Osteopatia e gravidanza

Osteopatia e gravidanza

L’osteopatia è una pratica manuale ormai molto diffusa per risolvere problematiche muscolo-scheletriche e non solo. Può essere sicuramente un ottimo aiuto per il nostro corpo ad affrontare tutti i cambiamenti che avvengono durante i 9 mesi di gravidanza e, paradossalmente, ancor prima del concepimento e dopo il parto.

Innanzitutto si possono preparare le strutture pelviche in modo da accogliere l’embrione in maniera ottimale, già dalla fecondazione. Come è risaputo, moltissime gravide soffrono di dolori lombari, pelvici e alle gambe, per non parlare della nausea dei primi mesi e dei dolori cervico-dorsali durante l’allattamento. Tutti questi sono sintomi normalissimi dovuti al cambiamento strutturale e ormonale che prepara il corpo della donna ad accogliere il feto.

Spesso però questi problemi di compensazione posturale sono destinati ad aggravarsi se non trattati in tempo, risultando fastidiosi per la donna sia durante la gravidanza sia dopo con la possibilità che si cronicizzino.

L’osteopata, attraverso manipolazioni mirate, ristabilisce l’elasticità dei tessuti e la mobilità delle articolazioni lavorando anche sulla sfera viscerale e craniosacrale. Ci si può quindi rivolgere all’osteopata sia all’insorgenza di questi problemi, sia invece per prevenirli.

Avrebbe ancor più senso trattare una puerpera anche in base al tipo di esperienza di parto che ha vissuto, e, perché no, portare con sé anche il piccolo nato, che può essere sottoposto ad una valutazione e ad un trattamento osteopatico per cominciare la sua nuova vita più in equilibrio.

La modalità e le tempistiche dei trattamenti sono chiaramente soggetti al modo di lavorare di ciascun specialista. Deve essere chiaro e fondamentale affidarsi solo a veri specialisti!

Dott.ssa Moriglia Valentina,
Fisioterapista e osteopata

[email protected]
www.fisioterapiaatlante.it