31/10/2014
Registrati alle settimane di gravidanza

Il Medico Risponde

Il Ginecologo risponde

a cura dei Dottori


NT e identificazione settimana

(29/10/2014 - 23:20)

Gentili dottori, Spero vivamente in un vostro aiuto. Ho eseguito la Nt a 12 settimane esatte da ultimo ciclo. Il medico che non conoscevo però mi ha fatto preoccupare e tornata a casa ho cercato informazioni su internet ma onestamente se confronto i miei dati con altre donne alla mia stessa settimana mi ritrovo se guardo le tabelle biometriche non riesco a capire. Il piccolo misura 54 mm Diametro biparietale 18.9mm Nt 1.4 Osso nasale visualizzato Ac 60mm Hc 74 mm Il medico ha sottolineato il fatto che ha il testone e non corrisponde all'epoca mentre la lunghezza si. Però sul referto non ha segnato nessuna data parto diversa da quella indicata da UM. Sono valori così alti? Potrei chiedere la cortesia di sapere a che epoca corrispondono il diametro biparietale e hc? (ho usato un calcolatore on line per il calcolo biometrico e da per il dbp 11.768 settimane, ma non credo sia corretto, mentre hc oltre le 14.343). Devo a vostro avviso fare accertamenti aggiuntivi? Grazie e scusatemi, ma sono in ansia.

Lettera non firmata

Onestamente i valori che mi trascrive, nelle mie tabelle sono perfettamente compatibili con 12 settimane. Non vedo nè un testone nè particolari discrepanze. Consideri che nessun feto ha tutte le misure perfettamente al 50° percentile e che ci possono essere sempre lievi spostamenti fra una misura e l'altra. Per ridatare una gravidanza in genere occorre che la differenza sia almeno di una settimana per tutti i parametri. Differenze inferiori non le consideriamo. Qualche volta di fronte a una testolina un po' più grossa, o arti lunghi, azzardiamo a dire "è grosso", "è lungo", ma più per scherzare o per fare una improbabile previsione, che per esprimere un parere scientifico. Stia tranquilla.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Esami ormonali nella fase follicolare

(28/10/2014 - 17:04)

Salve dottore, ho eseguito al quarto giorno di ciclo perchè il terzo era di domenica i primi esami ormonali dell'fsh e dell'lh, i miei valori sono fsh: 6.04, lh: 4.91. Volevo sapere sono nella norma? Grazie

Lettera non firmata

È importante che, in ogni fase del ciclo, l'FSH sia sempre maggiore dell'LH. Non riporta i valori di riferimento che possono variare da laboratorio a laboratorio. Ad ogni modo mi sembra tutto normale. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Sangue marrone

(28/10/2014 - 13:44)

Buongiorno, sono nella 7a settimana (7+1) e da qualche giorno ho perdita di sangue marrone. Ieri per scrupolo sono andata al Pronto Soccorso e la ginecologa mi ha detto, che é tutto a posto, il cuore batte ed é in una buona posizione. Succede spesso? Cosa può essere la causa di questi sanguinamenti? Grazie!

Marty

Gentile Marty,
molte gravidanze hanno all'inizio questo inconveniente. Pur definendosi "minaccia d'aborto", per fortuna solo poche esitano effettivamente in un aborto. Le cause possono essere molteplici e si possono fare solo ipotesi: in genere gli impianti bassi tendono a sanguinare, oppure un annidamento eccentrico nella cavità uterina, può consentire alle superfici della cavità non occupate ancora dalla gravidanza di sanguinare. Deve pensare che il prodotto del concepimento, quando si annida nell'utero, lo fa proprio erodendo la superficie interna dell'utero. Non è difficile immaginare che qualche vasellino possa sanguinare, anche se la gravidanza sta procedendo bene. Cordiali saluti,

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Pillola dimenticata

(28/10/2014 - 11:04)

Salve, volevo esporre il mio dubbio: Ho iniziato il blister della pillola yasminelle martedì 21 ottobre, domenica Matt 26 ottobre ho avuto un rapporto, ma la sera ho dimenticato di prendere la pillola. Me ne sono accorta solo lunedì sera quando ho preso quella dimenticata e quella del giorno in corso. Corro dei rischi in termini di gravidanza? Grazie

Lettera non firmata

In teoria, il rischio di gravidanza in caso di dimenticanza senza prendere la pillola dimenticata entro 12 ore, esiste. In pratica però la possibilità di rimanere gravida è realmente bassa. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

BHCG: i valori vanno bene?

(27/10/2014 - 15:20)

Buongiorno, ho qualche domanda da fare data la mia confusione: il giorno dell'ultimo ciclo mestruale è stato il 20/09/2014, la data presunta del concepimento il 04/10/2014. Secondo voi in quale settimana mi trovo? Inoltre, in data 24 Ottobre ho eseguito il test delle bhcg sul sangue ed il valore risultato è 632. A vostro parere è una gravidanza normale, con il valore in linea con i tempi oppure no? Cordiali saluti

Irene

Gentile Irene,
dovrebbe essere alla 5 sett. e due giorni. La beta hCG plasmatica può essere considerata normale. La variabilità di tali valori è notevole, quindi ė importante soprattutto valutare l'incremento ogni 3 giorni. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Basso incremento della betahcg: posso ancora sperare?

(27/10/2014 - 11:40)

Buongiorno, volevo esporre la mia situazione per sapere se posso ancora sperare nella riuscita della mia gravidanza. Ho avuto un aborto interno alla settima settimana di gravidanza con uterosuzione eseguita il 24/02/14. Dall'aborto non ho più avuto un ciclo regolare. La mia situazione attuale è: - ultimo ciclo il 22/08/2014; - test di gravidanza sulle urine con risultato negativo il 23/09/2014; - test di gravidanza sulle urine con risultato positivo il 02/10/2014. Ho immediatamente fatto il beta hcg: 369; - secondo controllo del beta hcg il 09/10/2014 valore 3420 e la prima ecografia pelvica fatta il 12/10/2014 ha rilevato la presenza della cameretta di piccole dimensioni; - terzo controllo di beta hcg il 16/10/2014 valore 8600 ed ecografia pelvica fatta il 17/10/2014 ha rilevato una cameretta di dimensioni maggiori e visibile il sacco vitellino; - quarto controllo di beta hcg il 23/10/2014 valore 11460 ed ecografia pelvica fatta il 26/10/2014 ha rilevato una cameretta di dimensioni invariate e sacco vitellino con visibili poche cellule embrionali. La mia ginecologa sostiene che a questo punto della gravidanza dovrebbe già essere visibile un embrione di almeno 5 mm con attività cardiaca e mi ha consigliato di aspettare un'altra settimana e ripetere il beta. Non mi ha lasciato grosse speranze. La mia domanda è: considerato che probabilmente il concepimento è avvenuto in ritardo rispetto all'ultimo ciclo del 22 agosto, è possibile che non sia visibile l'embrione perché ancora in fase di formazione? Grazie

Antonella

Gentile Antonella,
le consiglio di aspettare e ripetere un'ecografia. Auguri

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Cisti endometriosica

(27/10/2014 - 10:58)

Buongiorno, tempo fa ho scoperto di avere una ciste endometriosica, sono stata operata ed è andato tutto bene. Da quando ho avuto la prima mestruazione, a parte qualche irregolarità, non ho avuto mai nessun ritardo, anzi mi anticipa sempre anche quando sono un po’ sotto stress. Il 3 ottobre mi doveva venire il ciclo, invece non mi è venuto. Il 9 ottobre nel pomeriggio ho avuto delle macchioline rosa fino alla sera, da premettere che nei giorni prima avevo perdite bianche, un po’ di nausea, cioè mi sentivo strana. Questa cosa non mi era mai successa, ogni volta che mi viene il ciclo inizio con delle macchie scure e poi mi viene subito il ciclo. Visto il ritardo, l'indomani ho fatto il test di gravidanza, tornata a casa inizio ad avere dei dolori fortissimi di pancia e mi accorgo di avere una perdita di sangue molto elevata, a tal punto che per la prima volta il ciclo mi è durato 6 giorni, ogni volta 4 o 5 giorni era la durata. Dopo il 16 ottobre ultimo giorno di ciclo, nei giorni a seguire mi accorgo di avere sempre delle macchie scure fino a ora ho sempre macchie e ogni tanto dolori di pancia e un mal di schiena atroce… che può essere? Visto che non mi era mai successa una cosa simile? Cosa devo fare? La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

Lettera non firmata

Gentile Signora,
non riesco a capire via e-mail cosa sia successo. Le consiglio di eseguire un'ecografia transvaginale. Visto che é stata operata di cisti endometriosica, se non cerca la gravidanza, sarebbe prudente assumere una terapia ormonale (pillola contraccettiva ad esempio) per prevenire una recidiva di endometriosi. Cordiali saluti

Prof. Simone Ferrero
Ginecologo - Genova

Rapporto 4gg di ciclo con rottura del preservativo

(26/10/2014 - 11:29)

Salve, ho avuto il ciclo il 22/10. Ho avuto un rapporto completo con il mio partner che non si è accorto che il preservativo si era rotto il giorno 25/10. Ho letto che con il ciclo la possibilità di rimanere incinta è minima. Vorrei sapere se è cosi. Ho il ciclo quasi sempre di 28 giorni. Secondo la tabella di fertilità il 4gg di ciclo non è un giorno fertile. Aspetto una vostra risposta. Nel ringraziarvi vi porgo distinti saluti.

Anna

Gentile Anna,
come ha già letto, è molto improbabile. Tuttavia è da ricordare che per l'OMS non esiste un giorno sicuro al 100%, neanche durante le mestruazioni. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Esame del sangue per beta hcg, dubbi!

(24/10/2014 - 23:20)

Salve, vorrei chiedere delle informazioni. Per timore di essere incinta, la ginecologa mi ha consigliato di fare le analisi del sangue per rilevare la beta hCG plasmatica. Le analisi le ho fatte ieri a distanza di 27 giorni dal rapporto a rischio e il valore è risultato 0,5, quindi negativo, perchè inferiore a 5. La ginecologa mi ha detto che inferiore a cinque il risultato è negativo, ma quello che vi volevo chiedere è questo: il fatto che abbia fatto le analisi del sangue a distanza di 27 gg dal rapporto a rischio fa si che il risultato sia attendibile, giusto? Se fossi stata incinta le beta non avrebbero dovuto essere 0,5, giusto? So che i test sulle urine casalinghi si possono fare a distanza di 15 gg dal rapporto, ma per le analisi del sangue invece?

Lettera non firmata

Gentile Signora,
in caso di gravidanza la beta hCG plasmatica sarebbe risultata positiva. Per eccesso di zelo la ripeta dopo una settimana. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Pillola interrotta, posso concepire?

(24/10/2014 - 22:55)

Salve, ho 18 anni, ho avuto il ciclo da sospensione, poi ho iniziato il nuovo blister e ho preso le prime due pillole poi l'ho interrotta (Drosure generica Yasmin, la prendevo da quasi 3 anni) per cercare di concepire, è da quattro giorni che non la prendo e che io e il mio ragazzo lo facciamo senza protezioni... c'è possibilità che possa avere già in circolo il concepimento, si può? P.S. l'ultima pillola l'ho presa lunedì sera alle 20. Grazie

Denise

Gentile Denise,
credo che abbia un po' le idee confuse. È impossibile che in 4 giorni sia già avvenuto il concepimento. La maturazione follicolare impiega circa 14 giorni e parte dal 1° giorno della mestruazione. Questo in una donna con dei cicli regolari. Nel suo caso, con la pillola presa fino a 4 giorni fa, tutto ci si può aspettare, tranne che inizi una fisiologica e regolare maturazione follicolare. Deve dare al suo fisico il tempo di "accorgersi" che è venuto a mancare il freno all'ovulazione della pillola, che parta un nuovo ciclo ovarico e che si arrivi ad un follicolo maturo. Inoltre, poiché il fisico non è un meccanismo svizzero di precisione, la cosa può essere quanto mai variabile da persona a persona. E ancora, noi medici consigliamo una sospensione della pillola di almeno due mesi prima di provare per una gravidanza. In ultimo la invito a ponderare bene la scelta di una gravidanza a 18 anni. Posso presumere che se fino a 4 giorni fa prendeva la pillola, la decisione di avere una gravidanza sia stata alquanto precipitosa. La invito a ponderare bene come cambierà la sua vita con una gravidanza. Una volta ben convinta, lei, e soprattutto il bimbo che nascerà, potrete contare su una procreazione pienamente consapevole. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Piastrinopenia all’ottavo mese di gravidanza

(24/10/2014 - 12:50)

Salve, sono una futura mamma di 35 anni alla 33esima settimana. Dall'ultimo esame del sangue i valori delle piastrine sono scesi a 89... ora dovrò effettuare un emocromo a caldo ed eventualmente un consulto dall'ematologo. Mi saprebbe dire quali rischi corro io e quali la mia bambina? Esiste una terapia? Ed inoltre con questi valori è necessaria? Grazie P.s. Non ho problemi di ipertensione o di diabete gestazionale.

Lettera non firmata

Buongiorno,
una diminuzione dei valori dell'ematocrito e delle piastrine può essere normale in gravidanza per una fisiologica emodiluizione nel 3' trimestre di gravidanza. Il consulto con un ematologo potrà valutare eventuali patologie concomitanti. È importante escludere altre patologie ostetriche correlato ad una piastrinopenia valutando i suoi esami ematochimici. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Di quanto sono incinta????

(24/10/2014 - 09:32)

Buongiorno, non riesco a capire di quanto sono incinta, ovvero ho avuto l’ultima mestruazione il 21-03 e con la prima ecografia fatta il 13 maggio risultavo essere di 8+6 invece di 7+5.... (CRL 19.1mm), quindi ridatata um verso il 13 marzo. Ieri, fatta eco di accrescimento (32 settimane esatte) mi è stata ridatata ancora, dicendomi che le misure del bimbo sono corrispondenti all'epoca di amenorrea (21 marzo), quindi sarei incinta di 30+5. Le dico le misure prese: DBP 79.8 mm, CC 279 mm, FL 62 mm e peso stimato gr 1700 +/- 10%. Ora il mio dubbio è: quale datazione devo ritenere attendibile e quindi quando è stato concepito il mio bambino? Grazie per la risposta che mi vorrete dare

Lettera non firmata

La gravidanza non si può ridatare alla 32 settimana. Quindi fa fede la datazione iniziale. Successive variazioni in più o in meno andranno debitamente considerate (es ritardi di crescita o viceversa feti più grandi etc.). Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Translucenza nucale

(23/10/2014 - 09:52)

Buongiorno, sono alla 11 settimana di gravidanza, seconda gravidanza per me, ho già una bambina di 7 anni. Entro la 13 settimana devo fare la misurazione e il prelievo per la translucenza nucale. Volevo sapere che valore deve avere per essere un bambino sano? Ed è vero che dato che ho 35 anni di età, devo fare la villocentesi o l'amniocentesi. Grazie anticipatamente

Rita

Gentile Rita,
"devo" non esiste mai in diagnosi prenatale. Ci si informa, si fanno le opportune valutazioni, insieme con suo marito e il suo consulente, e si "sceglie" cosa fare. Questo dovrebbe essere sempre chiaro. Per il test di screening non esistono valori singoli da considerare, ma si ottiene un risultato in termini di percentuale di rischio. Poi bisogna stabilire il cutoff, cioè la soglia al di là della quale decidere se fare o no l'esame invasivo come l'amniocentesi o la villocentesi. Valori assoluti non ci sono. È l'algoritmo del test che si incarica, partendo dal suo rischio di base che è quello dell'età, e considerando l'epoca gestazionale e altre caratteristiche, di calcolare il suo risultato. In genere noi consideriamo quale cutoff il rischio di 1:250. Numeri più grossi come 1:1000 significano rischio minore e quindi maggiore tranquillità, numeri più piccoli, come 1:40 indicano un rischio maggiore e quindi l'opportunità di scegliere di fare un esame invasivo diagnostico. Fermarsi solo al parametro età significa basarsi sul rischio di base appunto di 1:250, trascurando però importanti altri parametri che possono migliorare decisamente la sensibilità della previsione. Legga anche il mio articolo sul bitest. Cordiali saluti,

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Spotting o anomalia?

(22/10/2014 - 18:00)

Salve, le espongo il mio caso. Ho un ciclo regolare di 35 giorni. L'ultimo ciclo risale al 9/09. Ho avuto rapporti protetti il 28 e 29 settembre. Il 9-10-11-13 ottobre, ho avuto del muco con tracce di sangue (spotting), le tracce si presentavano una volta al giorno, dopo aver fatto pipì, di colore rosato, molto chiaro, un giorno ho avuto la fuoriuscita di due coaguli di sangue (la carta igienica era senza tracce di sangue). Ad oggi sono due settimane di ritardo. Escludendo una possibile gravidanza, a cosa potrebbe essere causato questo ritardo anomalo? Sottolineo inoltre che ho sempre dolori mestruali prima e durante il ciclo, che questa volta non si sono presentati. Cordiali saluti.

Lettera non firmata

Se non esegue una beta HCG plasmatica, un'ecografia transvaginale, non si può fare nessuna ipotesi reale. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Perdite in gravidanza

(22/10/2014 - 15:27)

Buongiorno, sono alla 19 settimana di gravidanza, premetto che ho già una bimba di 4 anni a un aborto spontaneo all'ottava settimana. Anche questa gravidanza è un po’ travagliata, cioè con perdite ematiche fin dall'inizio, che anche se poche continuano tuttora. Il mio ginecologo dice che se sono di lieve entità e non rosse, di non preoccuparmi, in quanto io ho un utero bicorne e almeno quattro fibromi, quindi potrebbero essere quelli la causa di queste perdite. lei cosa ne pensa? Grazie

Chiara

Gentile Chiara,
l'utero bicorne tende a sanguinare all'inizio della gravidanza, in quanto il corno vuoto subisce le stesse modifiche endometriali di quello gravido e quindi può sfaldare un po'. Tuttavia le caratteristiche delle perdite non costituiscono un indice prognostico, nel senso che grandi quantità di sangue possono non dare luogo ad un aborto, mentre un aborto può aversi anche senza alcuna perdita di sangue. Gli stessi fibromi costituiscono una spina irritativa nei confronti del buon andamento della gravidanza, ma non gli si può attribuire un sicuro significato per le perdite. Quindi io non mi farei prendere dal panico a causa di queste perdite. Osservi riposo e segua le indicazioni del suo ginecologo senza attribuire a queste perdite nessun significato. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Sono incinta o è solo un ritardo?

(22/10/2014 - 14:02)

Buongiorno, mi chiamo Mariagrazia, ho 29 anni, due bambini di 5 e 3 anni e oggi sono qui a scriverle perchè ho avuto le U.M. il 05/09/2014 e ad oggi ancora neanche l'ombra del nuovo ciclo. Premetto che soffro della Sindrome dell'ovaio micropolicistico, ma sinceramente da quando è nata l'ultima bimba il mio ciclo si era regolarizzato con cicli di 35/40 gg. Non cerchiamo un terzo figlio ma usiamo il coito interrotto, consapevoli del rischio. La mia temperatura basale è a 37.1, ma il test di gravidanza, fatto stamattina, è negativo. Non so più cosa pensare. Soffro di nausea, mal di schiena e dolori (leggeri) premestruali da circa 5 gg. La prego, mi dia un consiglio. La ringrazio anticipatamente.

Mariagrazia

Gentile Mariagrazia,
la sindrome dell'ovaio policistico sottende una certa difficoltà ad ovulare correttamente, quindi le mestruazioni difficilmente seguono un ritmo regolare (nel suo caso riferisce tendenza al ritardo con i 35-40 giorni). Se il test di gravidanza è negativo, il ciclo arriverà con un ritardo difficile da prevedere (ma forse a breve, visti i suoi sintomi), probabilmente in seguito ad un ciclo anovulatorio. Cordiali saluti.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Ciclo in ritardo

(22/10/2014 - 10:50)

Gent.mo Dottore, volevo porle il mio problema. U.m 19 settembre 2014, ciclo regolare di 28 giorni. Ho avuto rapporti non protetti nel mese di ottobre e ho effettuato un test di gravidanza il 19 ottobre, ma con esito negativo. Ancora oggi però non sono comparse le mestruazioni. Gli unici sintomi sono forti giramenti di testa e seno un po' gonfio. Potrebbe essere stato un falso negativo oppure una gravidanza è da escludere? Grazie per una sua eventuale risposta

Lettera non firmata

Per avere risposte sicure ai suoi quesiti, esegua una beta HCG plasmatica ed una ecografia. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Quanto impiegherò a concepire dopo l’interruzione della pillola?

(21/10/2014 - 23:35)

Salve, ho 18 anni e prendo la pillola Drosure da quasi 3 anni. Stasera l'ho interrotta. Volevo sapere quanto ci potrei mettere a concepire. Grazie, arrivederci

Denise

Buongiorno Denise,
la fertilità è ripristinata subito dopo la sospensione della pillola. La probabilità di concepimento per un rapporto mirato in fase fertile è circa del 25%. Auguri

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Ritardo ciclo e rapporto non protetto nei giorni fertili durante l’allattamento

(21/10/2014 - 17:17)

Salve Dott., ho partorito mio figlio il 24 luglio 2014 con un taglio cesareo e ho avuto il capoparto. Ora ho un ritardo di 21 giorni. Lo scorso mese ho avuto un rapporto non protetto nei giorni fertili, e ho tante perdite bianche. Ho fatto due volte il test ma il risultato è negativo. Non so cosa fare...

Lettera non firmata

Non deve far nulla. Se non c'è gravidanza prima o poi la mestruazione arriverà. Se sta allattando è normale che vi siano queste irregolarità. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Valore TSH in gravidanza

(20/10/2014 - 17:11)

Buonasera Dottore, volevo chiederle se con un valore TSH di 3,38 alla 21ma settimana di gestazione, il mio bambino può aver subito danni e in caso contrario, come spero che sia, da quale valore in poi ci possono essere problemi reali, considerando che in precedenza non ho mai avuto problemi di tiroide e nemmeno casi familiari. Grazie mille in anticipo

Lettera non firmata

Gentile signora,
alla 21^ settimana di gestazione la tiroide fetale è già autonoma e quindi non risente di eventuali defaillances di quella materna. La valutazione ed il riscontro di eventuali carenze funzionali in un'epoca più precoce (nel primo trimestre) possono invece suggerire una supplementazione con levotiroxina. Cordiali saluti ed auguri.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Ovulazione in ritardo

(19/10/2014 - 08:34)

Salve, ho un ritardo di 15 giorni, mi sono fatta le analisi come la beta ed è risultata negativa, poi mi sono fatta l'esame della prolattina e del progesterone. Il valore della prolattina era 22 mentre il valore del progesterone era di 7,5. Cosa vuol dire tutto ciò? Da premettere che ho le nausee e ho avuto rapporti protetti! Grazie anticipatamente

Lettera non firmata

Gentile Laura,
quando c'è un ritardo e non c'è la gravidanza in genere è perchè c'è stata un'ovulazione in ritardo e nel suo caso potrebbe essere confermato dal progesterone elevato. Ma è inutile che faccia tanti esami. Basta il test. Se è negativo è negativo. Magari può ripeterlo a distanza di una settimana, se non arrivano le mestruazioni. Talvolta, come l'ovulazione è in ritardo, può essere in ritardo anche la gravidanza. Cordiali saluti

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Ho mangiato del gorgonzola! Cosa rischia il mio bambino?

(18/10/2014 - 21:18)

Buonasera, mi chiamo Irene, sono al quinto mese di gravidanza. A cena, questa sera mi è capitato di mangiare del gorgonzola inserita nella pietanza che ho mangiato. Può esserci pericolo per il mio bimbo? È bene fare degli esami appositi? Grazie in anticipo.

Irene

Gentile Irene,
premesso che, in caso di sfortuna estrema, anche bevendo un bicchiere di acqua potabile si potrebbero trovare microrganismi patogeni, nel suo caso non me ne farei un problema. Stia serena. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Ovaio policistico

(18/10/2014 - 13:42)

Gent.le Dottore, durante una visita di controllo dopo il mio terzo aborto spontaneo consecutivo il mio ginecologo mi ha detto che avevo l'ovaio policistico. Mi ha dato da prendere il SINOPOL per tre mesi. Passati i tre mesi l'ho sospeso, ma ora mi chiedo se è il caso di riprenderlo, visto che sono in cerca di una gravidanza. Premetto che ho 39 anni e fortunatamente una bambina di 6. Grazie

Lettera non firmata

Gentile signora,
la sua situazione, considerata l'età, può configurare una difficoltà ad ovulare in maniera corretta (la diagnosi di policistosi può essere stata emessa per "semplicità"). In ogni caso, i tentativi di supportare i suoi processi ovulatori spontanei con integratori alimentari quali il Sinopol devono, necessariamente, essere protratti nel tempo per almeno sei mesi. Cordiali saluti.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Rapporti dolorosi

(18/10/2014 - 11:00)

Buongiorno, sono una ragazza di 26 anni, a luglio ho partorito il secondo figlio con parto naturale facendomi lacerare tutta. Sono passati 3 mesi e quando ho un rapporto con mio marito provo dolori, come fosse chiusa e come se ci fosse all'interno un ostacolo. Fatta la visita il ginecologo mi ha detto soltanto che era una cosa mentale, ma a me non risulta esserlo. Vorrei avere una risposta in merito a questo, perché non sento più me stessa e sono sicura che c'è un problema. Ringrazio

Sara

Gentile Sara,
effettivamente il tempo trascorso potrebbe essere ancora poco per valutare correttamente, specialmente se sta allattando e non ha ancora avuto il capoparto. Per una corretta valutazione occorre una visita. Se non è convinta chieda un secondo parere ad un altro specialista. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Paracetamolo in gravidanza

(17/10/2014 - 21:31)

Salve, mi chiamo Lucia e una settimana fa sono stata operata per una ciste di 10 cm all'ovaia sinistra. Il bimbo è sopravvissuto e io sto quasi meglio. Per il dolore mi hanno prescritto del paracetamolo, ma ho già interrotto perché non ho più dolori. Le domande che mi sorgono sono queste: Che conseguenze ha il paracetamolo sul bimbo? Visto che per asportare la cicatrice mi hanno fatto il taglio, che conseguenze ci sono al momento del parto? Potrò fare un parto normale? Può essere pericoloso per me e il bimbo? Grazie

Lucia

Gentile Lucia,
il paracetamolo è uno di quei farmaci che viene considerato sicuro in gravidanza e quindi viene spesso prescritto anche quando completamente inutile. Quindi non si preoccupi per una sua pericolosità. È probabile che non possa partorire con parto naturale. Ad ogni modo la decisione su come espletare il parto dipende da numerosi elementi dei quali io non sono a conoscenza. Sarà quindi il suo medico a consigliarla per il meglio in tal senso. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Esami ormonali

(17/10/2014 - 20:36)

Gentile dottoressa, volevo chiederle dato che il mio ciclo è di 23 gg, al posto di eseguire gli esami ormonali il 21 esimo giorno, devo eseguirli il 16.mo?

Lettera non firmata

Gentile Signora,
può farli qualche giorno prima. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Esami ormonali, quando eseguirli?

(16/10/2014 - 13:18)

Salve dottoressa, volevo chiedere delle informazioni dato che dovrei eseguire gli esami ormonali e questo mese ho avuto un ciclo di 23 gg se in un ciclo normale di 28 gg si eseguono il 21 esimo giorno di 23 gg ora quando dovrei eseguirli? Tipo oggi 16/10 iniziano ad uscire solo macchiettine scure, devo contare il primo giorno di ciclo da quando esce il flusso rosso? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
deve considerare l'inizio del ciclo non lo spotting premestruale. Di solito si fa un prelievo al 3' giorno e uno al 21' giorno del ciclo. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Beta HCG e impianto

(16/10/2014 - 10:36)

Buongiorno, ieri ho ritirato il mio primo esame il valore è 1298 l'ultima mestruazione risale al 07.09. Mi chiedevo se è un valore nella norma o basso. Giorno 07.10 e 08.10 ho avuto delle macchioline rosa. Spero mi possiate aiutare a capire. Le prossime analisi la ginecologa ha detto di farle martedì e giovedì andare da lei per la prima visita. Grazie mille

Lettera non firmata

Effettivamente il valore non è molto alto. Tuttavia non è significativo, perchè potrebbe aver ovulato più tardi e quindi la gravidanza potrebbe parimenti essere iniziata più recentemente. E anche le modeste perdite descritte non sono significative. Un controllo a distanza di una settimana e poi la visualizzazione dell'embrione e dell'attività cardiaca con l'ecografia risolveranno definitivamente il quesito. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Gravidanza in soggetto con trombocitemia essenziale

(15/10/2014 - 21:26)

Ho 32 anni e dal 2009 sono affetta da trombocitemia essenziale. Attualmente le mie piastrine sono 980.000 ma sono arrivate anche a 1.000.000. Adesso io e mio marito vorremmo avere un figlio e il mio ematologo ha detto che si può procedere per una eventuale gravidanza nonostante questo valore (l'ematologo ritiene che per ora non sia necessario fare diminuire le piastrine col farmaco, ma io sono dubbiosa!). Sono un po' preoccupata sulle complicazioni che potrebbero nascere per questo vorrei farmi seguire da un bravo ginecologo specializzato in ematologia. Potete consigliarmi uno di Catania? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
può utilizzare farmaci anticoagulanti in gravidanza come aspirina o eparina a basso peso molecolare senza creare problemi al feto. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Interpretazione curva da carico orale

(15/10/2014 - 18:28)

Gentili dottori, vorrei sottoporvi i risultati della curva da carico orale con 75 gr. di glucosio che mi è stata prescritta dal mio ginecologo in seguito a tre aborti di cui ad oggi non si conosce la causa GLICEMIA 0 MIN. 0,93 G/L 60 MIN. 1,32 G/L 120 min. 1,17 g/l INSULINA 0 min 19,00 mcul/ml 60 min. 132,00 mcul/ml 120 min. 150,00 mcul/ml Tutti gli altri esami sono nella norma. cosa ne pensate? Grazie in anticipo per la risposta

Lettera non firmata

Gentile Signora,
dal test che ha eseguito risulta che lei non ha, almeno al momento, il diabete gestazionale. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera