26/11/2014
Registrati alle settimane di gravidanza

Il Medico Risponde

Il Ginecologo risponde

a cura dei Dottori


Polipo dentro l'utero e collo dell'utero amputato

(23/11/2014 - 11:19)

Salve dott., sono una donna di 30 anni, la mia storia e un po’ complicata, ma in breve le spiego: ho un polipo di un centimetro dentro l'utero, ma che non mi possono togliere perché per uno sbaglio di un medico che mi ha amputato il collo dell'utero, non possono più entrare… strano ma vero... ora io vorrei sapere se ci sono altre vie d'uscita per togliere il polipo, prima di arrivare ad una isterectomia e se posso avere una gravidanza, visto che ho il polipo e che sono senza collo. Grazie, ci spero!!!

Lettera non firmata

Non è detto che sia stato un errore. Magari era necessario. Quanto alla possibilità di imperciare il collo dell'utero, magari può essere difficile, ma in anestesia, si può provare, anche aiutandosi con delle prostaglandine. Si è rivolta ad un reparto ospedaliero o universitario? Per la possibilità di avere una gravidanza, occorre visitarla. Se la cervice è ridotta ai minimi termini dall'amputazione, si può valutare l'opportunità di un cerchiaggio. Ma ci tengo a dirle che queste indicazioni sono molto generiche e per un parere attendibile occorre visitarla in prima persona. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Ciclo in ritardo dopo pillola del giorno dopo

(22/11/2014 - 14:25)

Salve, sono una ragazza di 20 anni volevo chiederle una cosa: il 22 settembre ho preso la pillola del giorno dopo a causa di un rapporto a rischio dovuto alla rottura del preservativo. Il 6 ottobre mi è venuto il ciclo puntuale dato che a settembre mi era venuto il 6, quello di ottobre è stato puntuale, ma ora che siamo a novembre mi doveva venire il 6 novembre invece niente. Oggi siamo al 21 e ancora niente. Che cosa può significare? Potrebbe essere a causa della pillola del giorno dopo anche se l’ho presa a settembre? Ho fatto una visita ginecologica ad ottobre e andava tutto bene. So di non essere incinta.

Lettera non firmata

Sicuramente sostanze ormonali possono creare squilibri endocrinologici momentanei che si possono riflettere anche e soprattutto sul ciclo. Tanti altri fattori possono fare mancare un ciclo anche in presenza di perfetta normalità. Ad ogni modo esegua se vuole una beta hGG plasmatica per escludere con certezza una ipotetica gravidanza. Il suo medico valuterà poi se farle eseguire per completezza ulteriori indagini. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Liquido nella regione della nuca

(22/11/2014 - 13:07)

Salve dott., oggi dopo aver fatto la prima ecografia, mi è stato detto che si rileva accentuazione della raccolta di liquidi nella regione della nuca del feto pari a 2,5-3 mm. Io sono alla 10 settimana. Vorrei sapere cosa significa e cosa posso fare. Grazie. Cordiali saluti

Loredana

Gentile Loredana,
probabilmente lei intende la translucenza nucale. La valutazione va fatta correttamente fra le 11 e le 13 settimane + 6 giorni, con il feto che abbia un CRL compreso fra 45 e 84 mm, meglio a 12 settimane. Quindi a 10 settimane è troppo presto. Fatta questa valutazione correttamente, con la tecnica appropriata, da un operatore opportunamente qualificato e preferibilmente accreditato da una riconosciuta società scientifica internazionale, se superiore al cutoff, indica un aumento del rischio percentuale per anomalie cromosomiche. Aumento della percentuale non significa che c'è sicuramente un problema, ma solo che la percentuale di tali problemi è maggiore. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Cisti emorragica post aborto

(22/11/2014 - 03:39)

Salve dottore, ho 38 anni, ho avuto 3 aborti spontanei in 10 mesi, i primi due alla 6 settimana, mentre il terzo alla 9. Dopo il secondo aborto ho fatto tutti i controlli (cariotipo, tamponi, tiroidefluidità del sangue) e sono risultata leggermente ipotiroidea, così l'endocrinologo mi ha prescritto eutirox. Durante la terza gravidanza ho tenuto sotto controllo il tsh con progressivo aumento della dose. Alla 9 settimana (l'embrione era di 7 settimane, per ovulazione tardiva), ho abortito spontaneamente ed ho eliminato la camera gestazionale con contrazioni indotte da Cytotec e 2 punture di methergin, purtroppo, per errore di laboratorio non è stato possibile effettuare le analisi citogenetiche. Ho perso sangue per 3 settimane, dopo 3 gg che ero "pulita". Ho avuto un rapporto con mio marito, inizialmente mi sentivo dolore, a rapporto finito ho cominciato ad avere piccole perdite ematiche. Il giorno dopo, ovvero oggi, ho avuto perdite ematiche abbondanti e dolori lancinanti, al pronto soccorso hanno trovato una cisti emorragica di 5 cm proprio nell'ovaio destro che era quello dal quale ho ovulato nell'ultima gravidanza (terminata appunto da 4 settimane), l'endometrio è di mm 12,4. Il medico non mi ha dato trattamento farmacologico. Cosa pensa di tutto questo? Potrebbe essere una conseguenza dell'aborto? Potrebbe portare infertilità (ho in previsione di fare isteroscopia) ? Quale può essere la possibile causa? La ringrazio anticipatamente. Saluti

Regina

Gentile Regina,
le cisti emorragiche sono occasionali, relativamente comuni ed in genere regrediscono spontaneamente senza conseguenze. Ovviamente considero scontata la diagnostica differenziale con altre cisti che potrebbero presentare aspetto simile (es. endometriosi, età). Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Esame beta hcg all'ottavo giorno post transfer icsi

(21/11/2014 - 11:25)

Buongiorno, sono alla mia seconda ICSI. Precisamente all'ottavo giorno post transfer di tre embrioni impiantati in terza giornata qualità grado 2 e molto ben divisi a detta del biologo. Ho effettuato all'ottavo giorno post transfer le beta di mia iniziativa con esito non rilevabile. È attendibile??? Può diventare positivo al 14° giorno, cioè fra 6 giorni???

Lettera non firmata

Gentile Signora,
deve effettuare il monitoraggio con i dosaggi ormonali secondo il consiglio del suo ginecologo. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Gravidanza e cisti ovarica

(20/11/2014 - 16:43)

Salve, ho un adenoma sieroso di mm 34.6, pressoché invariato nelle dimensioni dal 2011. Ho effettuato anche i marcatori tumorali usciti negativi e il mio medico consiglia laparoscopia. Io vorrei evitare, e poiché a breve vorrei avere una gravidanza, mi è stato detto da lei che potrei fare un cesareo con asportazione della cisti. In merito vorrei un altro parere. Grazie.

Lettera non firmata

Gentile Signora,
sulla base delle informazioni che ha fornito penso che possa cercare la gravidanza senza asportare la cisti. É possibile asportare la cisti durante un eventuale cesareo, comunque la valutazione della modalità del parto deve essere più approfondita e non può essere fatta in questa sede. Cordiali saluti

Prof. Simone Ferrero
Ginecologo - Genova

Il test di gravidanza dopo quanto comincia ad avere efficacia?

(20/11/2014 - 16:30)

Salve, la mia ragazza (24 anni, con già un figlio) sospetta di essere incinta, ma è possibile che già avverta dei sintomi, come vomito e nausea, dopo pochissimi giorni dalle ultime mestruazioni? Ad oggi siamo al 14 esimo giorno dalla fine delle mestruazioni e già dice che sono quasi 2 settimane che sente questi sintomi (io ho avuto dei rapporti non protetti, ma neanche sono venuto dentro). Il test di gravidanza dopo quanto comincia ad avere efficacia? Grazie

Lettera non firmata

Caro ragazzo,
per un sospetto di gravidanza deve esserci un ritardo mestruale! Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Passaggio dalla pillola (yasmin) al cerotto

(20/11/2014 - 12:16)

Salve dottore, questa settimana ho deciso insieme al mio medico curante di cambiare contraccettivo. Solo che è stato dopo il ciclo. Ora devo aspettare il prossimo ciclo per il cerotto o posso cominciare subito? Grazie

Lettera non firmata

Gentile signora,
quando si inizia un metodo contraccettivo ormonale da un giorno successivo al primo di un flusso mestruale spontaneo non lo si può ritenere sicuro per le prime due settimane d'uso, ma se lei stava già usando la Yasmin può attaccare il primo cerotto dal giorno in cui avrebbe iniziato una nuova confezione di pillole, senza compromettere la continuazione dell'efficacia contraccettiva. Cordiali saluti.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Battito cardiaco gemellare

(20/11/2014 - 11:31)

Salve gentili dottori, sono alla 19 settimana di una gravidanza gemellare bigemina bicoriale. La gravidanza in base agli ultimi controlli sta proseguendo nella norma e i piccoli crescono bene. Solo che durante l’ultimo controllo la mia ginecologa, ascoltando il battito cardiaco del feto di sinistra, ha rilevato un battito in più rispetto al normale ritmo. Mi devo preoccupare? A cosa è dovuto? Per favore, gentili dottori, datemi un conforto…

Lettera non firmata

Purtroppo quello che le mi riferisce non è di nessuna utilità a livello diagnostico. Un battito in più infatti non ha nessun significato. A livello generale le posso dire che il battito cardiaco fetale ha una normale varianza ed è giusto che sia così. Può variare durante il corso di una giornata dai 120 battiti al minuto ai 160 circa. In media 135-140 battiti al minuto.
È ovvio che i due gemelli non possono avere lo stesso identico battito. Mi dispiace, ma non ho informazioni per poterle dire di più. Un saluto.

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Quante possibilità abbiamo di concepire?

(19/11/2014 - 13:29)

Disperazione!! Salve... sono sposata da 2 anni e mezzo, dopo 5 mesi sono rimasta incinta, ma ho avuto un aborto spontaneo... da allora abbiamo riprovato ma con esito negativo. Abbiamo fatto tutti i controlli, sia io che mio marito, ed è tutto ok. Adesso dovrei iniziare il clomid. Quante possibilità abbiamo?

Lettera non firmata

Purtroppo anche nel suo caso non posso dirle molto, in quanto le informazioni che mi fornisce non sono sufficienti. Non mi specifica il tipo di esami fatti, la sua età, e tanti altri dettagli fondamentali. Se le hanno detto che è tutto normale, probabilmente il concepimento è solo questione di tempo. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Dimenticanza pillola: rischio una gravidanza?

(18/11/2014 - 22:06)

Salve, ho dimenticato la quinta pillola del nuovo blister ed ho avuto rapporti il giorno precedente alla dimenticanza (era il sesto giorno di ciclo). Ho preso la pillola dimenticata 24 ore dopo e sto continuando in maniera regolare. Vorrei sapere qual è il rischio di gravidanza. Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
il rischio di gravidanza, se c'è stata assunzione della pillola dimenticata, anche se dopo 24 ore ed anche se prodotto a basso dosaggio, visto che non è un primo ciclo di uso, è estremamente basso, quindi non è da considerare tassativa l'assunzione di "pillola del giorno dopo". Cordiali saluti.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Rapporti sessuali dopo un raschiamento

(18/11/2014 - 15:06)

Gentili medici, sono Martina e ho 35 anni. Sono già mamma di un bimbo di 27 mesi e il 4 ottobre scorso ho subito un intervento per raschiamento causa gravidanza andata male. Ero alla decima settimana e qualche giorno, si è formata la sacca gestazionale ma nessun fagiolino si è impiantato. Il primo novembre ho avuto il primo ciclo post raschiamento e mi sono attenuta alle precauzioni consigliate: astensione dai rapporti, uso di assorbenti interni e coppetta etc etc. Vorrei sapere se posso riprendere ad aver rapporti anche non protetti in tutta serenità. Il mio ginecologo di fiducia mi aveva detto che dopo due mesi avrei potuto riprovare a restare incinta, ma due mesi non sono trascorsi. Cosa potete consigliarmi? Infinite grazie

Martina

Gentile Martina,
in genere suggeriamo qualche mese di attesa prima di riprovare per una gravidanza dopo un aborto. Ma può avere rapporti. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Gravidanza possibile dopo sospensione della pillola?

(18/11/2014 - 11:09)

Buongiorno, ho 38 anni e vorrei un consiglio. A febbraio 2014 ho interrotto l'uso della pillola (dopo dieci anni di utilizzo... senza mai interruzioni). Il ciclo mi è tornato già il mese successivo e così fino ad ottobre 2014. L'ultimo ciclo è arrivato il 07/10 ma ad oggi 1811 più nulla. In data 14/11 ho fatto il test ma è negativo. Cosa mi consigliate? Rifare il test oppure di cosa potrebbe trattarsi? Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
può ripetere il test tra una settimana, e se fosse ancora negativo, le consiglio un controllo ginecologico. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Capezzoli sensibili: sono incinta?

(15/11/2014 - 11:35)

Salve, ho interrotto la pillola il 19/10/2014 ed con il mio ragazzo stiamo cerando di avere un bimbo. Con oggi sono 29 giorni dall'ultimo inizio del ciclo e per ora nulla ciclo. È da un po’ di giorni che mi fa un po’ male il seno e ho notato che ho i capezzoli sensibili e dolorini… potrei essere incinta?? Grazie cordiali saluti

Denise

Gentile Denise,
si tratta di segni del tutto aspecifici, che potrebbero anche riferirsi alla fase premestruale. Attenda qualche giorno dalla mancanza e faccia il test sul sangue. Altri segni, così presto, non sono attendibili. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Dosaggio alfafetoproteina su liquido amniotico

(14/11/2014 - 23:29)

Salve, sono una donna di 38. Lo scorso martedì 11.11.2014 al primo giorno della 17° settimana ho effettuato l'amniocentesi e anche il dosaggio dell'AFP nel liquido amniotico. Oggi ho ritirato gli esiti ma non riesco ad interpretarli. Il mio valore: AFP L.A. (IU/ml) 9882. Valori della 17° settimana: mediana 10563, valori normali 6492-14700. Premetto che avevo effettuato il bitest ed il dosaggio AFP sul sangue e a detta del ginecologo era nella norma. Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
direi che i valori che riporta sono compresi nel range di normalità. Un saluto.

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Gravidanza con istmocele

(14/11/2014 - 18:56)

Buonasera, dopo il precedente taglio cesareo (gravidanza gemellare 8 anni fa) eseguito perché entrambi i bambini erano podalici, mi è stato diagnosticato un istmocele a livello istmico anteriore 5.1x6.9 mm. Ora vorrei cercare un'altra gravidanza e guardando sul web ho letto che ci sono pareri discordanti su eseguire o meno l'intervento per ridurre questa "sacca" che si è formata. Chiedo quindi un suo parere a riguardo e, se nell'eventualità fosse consigliato l'intervento, se in Italia ci fossero dei centri all'avanguardia per questa patologia. Cordiali saluti

Stefania

Gentile Stefania,
quasi tutti i tagli cesarei lasciano qualche esito. Se non ha alcun sintomo e si tratta solo di un dato ecografico, non mi preoccuperei. In ogni caso ascolti il suo ginecologo che, potendola esaminare in prima persona, è il più idoneo ad esprimere un parere professionale. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Endometriosi?

(14/11/2014 - 15:19)

Mi hanno trovato del liquido nel Douglas e mandato a fare una risonanza magnetica. Ho ricevuto i risultati. Premettendo di aver già avuto due aborti e non sono più riuscita a rimanete incinta, i risultati della risonanza dicono: trovata modica cifra di liquido nel douglas. Le tube sono sospese come in un fenomeno fibroaderenziale. Trovata ciste di 2 cm in sede annessiale. Si segnala varicocele pelvico. Utero estroverso dolorante. Portato dal dottore mi hanno detto che poiché ho anche continue cestiti. ma tutte le analisi al sangue e alle urine risultano pulite. A parte il mese scorso ho avuto i globuli bianchi alti. Ho continui sbalzi di stitichezza e diarrea. Dolori forti prima dell'arrivo del ciclo e durante con un abbondante ciclo. Perso 14 kg in 4 mesi. Mi hanno diagnosticato una possibile malattia chiamata endometriosi. Cosa ne pensate?

Lettera non firmata

Parlare genericamente di cisti in sede annessiale può significare tutto e niente, se non si specificano nel dettaglio le caratteristiche della cisti stessa. Quindi almeno da quanto lei mi riporta, non si può fare una diagnosi di endometriosi. L'endometriosi costituisce in ogni caso una possibilità fra le tante. Ad ogni modo vorrei sottolineare che, almeno nella mia esperienza e tranne casi particolari, un'ecografia trans vaginale ad alta definizione fornisce nella maggior parte dei casi tutti i dettagli per una corretta diagnosi, ancor meglio di una risonanza. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Embrione troppo piccolo?!

(14/11/2014 - 11:46)

Salve, mi chiamo Betty, sono alla mia prima gravidanza da ovodonazione. Ho fatto il transfer di due blastocisti il 21 ottobre. Ho fatto le beta il 4 novembre, il risultato era 1994,90, poi le ho ripetute il 7 di novembre ed erano 8248,10. L'11novembre vado in ospedale per via delle perdite rosate e mi hanno detto che è tutto ok. Facendo l'ecografia c'è la camera gestazionale e il sacco vitellino con l'embrione, però quello che mi preoccupa è la misura dell'embrione: 1,94 mm. Secondo lei è troppo piccolo? Attendo una sua risposta. Grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
con un controllo fatto così presto, è stato già tanto riuscire a vedere l'embrione. Stia tranquilla. Attenda il prossimo controllo con ottimismo. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

È possibile che abbia tutti i sintomi e non sono incinta?

(13/11/2014 - 10:51)

Salve, sono Isa, ho 27 anni e avrei qualche domanda da fare! Io ho subito un raschiamento ad agosto di quest’anno! Poi dopo tempo dovuto ho avuto rapporti a coito interrotto con mio marito! Dopo qualche settimana ho risentito gli stessi dolori della prima gravidanza al basso ventre e ai reni e quel fastidio quasi doloretto alla pancia proprio altezza ombelico sia a destra che a sinistra! Due gg fa però, senza spotting, m é arrivato il ciclo con dolore al basso ventre che però (cosa per me strana perché mi dura sino alla fine del ciclo) a inizio serata é scomparso! Il ciclo é stato molto strano, scarso molto scarso e finito il giorno dopo, mentre a me solitamente dura tre giorni! Ho finito il ciclo ma i doloretti ai reni al basso ventre e quel doloretto alla pancia altezza ombelico ancora ce l'ho! Quando mi piego, quando cammino sento come se tirasse... Insomma gli stessi fastidi della prima gravidanza! Oggi molto speranzosa ho fatto un test risultato negativo!?? Ma possibile che abbia tutti i sintomi e non sono incinta? Il ciclo strano... E non ho appetito per niente mentre con il ciclo mi vien fame!!! Ho rifatto il test stamattina e ancora negativo, ho perdite marroni e ancora quel fastidio alla pancia provato nella prima gravidanza e a letto non riesco a stare a pancia in giù perchè mi fanno male i reni e sento fastidio alla pancia... possibile che abbia tutto questo ma di positività nei test nemmeno l'ombra? Aspetto una risposta grazie...

Isa

Gentile Isa,
per cercare di dirimere ogni dubbio, le consiglio di eseguire una beta HCG plasmatica, in pratica un test di gravidanza nel sangue ed un'ecografia, preferibilmente transvaginale, eseguita ad alta definizione e da medico esperto in ultrasuoni. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Esami ormonali

(12/11/2014 - 16:42)

Ho eseguito i seguenti esami ormonali e volevo sapere cosa ne pensava, se erano nella norma o se c'è qualcosa da approfondire: quarto giorno di ciclo FSH 6.04 (valori di riferimento 3.00-13.00); LH4.91 (2.00-18.00); quindicesimo giorno di ciclo 17 beta-estradiolo 67.00 (38.00-309.00); progesterone 5.10 (1.70-27-00); prolattina 12.46 (6.20-23.50); TSH 2.75 (0.30-3.60); FT3 4.34 (2.85-6.00); FT4 12.17 (8.50-19.25); AMH 2.0 (2.0-6.8). Grazie, attendo una vostra risposta

Lettera non firmata

Gentile signora,
gli esami riferiti sono tutti nell'ambito della normalità; in particolare, però, se è alla ricerca di una gravidanza, le consiglio di rivalutare il valore del progesterone dosandolo, se ha cicli regolari di 28 giorni, intorno alla 22^ giornata, insieme all'AMH (che è l'unico, di quelli eseguiti, a far sospettare una bassa riserva follicolare ovarica). Cordiali saluti.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

A 5 settimane è presto per sentire il battito cardiaco del feto?

(12/11/2014 - 14:47)

Salve, sono alla mia prima gravidanza. Il mio ultimo ciclo è stato il 5 ottobre. Facendo i calcoli sarei di 5 settimane. Domenica, per dolori alla vescica e perdite da rosate a marroncine però non abbondanti, sono stata al pronto soccorso. E mi hanno detto di stare tranquilla, che è tutto a posto, ma io mica tantoooo. Facendo l'ecografia si è vista la camera gestazionale e il sacco vitellino contenente embrione singolo crl 1.94. Volevo sapere se il valore va bene o è piccolo l'embrione in base alle settimane che sono? E poi non si è sentito il battito cardiaco. È troppo presto per sentirlo?

Lettera non firmata

Gentile Signora,
i valori che lei riporta, se come immagino espressi in centimetri, corrispondono alla ottava settimana circa. Se le hanno detto che va tutto bene, sicuramente hanno evidenziato il battito, anche solo visivamente. È impossibile infatti in un embrione misurabile ed in una gravidanza che procede normalmente, non identificare il battito. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Cerco una gravidanza

(12/11/2014 - 11:41)

Buongiorno, sono Nilde ed ho 35 anni. Dal mese di maggio sto cercando una gravidanza, per ora senza successo. Nel mese scorso, mi è capitata questa situazione che la mia ginecologa, non ha saputo spiegarmi. Nel mese di settembre ho avuto il ciclo corretto il 27/09, sempre con spotting di 1/2 giorni prima. Nel mese di Ottobre in data 21/10, ho avuto un ciclo strano, durata 2 gg (il mio di norma dura 4gg), ma scarsissime. Ho fatto il test il 24/10, negativo. Sono andata dalla ginecologa, perché ho avuto dolori forti al seno e nausee. La ginecologa mi ha consigliato di attendere e rifare il test, così è stato il 4/11, negativo. In data 6/11 spotting e poi ciclo, con dolori pazzeschi. Non so cosa possa essere successo. Potete aiutarmi? Grazie

Lettera non firmata

Buongiorno Nilde,
per capire la sua sintomatologia deve fare un controllo ginecologico. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Ridatazioni incomprensibili

(11/11/2014 - 23:40)

Cari dottori, Vi scrivo perché vorrei comprendere se esiste una risposta a quanto sto vivendo e che (forse sbagliando) leggo di tutto su internet, donne nella mia stessa situazione. Come il consulto richiesto qualche giorno fa da un'altra signora... anch'io sono stata ridatata di tre settimane nonostante (con tutto lo sforzo di memoria) sono certa del concepimento in un periodo diverso da quello indicato con l'ecografia proprio per assenza di rapporti. Anch'io ho segnalato al medico di essere sicura di quando ho avuto l'unico rapporto, ma nonostante ciò, ridatata. Non metto in discussione che con i metodi attuali di misurazioni si comprende quando si concepisce. Soprattutto come molti dicono se viene fatta una misurazione nel primo trimestre e della lunghezza del piccolo. Ma allora quello che mi chiedo è se il concepimento a seguito dell'unico rapporto certo, può avvenire in un momento diverso da quello che si pensa, per fattori consentiti in natura e per questo portare anche alla ridatazione come nel mio caso di tre settimane? E se possibile di quanto? Ho cercato di chiedere al mio medico, ma non ho trovato una risposta certa. E vedo che anche altre si sono poste la stessa domanda. Addirittura chi calcolava i giorni sommandoli tra vita degli spermatozoi impianto etc etc... Mi scuso per la stupidità della domanda, ma per chi non conosce, forse avere una risposta potrebbe essere un aiuto e non soffermarsi in banalità o cose assurde... Grazie

Martina

Gentile Martina,
tre settimane sono una quantità di tempo tale che non posso pensare ad un errore di ridatazione. Non mi dice se è stata ridatata in più o in meno. Tenga presente che quando parliamo di epoca gestazionale, la consideriamo dall'ultima mestruazione, ma solo per convenzione. È ovvio che il concepimento va collocato due settimane dopo l'inizio della mestruazione e cioè in corrispondenza del giorno dell'ovulazione. Quindi, se lei si prende la briga di fare il conteggio dal rapporto, rischia di trovarsi almeno due settimane in meno rispetto all'epoca gestazionale. A questo si può aggiungere una settimana che magari dipende dalla naturale variabilità del giorno dell'ovulazione da donna a donna o da piccoli ammissibili errori di datazione del medico, che però non dovrebbero andare oltre i 4-5 giorni se fatta nel primo trimestre. Solo così si può spiegare il suo caso, se davvero non ha avuto contatti sessuali al di fuori di quell'unico giorno. In caso contrario, mi dispiace ma è meglio che faccia mente locale e ricordi quest'altro contatto a 3 settimane di distanza. In genere si ammette che l'ovulo resta fecondabile al massimo per un paio di giorni, così come la vitalità degli spermatozoi: il risultato è che lo scarto massimo ammissibile non può andare oltre i 4 giorni. Ci sono poi delle gravidanze patologiche, dove l'embrione cresce molto meno di quanto ci si aspetti dalle tabelle, ma se questo avviene al primo trimestre, è una situazione così patologica che la gravidanza si interrompe presto. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Test ovulazione clearblue

(10/11/2014 - 13:31)

Buongiorno, mi chiamo Paoletta ho partorito da 7 mesi e sinceramente vorrei già avere un altra gravidanza...adesso vorrei usare i test di ovulazione, ma non riesco a capire se nel momento in cui fai il test e spunta la faccina l’ovulazione è già in corso, oppure si verifica nelle successive 24/36 ore? Grazie per la risposta

Paoletta

Gentile Paoletta,
per capire se un ciclo è ovulatorio può fare un prelievo ematico per dosare il progesterone plasmatico prima della mestruazione successiva. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Perdite alla settimana 5+1

(10/11/2014 - 11:09)

Buongiorno, sono alla 5+1 settimana dopo un aborto alla 9 settimana con conseguente raschiamento avvenuto ad agosto. Sabato ho avuto delle perdite rosse, al ps mi hanno dato progeffix 200 ma ad oggi ho ancora perdite marroncine e dolori tipo mestruali. Mi devo preoccupare? Saluti

Lettera non firmata

Gentile Serena,
le sole perdite non costituiscono una prognosi certa. Quindi deve attendere con pazienza il controllo a distanza per poter visualizzare l'embrione e l'attività cardiaca. Fino a quel momento, anche se non avesse perdite di nessun tipo, non vi sono certezze. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Albumina e perdite ematiche

(10/11/2014 - 11:07)

Salve, sono alla 9 settimana di gravidanza ed una settimana prima ho fatto l'esame delle urine ed è comparsa albumina 30 mg/dl, emoglobina ed emazie, cellule epiteliali e flora microbica 655 (rara). In quei giorni avevo delle perdite marroncine e mi è stato diagnosticato distacco amino cordiale. Devo preoccuparmi?

Lettera non firmata

Gentile signora,
l'eventualità di un distacco amniocoriale può essere sospettata in base al referto dell'esame urine, ma va confermato con rilievi ecografici. Cordiali saluti ed auguri.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Disimpianto amniocoriale

(10/11/2014 - 10:56)

Salve, ho 30 anni e sono alla prima gravidanza. Una settimana fa in seguito a delle piccole perdite marroncine ho fatto un controllo e mi hanno trovato piccola area disimpianto, grande 9×13 mm, in via di organizzazione. Sono in terapia con progesterone intravaginale, semel 1 compressa al giorno e riposo. Ora sono alla 9ª settimana (ho già fatto una settimana di riposo delle due prescrittemi). Ma riposo cosa vuol dire? Stare a letto o posso uscire magari vicino casa per una mezz'ora? È che ieri ho avuto un attacco di panico. Non sono abituata a stare in casa, sono una persona autonoma ed iperattiva. Potrei una volta al giorno uscire per mezz'ora? Andando al bar magari o cose del genere? Abito in mansarda e faccio 5 rampe di scale per scendere. Posso in casa magari cucinare qualcosa? O fare piccoli lavori di pulizia? Grazie

Lettera non firmata

Tranne casi particolari, la utilità del riposo assoluto in caso di minaccia di aborto è da tempo messa in discussione. Sicuramente è consigliabile non stressarsi fisicamente e psicologicamente privilegiando il riposo anche se non assoluto. In linea di massima una passeggiata serena non dovrebbe creare problemi. Un saluto.

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Ernia diaframmatica sinistra

(07/11/2014 - 11:57)

Buongiorno, sono una ragazza di 29 anni. Giovedì della scorsa settimana ho subito un aborto terapeutico alla 20 esima settimana. Alla morfologica era stata diagnosticata alla mia bambina un'ernia diaframmatica sinistra con passaggio di stomaco e parte di fegato nella cavità toracica, nella quale il cuore si era spostato a destra e i polmoni compressi, con già zona di sequestro polmonare. La dura decisione è stata presa proprio per la precocità della diagnosi. Una decisione a cui una mamma non dovrebbe mai essere sottoposta ma nemmeno un padre. La mia bambina che cresceva regolarmente senza altre malformazioni non avrebbe respirato alla nascita e quasi sicuramente il chirurgo non avrebbe potuto nemmeno metterle le mai addosso, e la compromissione polmonare sarebbe stata fatale. Adesso oltre a sopportare questo lutto, mi chiedo se potrà accadere di nuovo. Sono in corso esami istologico sulla placenta cariotipo ecc sulla bambina. Nella nostra famiglia non è mai successo. Io e il mio compagno siamo persone sane e la nostra gravidanza è arrivata senza difficoltà. I medici ci hanno spiegato che in genere sono casi isolati e non si sa perché succede... Può essere associata a difetti cromosomici ma in piccole percentuali (3%). Volevo sapere se è possibile che riaccada nella prossima gravidanza, desidero molto diventare madre, ma non sopporterei più un dolore così forte e un calvario come quello dell'aborto terapeutico. Grazie

Martina

Gentile Martina,
condivido quanto le è stato detto. In genere si tratta di casa isolati. Ne consegue che una successiva gravidanza, ha ogni probabilità di evolvere normalmente. Sotto questo aspetto, si tranquillizzi. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Ecografista - Matera

Data Presunta Parto da Ultimo ciclo o da ecografia?

(07/11/2014 - 11:50)

Salve e Buongiorno, vi scrivo in merito a dei dubbi che mi stanno venendo in base alle settimane di gestazione. Mi spiego meglio. Quando devo prenotare analisi da libretto della gravidanza, ci sono scritte, in ogni foglio, le settimane nelle quali un determinato esame va fatto e/o prenotato. Ora il mio dubbio è questo, secondo il primo giorno dell'ultimo ciclo sarei alla settimana 27+6 metre se devo far fede all'ecografia ultima svolta sarei alla settimana 27+1 La mia domanda è proprio questa, tra questi due dati sul quale devo fare affidamento per compiere le analisi? a quello dell'ultimo ciclo che diciamo è standard per tutti? Tanto che la DPP scritta sul libretto è il 31 gennaio, proprio in base all’ultimo ciclo oppure a quello dell’ecografia, che però è scritto solo sui risultati dell'ecografia e non è stato modificato in nessuna parte della mia cartella. Ringrazio in anticipo per una cordiale risposta sperando di essere stata chiara.

Lettera non firmata

La gravidanza non va mai ridatata dopo il primo trimestre. Anche se il computer dell'ecografo esprime un dato riassuntivo facendo una media arbitraria fra i vari parametri, ciò non costituisce giammai il significato di una ridatazione. Inoltre dire 27+1 oppure 27+6, vale a dire una differenza di 5 giorni, non ha alcuna rilevanza. Quindi si senta libera di considerare i conti dall'ultima mestruazione. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Quando sono rimasta incinta?

(07/11/2014 - 04:45)

Buongiorno dottore, le scrivo perché mi trovo in una situazione delicata. Ho avuto ultimo ciclo il 31 maggio, il 6-8-9 giugno ho avuto rapporti protetti extraconiugali e nel rapporto del 9 abbiamo notato che durante la penetrazione si sentiva un rumore simile a quando si battono le mani nell'acqua (sciac sciac per rendere idea). Alla fine del rapporto però il preservativo era intero. I giorni 15-16 giugno ho avuto rapporti non protetti con il mio ragazzo e adesso sono alla 22+6... volevo chiederle quando sono rimasta incinta con cicli irregolari di 29-30gg, se il rumore durante i rapporti erano dovuti alla troppa lubrificazione o dalla presenza di un microforo non visto... la ringrazio di cuore

Lettera non firmata

Gentile Signora,
se la datazione della gravidanza è precisa, e le ricordo che è precisa se fatta al primo trimestre, è più probabile che il rapporto del concepimento sia quello del 15 o 16 giugno. Però non si può essere certi del tutto. L'episodio del rumore durante i rapporti descritto è del tutto insignificante. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli