featured image

Concepimento: 5 cose da sapere prima di mettere al mondo un bebè

Il concepimento è da sempre legato a precise regole da seguire per migliorare l’esito della gravidanza e del nascituro. In pochi punti – 5 per la precisione e tutti appartenenti a un programma di routine – vi indichiamo cosa c’è da sapere prima di mettere al mondo un bebè.

Diversi studi hanno focalizzato l’attenzione sulla cura preconcezionale della coppia fertile, come ci spiega il Dr. Giovanni Panico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Fondamentale è attuare una strategia. L’ACOG (American College of Obstetrics and Gynecology) ha stabilito 4 principali strategie di intervento per il “care preconcezionale”:

1. Anamnesi

Valutazione anamnestica della donna: questo primo step è fondamentale per valutare lo stato di salute globale. Il colloquio preliminare con la coppia mira ad identificare eventuali familiarità per patologie, sindromi genetiche o malformative, la patologia in atto in uno o entrambi i partner.

2. Screening

Alcuni screening per malattie infettive sono raccomandate in fase preconcezionale: valutazione della sierologia per HBV, HIV, rosolia e test per malattie sessualmente trasmesse come la Chlamydia. Il medico consiglierà, sulla base della storia familiare, la prescrizione di test genetici di screening.

3. Vaccinazioni

Alcune infezioni in gravidanza possono essere causa di danno fetale qualora si verifichi la trasmissione attraverso la barriera placentare. In fase preconcezionale è consigliata, nei soggetti suscettibili, la vaccinazione per la rosolia e la varicella oltrechè per l’epatite B.

4. Counselling

Attraverso il colloquio preconcezionale il medico valuta poi lo stile di vita (consigliato un moderato esercizio fisico), l’alimentazione (una dieta bilanciata ricca di frutta e verdura fresca che prevede alimenti freschi e non conservati), i comportamenti a rischio tra cui l’eventuale utilizzo di fumo, alcool o altre sostanze d’abuso e l’ambiente in cui si lavora.

5. L’acido folico

A questi si aggiunge la 5° cosa da sapere prima di mettere a mondo un bebè: assumere acido folico, ovvero la vitamina B9. Considerato il principale integratore nel periodo preconcezionale, deve essere assunto da tutte le donne almeno un mese prima del concepimento e per tutto il primo trimestre di gravidanza nel dosaggio di 0,4 mg al giorno. Il suo uso riduce il rischio di avere un bambino affetto da Anecenfalia e Spina Bifida. Dato l’aumentato fabbisogno di tutte le vitamine in gravidanza è consigliabile l’assunzione di un integratore multivitaminico. Piccoli accorgimenti utili che rientrano in un processo naturale di controlli e che, se seguiti, vi aiuteranno ad affrontare serenamente il tutto.

 

condivisioni & piace a mamme