Come personalizzare abiti e regali per bambini e neonati

Che sia per necessità o per rendere unici i vestiti e gli oggetti dei nostri bimbi, utilizzare etichette termoadesive personalizzabili può essere un’ottima soluzione che ci fa risparmiare tempo e fatica.

Trovare un modo efficace e resistente per etichettare gli oggetti dei nostri bambini è un’impresa spesso più difficile di quanto ci si potrebbe aspettare. Ormai tutti gli istituti scolastici impongono come obbligo una qualche forma di personalizzazione, in modo da evitare il più possibile la perdita di astucci, matite, grembiuli e zainetti e anche lo scambio involontario con altrui proprietà, che oltre a essere una seccatura, può generare problemi di privacy.

I genitori lo sanno bene: perdere felpe, sacchette o zainetti è un’eventualità davvero molto probabile in situazioni di affollamento bimbi e non è mai piacevole sapere che gli effetti dei nostri figli siano chissà dove, in mano a chissà chi.

Inoltre, etichettare i capi dei nostri figli potrebbe essere una buona idea anche per altre ragioni, come rendere riconoscibili al bimbo stesso le sue cose, anche se non sa ancora leggere, o dare quel tocco in più a regali o lavori di ricamo e cucito, che possono essere impreziositi da un’etichetta, in grado di dare eventualmente anche un’aria più professionale.

Per quanto riguarda i tessuti, la scelta migliore che potreste fare è scegliere delle etichette apposite, come le etichette termoadesive personalizzate Stellasticker.

Ma come funzionano? Vediamolo nel prossimo paragrafo.

Etichette termoadesive personalizzate: come funzionano

etichette termoadesive
Fonte: Stellasticker

Le etichette termoadesive si applicano sui tessuti con un processo molto semplice: basta scaldarle con un ferro da stiro e il gioco è fatto.

Applicate l’etichetta nel punto del capo che preferite (per i grembiuli può essere il classico lato interno del colletto, per zaini o sacchette il fianco o comunque punti ben visibili, avete la più totale libertà di scelta); copritela con della carta da forno o l’apposita carta che viene fornita insieme all’etichetta (Stellasticker per esempio la fornisce) e scaldate con il ferro da stiro, avendo l’accortezza di non usare il vapore.

Il calore farà sciogliere la colla posta nel lato inferiore dell’etichetta e la presa sarà talmente salda da resistere fino a 200 lavaggi.

E se c’è la necessità di rimuoverla? Niente paura: utilizzando lo stesso procedimento (ovvero scaldare con il ferro da stiro) l’etichetta si può rimuovere con altrettanta facilità.

Le etichette termoadesive di Stellasticker (un brand specializzato nelle etichette per bambini, perché fondato da una madre che si è trovata alle prese con la difficoltà di trovarne di resistenti, affidabili e belle) misurano 5×1,5 centimetri, sono sicure per lavatrice e asciugatrice e sono molto personalizzabili.

I colori disponibili per la scritta sono infatti ben 5 (blu, rosso, nero, verde e rosa) e inoltre c’è la possibilità di aggiungere un’icona scelta tra una vastissima gamma di opzioni: dai semplici cuori e smile a disegni più articolati e unici, come navi pirata, animaletti di ogni tipo molto simpatici, alieni, robot, sirene, dolcetti, trattori, arcobaleni e persino l’emoji della pupù (perfetta per una sacchetta porta-pannolini).

Etichette termoadesive Stellasticker: come usarle per personalizzare

L’utilizzo più scontato di etichette del genere ovviamente è per applicare nome e cognome dei nostri figli ai loro abiti. Felpe e giacche in primis, dato che con l’arrivo della mezza stagione sono capi a forte rischio di abbandono.

Avere un’etichetta con le generalità del bimbo permetterà a maestri, catechisti, allenatori o chi per loro, di capire all’istante di chi siano gli abiti, e se volete una sicurezza in più, si può aggiungere anche un numero di telefono, qualora il capo viaggiasse al di là dei confini dell’asilo, scuola, oratorio o campo sportivo.
Stellasticker consente di inserire ben due righe di testo, quindi c’è tutto lo spazio.

Se al contrario vi sta particolarmente a cuore la questione privacy, potete sintetizzare il tutto solo con le iniziali e aggiungere un’icona che renda il capo subito riconoscibile anche al bimbo che non sa leggere. In fondo, come già detto, la gamma di icone che si possono scegliere è davvero molto ampia.

Potete però utilizzare le etichette anche in maniera più creativa. Chi ha detto che debbano per forza contenere solo nome e cognome? Quanto sarebbe carino aggiungere su alcuni abiti dei nostri figli “ricordati che la mamma/papà ti vuole bene” per esempio?.

Un gesto troppo sdolcinato? Ma in fondo chi non lo è nei confronti dei propri figli? E se magari il bimbo sta affrontando le sue prime esperienze alle elementari, la prima gita o la prima notte lontano da casa, poter fare affidamento su frasi così accorate, magari applicate al suo peluche preferito, può davvero essergli utile.

Infine, se siete tra coloro che si dilettano di ricamo o lavori di cucito e vi piace regalare bavaglini, grembiuli, corredi nascita a tutte le vostre amiche e amici, potreste pensare di rendere il tutto più professionale (o simpatico, dipende dalla scritta che inserite) acquistando alcune delle etichette termoadesive personalizzate Stellasticker da aggiungere alle vostre creazioni.

Gli stock di acquisto Stellasticker partono da 50 etichette quindi a poco prezzo potreste avere abbastanza etichette per molti dei vostri lavori.

I modi con cui potete utilizzare etichette del genere sono quindi molto vari e dipendono dalla vostra fantasia e originalità, ricordatevi però di prestare attenzione all’uso di etichette che siano di qualità.

Articolo originale pubblicato il 13 febbraio 2023

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-6 anni)