Varicella in gravidanza: cosa fare alla nascita del bebè - GravidanzaOnLine

“Varicella in gravidanza: alla nascita la mia bimba dovrà fare qualche esame?”

Anonimo

chiede:

Salve, sono alla settimana 35 di gravidanza e, purtroppo, qualche settimana fa mi è venuta la varicella che, fortunatamente è passata. Avendo avuto la varicella in gravidanza, al momento del parto devo far fare qualche esame alla mia bambina? La ringrazio per il consulto

Buongiorno signora, in caso di infezione da varicella in gravidanza bisogna specificare che i problemi possono essere più importanti quando l’infezione avviene nel primo trimestre di gravidanza, cioè quando gli organi del piccolo si stanno formando. Ma se il contagio dovesse avvenire nell’ultimo trimestre di gravidanza, sicuramente le conseguenze sono minime. Infatti se la mamma manifesta la malattia, qualche settimana prima di partorire, la probabilità di un passaggio del virus nella placenta è basso e comunque la mamma è in grado di passare gli anticorpi anti-varicella al bimbo e quindi di proteggerlo (come nel suo caso). Ma se la mamma contrae l’infezione a cavallo della settimana del parto (ma non è il suo caso), il neonato potrebbe contrarre una varicella congenita che può essere una malattia pericolosa per il nascituro e che comunque viene controllata in ospedale con terapie specifiche.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie