bimba di quasi 6 anni. Ripeto lo istologico: "NOTIZIE CLINICHE. |**QUESITO CLINICO**: sospetto ecografico di mola vescicolare. Dall'archivio informatico: Numerose ecografie: il 18/10 non sono rilevati echi embrionari ed il 5/11 rilevata camera oculare con CRL corrispondente a w 6+6, assenza di attività cardiaca e diagnosi di aborto ritenuto. REPERTO MACROSCOPICO. Materiale oculare = numerosi frammenti grigio-brunastri delle dimensioni in aggregato di cm 8.0, comprendenti lembi di verosimile decidua (materiale incluso in modo completo). GIUDIZIO DIAGNOSTICO. Coaguli ematici, lembi di decidua e numerosi villi coriali idropici, avascolari e di dimensioni variabili, con spessore aumentato del trofoblasto che appare talora ramificato. Non sono riconosciute parti fetali nel material in esame. Si pone il problema della diagnosi differenziale tra aborto idropico ed una iniziale trasformazione in mola idatiforme. L'occasionale presenza di cisterne e l'assenza di polarità nella proliferazione del trofoblasto suggeriscono di orientarsi verso la seconda ipotesi, rendendo * opportuno il monitoraggio clinico-strumentale relativo." *Ho evidenziato io questo pezzo, perché vorrei sapere, caso mi potete dire, quale sarebbe questo monitoraggio e fino quando. Preciso che ho fatto due controlli beta e due ecografie dopo il raschiamento. Ecografie a posto, per il beta, a dicembre era a 82,0, a gennaio 7,8 ed ora a marzo (il 25) è di 1,8. - Ripeto, cosa succede con questo 1,8? È un ormone che deteriorabile? Non riesco a capire e Vi chiedo scusa. E se io rimanessi incinta, cosa succede, si somma al nuovo? E se io non rimanessi incinta, dopo la prossima mestruazione mi convieni ancora controllare se si è azzerato? Grazie infinite per qualsiasi osservazione.

Rosa Maria

Gentile Rosa Maria,
1,8 è già un risultato che può considerarsi negativo. È difficile che i metodi utilizzati diano "zero". Può stare tranquilla: un'eventuale degenerazione molare in corso darebbe valori ben più elevati. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Si può rimanere incinta da vergine con dita sporche di liquido pre-eiaculatorio?

(29/03/2015 - 22:25)

Salve gentili medici, ho 16 anni e qualche giorno fa io e il mio ragazzo abbiamo avuto un primo contatto. Era appena finito il mio ciclo, io sono ancora vergine, e dopo aver toccato lui ho toccato me stessa. Lui non ha eiaculato, quindi potrei aver avuto le mani sporche solo di liquido pre-eiaculatorio in ogni caso, e ho ancora l'imene intatto. Ci sono possibilità che io rimanga incinta?

Lettera non firmata

Penso di no. Però capirai che solo tu sai effettivamente le cose come sono andate. Senza penetrazione è difficile, ma non impossibile. Quindi attenzione. Nei consultori spesso ci sono degli ambulatori dedicati alle adolescenti. Puoi andare lì per avere informazioni e consigli. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Aborto spontaneo e possibilità di iniziare una nuova gravidanza

(28/03/2015 - 16:09)

Salve, ho avuto un aborto spontaneo al quarto mese, con raschiamento, per circa 20 gg successivi al raschiamento ho avuto perdite ed oggi, a distanza di 43 gg, ho avuto il primo ciclo. Siamo in attesa dei risultati cromosomici, pertanto chiedo: possiamo iniziare a progettare una nuova gravidanza?? Mi consigliate altre analisi?? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
anche se in tal senso i pareri sono discordanti, secondo me può ritentare più o meno da subito (magari dopo il successivo ciclo) un’altra gravidanza. Alcuni consigliano di aspettare qualche mese per consentire ad una ipotetica causa patologica di esaurirsi. Prima di ritentare però, eseguirei una serie di esami, come ecografia addome e pelvi, esami infettivologici e tamponi vaginali, fattori genici coagulativi, principali esami autoimmunitari ed ormonali. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Irregolarità mestruale e ricerca di gravidanza

(27/03/2015 - 10:16)

Gentilissimi dottori buongiorno! Sto cercando la mia seconda cicogna, sono 3 mesi, ma da quando ho rapporti non protetti, ho ciclo anticipato di 5 e 10 giorni. Ora mi doveva arrivare il 1 aprile, invece mi è arrivato il 27 marzo, 2 volte in un mese! Ho fatto eco e analisi ed è risultato tutto nella norma… ma è normale questa cosa? Dato che non ho mai avuto un ciclo regolare, ma sempre minimo di 10 giorni di ritardo. Grazie, vi prego, rispondetemi. Grazie

Lettera non firmata

Non avendo cicli regolari è impossibile prevedere il periodo ovulatorio. Se vuole accelerare il concepimento, esegua il monitoraggio ecografico del follicolo. Questo contribuirà a capire quando ovula e se ovula. Ciò potrà essere estremamente utile in vista di un concepimento futuro. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Sintomo precoce di gravidanza o mestruazioni in arrivo?!

(26/03/2015 - 12:34)

Buongiorno gentili dottori, volevo poter gentilmente risolvere un dubbio. Il 24 febbraio ho subito un raschiamento in seguito ad un aborto ritenuto con emorragia in corso. Circa 8 giorni fa ho avuto un solo rapporto con mio marito con coito interrotto ed eiaculazione avvenuta fuori dopo 5-6 secondi. Ora vedo le areole del seno molto grandi, ma nessun altro sintomo particolare. Secondo voi può essere sintomo così precoce di gravidanza o un avviso delle mestruazioni in arrivo (il primo ciclo dopo l'intervento)? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
per stemperare ogni dubbio, Le consiglio un controllo dal suo ginecologo. Auguri

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Stop rapporti sessuali dalla 22 alla 31 settimana????

(26/03/2015 - 10:43)

Salve dottore, ho 38 anni e sono alla 23esima settimana di gravidanza. È una gravidanza assolutamente normale, avvenuta naturalmente e senza alcuna complicazione. Il mio ginecologo a inizio gravidanza mi disse che non dovevamo assolutamente aver paura di avere rapporti sessuali, quindi anche nei primi 3 mesi di gestazione non erano assolutamente vietati, ma che dovevamo fare uno stop dalla 22esima settimana fino alla fine della 30esima settimana, per paura che si potessero rompere le membrane... Cercando su internet il motivo di questo divieto, mi sono però resa conto che tutti i ginecologi online invece consigliano il sesso anche in questo periodo. Quello che non capisco è se questo pericolo si può presentare solo con la penetrazione oppure anche solamente con l'orgasmo, e se realmente il pericolo ci può essere, oppure se proprio non esiste. Avrei bisogno di avere una risposta certa da lei, in quanto il mio compagno è stato via un mese intero per lavoro e torna tra 3 giorni... e vorrei sapere se devo rispettare questo stop oppure se è solamente una "tortura" senza senso... Attendo la sua risposta in tempi brevi. Grazie infinite.

Nadia

Gentile Nadia,
come anche nelle altre mie risposte, vi invitiamo sempre a non chiederci un parere sull'operato del vostro medico. La vostra descrizione potrebbe non essere precisa, o potrebbe essere monca di qualche particolare importante e quindi il nostro giudizio potrebbe essere errato, oltre che scorretto. Potrebbero esserci altre cause, anamnestiche, cliniche, o di altro tipo, che hanno determinato le conclusioni del suo medico e quindi le informazioni che trova su internet potrebbero non essere applicabili al suo caso specifico. Legga in generale il mio articolo sui rapporti in gravidanza, ma lo prenda come il parere di un ginecologo e non come una regola applicabile a tutti. Cordiali saluti

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Ho deciso di smettere di fumare. Ho già provocato danni al mio bambino?!

(25/03/2015 - 19:44)

Buongiorno, ho scoperto di essere incinta. U.m. mese fa ed ero di 5 settimane, da fumatrice incallita ho ridotto a 1/2 sigarette al giorno, ora sono di 9 settimane e ho deciso di smettere definitivamente. Ho già fatto del male al mio bimbo? È troppo tardi? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
se terrà fede al suo proposito di smettere definitivamente, non ci sarà alcun danno fatale. Non ricominci però dopo la nascita del bambino! Auguri

Prof. Domenico Enea
Ginecologo - Roma