"Perché il mio bimbo tiene sempre la lingua fuori?"

Manuela

chiede:

Buongiorno dottoressa, il mio bimbo di 3 mesi, tende a tenere sempre la lingua di fuori, soffre di reflusso, ha spesso tosse e singhiozzo, fa ruttini a distanza di ore e mastica la lingua.

Per il resto è molto sveglio e ha tutti i riflessi neonatali: sorride, tiene la testa dritta e parlotta a suo modo. Se sorretto sta seduto sulle gambe, con il totale controllo del capo, si gira se è chiamato e si guarda allo specchio. Ma se si trova sul fasciatoio a pancia in giù, alza la testa per poco e piange, come se non avesse molta forza nelle braccia e tende ad avere i pugni chiusi, ma solo in quest’occasione, altrimenti ha le manine aperte e inizia ad afferrare cose.

In gravidanza, ho eseguito villocentesi array, carioplus e genesafe: insomma, di tutto di più. Cosa potrebbe essere? Certe volte tiene la lingua all’interno del cavo orale ma spesso, soprattutto mentre dorme, tra le labbra o leggermente fuori.

Buongiorno signora, se il suo bambino è stato sottoposto a tutti questi accertamenti in epoca prenatale, sicuramente non è un problema inquadrabile all’interno di una sindrome cromosomica.

Consiglio però di eseguire una valutazione neurologica, in modo tale da escludere con certezza una patologia. Inoltre, le consiglio di continuare a mettere un pochino tutti i giorni il bambino sul fasciatoio a pancia in giù per almeno 10 minuti al giorno, non necessariamente continuativi: è un ottimo esercizio per sviluppare la muscolatura della colonna vertebrale e aiutare lo sviluppo neuromotorio. Il suo bambino potrà soltanto giovarne in futuro. Un caro abbraccio

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie