Quando la nanna del bambino cambia: perché? - GravidanzaOnLine

Roberta

chiede:

Buongiorno, sono la mamma di Andrea, che tra pochi giorni farà 6 mesi.
Lo sto ancora allattando e verso le 20.30 va a nanna come accade da un paio di mesi. Fino a 20 giorni fa si risvegliava verso mezzanotte e mezza circa per un’altra poppa e si risvegliava poi alle 6 del mattino.

Da 20 giorni però sto notando che alcune cose sono cambiate. C’e da dire che ha fatto 2 vaccini e io da 10 giorni ho ripreso a lavorare.
Adesso quando lo metto a nanna alle 20.30 dopo un’ora si sveglia e piange. Le ho provate tutte, come per esempio lasciarlo piangere e vedere se si ri addormenta (come indica il libro “fate la nanna”) e la cosa peggiora la situazione (non si ri addormenta più e diventa nervoso). L’unica cosa che lo tranquillizza è riattaccarlo al seno per 5 minuti e si riaddormenta per poi svegliarmi a mezzanotte per l’altra poppata e alle 4 del mattino. Qua però non ha fame… ma anche in questo caso l’unica soluzione è attaccalo al seno per 5 minuti per farlo riaddormentare.

Lui dorme nel nel suo lettino da 3 mesi e durante il giorno ha imparato ad addormentarsi da solo.

Non capisco se sto sbagliando qualcosa o ha fame o possono essere i denti, perché vedo che mastica e sbava tantissimo. Durante il giorno dorme un’oretta a metà mattina e nel pomeriggio verso le 15.

Ha gia iniziato la pappa a pranzo e tra poco inizierò anche la sera… Ma io desidero allattarlo ancora al mattino e di notte visto che latte ne ho. Avete qualche consiglio da darmi? Sono un po demoralizzata e piena di ansie perché avevamo raggiunto il fatto di dormire 5-6 ore di fila e non vorrei che questi risvegli siano il segnale che magari non riposa bene o di qualche problema che non capisco.
La ringrazio se vorrà rispondermi.
Saluti.
Roberta

Buongiorno, ci possono essere diversi motivi per questi risvegli notturni e mi pare che tutte le motivazioni da lei elencate possono essere chiamate in causa.

Probabilmente potrebbe essere una maggiore necessità di alimentarsi, ma avendo introdotto già la prima pappa e comunque con l’inserimento della seconda pappa risolverebbe anche questo dubbio.

Sicuramente è importante valutare la crescita del bimbo con i controlli del peso che effettua regolarmente dal suo pediatra di famiglia.

Può essere l’assenza della mamma (mi scrive che ha ripreso il lavoro da poco) e magari il bimbo ha solo più bisogno di coccole.

In ogni caso le consiglio di affrontare questo periodo con serenità, attaccando il bimbo se pensa di tranquillizzarlo ma anche di farsi aiutare dal papà nei risvegli, alternandosi per riaddormentarlo. Spesso il bimbo nelle braccia della mamma vuole sempre attaccarsi al seno (anche se non ha fame) invece con il papà riuscirebbe a riaddormentarsi più velocemente.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 1.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie