Il mio bimbo di tre mesi ha contratto l’Adenovirus - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve,
vorrei un’informazione sulla situazione di mio figlio (3 mesi) che ha contratto (diagnosticato) l’Adenovirus.
La situazione è questa, tuo incomincia verso l’8 dicembre con l’apice (tosse, si affoga, diventa cianotico. e la paura è tanta) tra il 17 dicembre e il 5 gennaio; adesso (l’abbiamo portato a casa, prima è stato ricoverato in Ospedale) sembra che la tosse non ci sia più, permangono però attacchi respiratori diventando appunto cianotico… e la paura è molta!!
Premettendo che in ospedale sono state fatte tutte (penso) le possibili analisi e non è rilevato nulla di strano, per quanto tempo bisognerà stare svegli tutto il giorno?
O meglio, per quanto tempo ancora il neonato dovrà subire questi attacchi?
P.S. è pericoloso?… e cmq è possibile fare qualcosa… c’è molta paura, se non si affronta velocemente la situazione con movimenti drastici (testa in giù).
Anticipatamente Ringrazio per la disponibilità.

Dott. Ciro Gallone

Dott. Ciro Gallone

risponde:

Gentile signora,
sicuramente quando è uscita dall’ospedale le avranno dato delle indicazioni su come controllare il bambino a distanza, solo dal suo pediatra oppure svolgendo qualche indagine di laboratorio radiologico per il controllo della broncopneumopatia da adenovirus. Se la sintomatologia cianotica si verifica frequentemente, è probabile che ci sia una causa da mucosità (infiammazione del muco orofaringeo) pertanto ha bisogno di mucolitici frequentemente somministrati. Distinti saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra