Vanessa

chiede:

Buongiorno dottore. Su consiglio del pediatra, la mia bimba di 15 mesi assume da poco il latte vaccino, solo a colazione. Ho fatto molta fatica a introdurre il latte: visto che non ha mai voluto il latte 2 e nemmeno il 3 di proseguimento, il pediatra mi ha consigliato di provare con il vaccino. Non so se sono coincidenze, ma spesso al mattino ha delle macchie rosse sulle guance. Potrebbero essere causate dal latte? Meglio il latte di proseguimento? Da che età si può dare il latte vaccino ai bambini? Grazie.

Gentilissima, la dermatite atopica (se di questo si tratta) può esser correlata all’allergia alle proteine del latte vaccino: questa però inizia molto prima dei 15 mesi e tende anzi a migliorare dopo il primo anno di vita. Non credo vi sia differenza tra latte di formula e latte della centrale in quanto entrambi contengono le proteine del latte vaccino. Rispetto a quando quando iniziare col latte vaccino o col latte di proseguimento, invece, è imperativo non farlo mai prima dei 12 mesi. Tra le due opzioni è da preferire il latte di proseguimento per il suo più basso contenuto di proteine. Attenzione anche alla quantità di latte: una tazza la mattino è più che sufficiente. I grandi bevitori di latte della centrale (oltre 600 ml al giorno) nella seconda infanzia sono a grande rischio di sovrappeso e obesità a causa dell’elevata assunzione di proteine e calorie.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie