Alfafetoproteina (AFP)

L'alfafetoproteina (AFP) è una sostanza glicoproteica prodotta sin dalle prime fasi di gravidanza dal sacco vitellino e dal feto. Alte concentrazioni di AFP nel liquido amniotico e nel sangue materno sono correlate ad alcune patologie malformative, riguardanti soprattutto i difetti del tubo neurale e spina bifida.

È una glicoproteina composta per il 4% da carboidrati, prodotta durante lo sviluppo fetale nel sacco vitellino, nel fegato e tratto gastrointestinale (in questo apparato anche nell’adulto).

A cosa serve

La concentrazione di tale proteina nel sangue aumenta fisiologicamente in gravidanza. Valori aumentati di concentrazione nel liquido amniotico sono espressione di sofferenza fetale, per cause diverse. Inoltre, aumenta patologicamente, negli adulti, nei tumori del fegato e del tratto digerente e viene in questi casi utilizzato come marcatore tumorale.

Come si svolge l’esame

La determinazione della concentrazione si effettua sul sangue prelevato a digiuno. In caso di sospetta o accertata patologia fetale l’esame viene effettuato sul liquido amniotico prelevato tramite amniocentesi.

I risultati*

I valori normali delle concentrazioni possono variare a seconda dei metodi utilizzati e quindi vengono indicati dal laboratorio che effettua l´esame sia per il sangue che per il liquido amniotico.

*È importante ricordare che i valori delle analisi cliniche possono essere assai diversi a seconda della metodica utilizzata.