Positiva al CMV: è il caso di fare il vaccino? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno!
gradirei cordialmente una semplice informazione, purtroppo durante la gravidanza ho contratto tra il quarto e quinto mese il citomegalovirus, infezione primaria, e non le dico lo stress degli ultimi mesi di gestazione! L’infezione è passata a mia figlia (positivi i suoi tamponi faringei e delle urine, igg del sangue positive ma negative le igm) che è nata il 12 marzo, così alla nascita le sono stati fatti tutti i controlli alla vista, udito, ecografia cerebrale, radiografia al cranio, tutto nella norma, cosi come la recente visita fatta proprio oggi! Mi sono però scordata di chiedere alla pediatra se nonostante il cmv mia figlia possa sottoporsi alle vaccinazioni di routine o se è meglio aspettare che il virus si negativizzi, e per questo può addirittura passare un anno. In sostanza… può fare la vaccinazione anche se è nata positiva oppure le sue difese immunitarie sono minori rispetto a tanti altri neonati e di conseguenza è meglio la prudenza e non fare le vaccinazioni, in tal caso mi chiedo: essendo quella per il cmv un’analisi che non tutti i ginecologi prescrivono alle donne in gravidanza, quanti bambini nascono con questo virus, non lo sanno e le vaccinazioni vengono fatte lo stesso? Cordiali saluti

Cara mamma,
può vaccinare tranquillamente sua figlia. Ne parli comunque con il suo pediatra e con il Centro di riferimento. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra