Neonati e vaccino del rotavirus: quando farlo - GravidanzaOnLine

“Quando si può somministrare il vaccino del Rotavirus a un neonato?”

Anonimo

chiede:

Salve dottore, le scrivo per avere informazioni sul vaccino del rotavirus: quando è possibile procedere alla vaccinazione del bimbo? Quali sono le possibili controindicazioni? La ringrazio

Buongiorno signora, il Rotavirus può causare una forma di gastroenterite acuta, che colpisce soprattutto i neonati e i bambini entro i cinque anni. La malattia è causata da una tossina prodotta dal virus, che attacca le cellule dell’intestino tenue e ostacola così l’assorbimento dell’acqua. Il rotavirus è molto diffuso nell’ambiente e in Italia colpisce soprattutto nella stagione invernale, è molto contagioso e si trasmette con facilità. Per difendere il bambino piccolo da questa infezione, soprattutto se frequenta l’asilo nido, oltre alle ovvie e comuni norme igieniche da rispettare, da qualche anno viene consigliato il vaccino, raccomandato nei nuovi nati. È importante che la somministrazione avvenga presto, per poter garantire la massima protezione: il bambino può essere vaccinato a 6 settimane di vita e comunque non oltre la 12° settimana, con una somministrazione per via orale in 2 dosi. Come per tutti i vaccini è possibile che si verifichi qualche sintomo di reazione (come irritabilità, febbre, diarrea o vomito) dopo la somministrazione, ma si tratta comunque di sintomi che si esauriscono nel giro di qualche giorno. È sempre consigliabile, prima di eseguire qualsiasi vaccinazione, far controllare lo stato di salute del piccolo dal proprio pediatra di fiducia.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie