Il neonato non tollera il latte formulato: che fare? - GravidanzaOnLine

“Mio figlio non tollera nessun tipo di latte formulato: che fare?”

Lidia

chiede:

Gentile dottoressa, ho un bambino di due mesi e mezzo che da quando è nato ha manifestato problemi di coliche, diarrea (alternata a stipsi) e in seguito reflusso. Premetto che allatto artificialmente e in questo periodo ho provato vari tipi di latte: Humana, Humana Ha, Hipp, Crescendo, etc. ma senza notare alcun cambiamento. La pediatra ha suggerito per ultimo il Novalac Allernova, ma il bambino lo ha rifiutato a causa dell’odore e del sapore sgradevole. Lo stesso vale per il Ranidil, sempre consigliato dalla pediatra. Attualmente gli diamo 2 ml di alginato dopo i pasti e il Milicon 4 volte al giorno, ma la situazione non migliora. Inutile dire che siamo molto stanchi e demoralizzati, anche perché la notte è impossibile dormire: il bambino piange, si divincola ed è agitato anche durante la pappa. Mi chiedevo se ci fosse in commercio un latte privo di lattosio più appetibile, con cui fare una prova ulteriore, oppure una strada diversa da tentare. Grazie e cortesi saluti.

Buongiorno, da quello che lei mi descrive probabilmente il bambino soffre di intolleranza alle proteine del latte vaccino, situazione che si manifesta con sintomi di: dolori addominali, flatulenza, alterazioni dell’alvo, a volte stitico e a volte diarrea, oltre che difficoltà digestive con rigurgiti o addirittura vomiti. I genitori spesso passano da un latte ad un altro, cambiando marche e qualità di latte, senza peraltro notare miglioramenti. Cambiando la marca il risultato non cambia, anche perché il latte è sempre lo stesso, cioè di derivazione animale (mucca) che il bimbo non tollera e lo fa star male. Esistono in commercio delle formule che si definiscono “idrolisati” che sono sempre latti che hanno origine dalla mucca, le proteine contenute sono state industrialmente rese più piccole e quindi meno allergizzanti, ma spesso questi trattamenti ne modificano la palatabilità e il bimbo li rifiuta e quindi la situazione diventa sempre più complicata. Nella mia esperienza personale trovo una valida alternativa in latti vegetali, sempre per lattanti. Esistono forme di soia e di riso (meglio queste ultime) che hanno un buon sapore, sono molto poco allergizzanti (soprattutto il riso) e digeribili ed hanno lo stesso apporto calorico degli altri latti formulati. Chieda consiglio al suo pediatra e, soprattutto, cerchi  anche di usare pochi farmaci in un bimbo così piccolo.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie