Anonimo

chiede:

Gentile dott. Egidio, sono una mamma di 36 anni di 2 bimbe una di 5 anni e l’altra di 16 mesi. In seguito a queste gravidanze eseguite entrambe con cesareo, il mio medico curante mi comunica il suo sospetto di diastasi retti addominale con probabile ernia e mi prescrive visita chirurgica premetto che il mio ombelico e molto fuoriuscito. In seguito a visita specialistica presso chirurgo di chirurgia generale mi è stato detto che devo fare un intervento subito per laparocele con taglio verticale, ma io le chiedo se e giusto fare così o se questo tipo di intervento si può fare tramite chirurgia plastica per evitare di danneggiarmi di più la pancia e se tutto questo è convenzionato. La prego, mi risponda presto perché non so cosa fare.

Gent.ma Maria,
il laparocele se centrale, coinvolgendo la zona ombelicale, e necessita di apertura del peritoneo e sutura di una rete al di sotto, è prassi effettuare una incisione verticale.
Un’addominoplastica estetica, con taglio orizzontale sovrapubico e intorno l’ombelico, è di laboriosa e lunga esecuzione e prevede uno scollamento diverso per cercare di salvaguardare la vitalità della pelle dell’ombelico. Io in casi particolari l’ho fatto ma non è la norma per la correzione di un laparocele. Diventerebbe un vero intervento di addominoplastica estetica e funzionale, eseguita insieme da un bravo chirurgo plastico ed un bravo e paziente chirurgo generale. La procedura convenzionale di un reparto di chirurgia generale è quella da Lei descritta. Per davvero considerare se può evitarsi una indelebile e visibile cicatrice verticale deve consultare specialisti, chirurghi plastici ricostruttivi, magari non presenti nella sua città.
Sinceri saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Medico estetico