Anonimo

chiede:

Gentile dott., al mio bambino è stata diagnosticata una lieve pielectasia già nella morfologica di circa 5 mm. A tre mesi abbiamo ripetuto l’ecografia ed era di 8 mm bilaterale. A 6 mesi l’eco ha riscontrato una lieve dilatazione di circa 2,5 mm solo a dx. Adesso il bimbo ha 16 mesi e l’ultima eco ci ha un po’ confusi. Mi spiego meglio, abbiamo effettuato il controllo dallo stesso ecografista di sempre (così ci era stato consigliato dal nefrologo che aveva in cura il bimbo al Santobono di Napoli) il quale ha evidenziato una dilatazione di 12 mm a dx in fase pre e post-minzionale, mentre a sx di 9 e poi di 4 in fase post-minzionale. Durante tale eco non è stata evidenziata nessuna anomalia ai reni né alla vescica, insomma solo questa enorme dilatazione. Al controllo in ospedale apprendiamo che il nefrologo è in pensione e la nuova dott.ssa riprende la cartella consigliando una scintigrafia. Prima però fa ripetere l’ecografia, dalla quale si evidenzia, a distanza di una sola settimana, che la dilatazione dx risulta di 5 mm e quella sx nulla. Lunedì ho il colloquio con la dott.ssa per discutere di questo. Nel frattempo non ci sto capendo più nulla. Come può una dilatazione di 12 mm ridursi a 5 mm in una sola settimana? Vorrei sottolineare che durante l’attesa della prima eco il bambino aveva bevuto molta acqua, tanto che il radiologo l’ha fatta ripetere a distanza di 10 min.; mentre durante la seconda eco il bambino non ha assunto liquidi. Può essere questo un dato significativo del perché siano così difformi le due eco? Se si, è necessario secondo lei una scintigrafia adesso che il bimbo ha 16 mesi ed io sono in stato di gravidanza, oppure è necessario continuare con i controlli delle urine (che sono sempre state buone, non hanno mai rilevato nessuna infezione) ed eco? Grazie mille per la risposta.

Buongiorno,
chi mai ha parlato di “enorme” dilatazione?!
Si tratta di una < b>piccola dilatazione che quindi, a seconda dei momenti e dello stato di idratazione del bimbo, varia (sempre nell’ambito di pochi millimetri).

Io consiglierei di stare molto tranquilli, controlli periodici dell’urocoltura (ogni 3 mesi) e dell’ecografia ogni 6-9 mesi.
Non vedo attuali indicazioni alla scintigrafia.
Mi tenga aggiornato.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra