'La sindrome di Klinefelter può presentarsi di nuovo?' | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

La prima gravidanza il feto era affetto da sindrome di klinefelter che probabilità ci sono che la seconda gravidanza non succeda?

La sindrome di Klinefelter è una delle più comuni forme di aneuploidia, ovvero di anomalia nel numero dei cromosomi. Normalmente, le persone di sesso maschile possiedono una coppia di cromosomi sessuali, X e Y, e 22 coppie di cromosomi non sessuali (autosomi), per un totale di 46 cromosomi. L’80-90 per cento degli individui affetti da sindrome di Klinefelter presenta un cromosoma X aggiuntivo in tutte le cellule dell’organismo, mentre nei restanti casi questo avviene soltanto in alcune cellule (mosaicismo: 46,XY/47,XXY).
La sindrome di Klinefelter non è ereditaria, ma insorge spontaneamente come conseguenza di un’anomalia nella formazione dei gameti nel corso della meiosi: questo errore nella divisione cellulare, la non disgiunzione, provoca la produzione di gameti con un erroneo contenuto di cromosomi sessuali. L’unico fattore di rischio attualmente noto alla base della non disgiunzione è l’età materna avanzata. Quindi non vi è un rischio più alto, nella sua prossima gravidanza, di una donna della sua stessa età. Cari saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Genetista