È possibile “beccare” un embrione euploide?! | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve Dottore, ho 39 anni, amh 0,4 e 2 icsi fallite, produco sempre solo 1 follicolo buono. Le riporto quanto detto dalla biologa: “L’embrione si è bloccato a 10 cellule, secondo me proprio in d3 quando viene attivato il genoma femminile. È possibile, quindi, che anche se avessimo trasferito un bellissimo embrione in D3 cioè sabato, la gravidanza non ci sarebbe stata. Nei cicli precedenti ho visto che la prima volta abbiamo trasferito in D2 e la seconda in D3 un embrione molto molto bello che però, come vedi, anche nella pancina non ha voluto stare. La mia idea, molto personale, è che se un embrione è fortemente aneuploide (come in qs tuoi casi) pancia o terreno di coltura poco cambia. Quindi, secondo me, la scelta che abbiamo fatto, anche se mi spiace davvero tanto per l’insuccesso, è stata quella più appropriata, sia perché cosi hai ancora una chance, sia perchè abbiamo capito a che punto è possibile che i tuoi embrioni si bloccano. Ora, la speranza è beccare un ciclo che produca ovociti e quindi embrioni euploidi (senza anomalie)”. Cosa mi suggerisce? Esami specifici? La ringrazio.

Cara Alessandra,le condizioni di crescita embrionale non sono purtroppo comparabili a quelle uterine (le condizioni di crescita in vitro dipendono molto anche dai protocolli utilizzati per la crescita), ed inoltre non è possibile stabilire una giornata di coltura in cui in cicli diversi tutti gli embrioni di un individuo siano comparabili fra loro; ogni ciclo ha una storia a sé per quanto riguarda l’embriologia; quello che può essere modulato in funzione dei cicli precedenti è semmai il protocollo di stimolazione. Per la verità non si capisce perché in questo ciclo non ci sia stato un transfer in seconda giornata dal momento che l’embrione è arrivato in terza giornata con 10 cellule. Avrei bisogno di conoscere la storia clinica nella sua interezza.
Per quanto riguarda le aneuploidie embrionali, è vero che sono molto frequenti, ma nel suo caso niente può essere supposto, perché non è stato eseguito nessun approfondimento in tal senso. Nei casi di ripetuti fallimenti, età materna avanzata o abortività ricorrente, si suggerisce in genere la combinazione di uno studio genetico degli embrioni (screening genetico preimpianto, PGS) al ciclo di PMA. Tale studio consente di scegliere fra gli embrioni prodotti, solo quelli con un corredo cromosomico normale (euploide) come idonei al transfer.
Mi permetto solo dire però che tali embrioni euploidi senza anomalie non si “beccano” se non nell’ambito di una PGS, come detto poc’anzi.
Colgo l’occasione per inviarle i miei migliori saluti,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Genetista