Varicella nel Neonato e Complicazioni - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Salve Dottore,
mio figlio di quasi 4 mesi è stato a contatto per mezza giornata circa con una cugina più grande che il giorno dopo aveva le pustole varicellari!
Come potrà immaginare, questo evento ci preoccupa tantissimo perché temiamo che il piccolo possa essere stato contagiato. Vorrei ricevere, pertanto, informazioni circa: la morbilità della malattia; la probabilità che gli anticorpi che mio figlio ha da me ricevuti (io ho avuto la varicella) con l’allattamento al seno (che ho cessato da un paio di settimane) possano conferirgli una immunità sufficiente a non subire il contagio o, almeno, ad attutirne i sintomi; gli eventuali interventi terapeutici per un bambino così piccolo e se ci sono rischi di complicazioni legate all’età.
In particolare, circa la terapia, vorrei sapere se è il caso di usare antivirale e se è vero che la sua efficacia dipende soprattutto dall’impiego già alla comparsa della prima macchia.
Grazie

Cara mamma,
anche se la letteratura medica non supporta l’utilizzo di antivirali (Aciclovir) della varicella nel bambino in quanto non porta benefici reali, a fronte di costi certi senza una riduzione del rischio di complicanze.
La profilassi farmacologica con Aciclovir nel bambino sano può favorire una mancata sieroconversione e rendere il bambino stesso suscettibile di ammalarsi in epoca più adulta. Tenendo conto dell’età del bambino (4 mesi), anche se Lei allatta, una profilassi può essere presa in considerazione. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra