Anonimo

chiede:

Carissimo Dott. Riggio, sono una donna di 40 anni ma non ancora mamma! Purtroppo per uno shock settico da peritonite ho subito un grosso intervento con resezione del colon e della colecisti. Dopo un anno circa dalla laparotomia ho dovuto subire un altro intervento per diastasi dei retti e per ernia perombelicale incarcerata (uso di patch per ernia ventrale). La domanda che le rivolgo è se ho la possibilità di diventare mamma dopo un addome massacrato da i vari interventi. Da una parte non ci tengo più di tanto a diventare madre, ma se col mio compagno dovesse accadere è giusto che su questo argomento abbia le idee più chiare. Grazie anticipatamente per la sua saggia risposta.

Cara signora,
la sua storia è stata molto impegnativa per Lei, immagino. Dal punto di vista umano, quasi sempre val la pena di avere e portare a termine una gravidanza, quanto meno una.
Sicuramente converrebbe far passare uno-due anni dall’ultima ernioplastica e monitorare se la correzione con la rete sia rimasta stabile.
Un rischio di recidiva dell’ernia lo ha senz’altro, ma con le dovute osservazioni cliniche e strumentali (prima della gravidanza TAC addome) e durante la gravidanza le ecografie, e naturalmente con la scelta obbligata di un parto cesareo, credo che possa provarci. Probabilmente necessiterà di una revisione chirurgica della parete addominale dopo la gravidanza.
Saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Medico estetico