"Mio figlio non vuole che il padre si prenda cura di lui..."

Anonimo

chiede:

Salve dottoressa, le scrivo per chiederle un consiglio. Mio figlio ha tre anni e quando torna a casa dalla scuola materna sta con il papà, perché io sono ancora al lavoro. Però fino a quando torno io non si vuole cambiare anche se è sudato, né pulire il naso o lavare le manine. Vuole fare tutto con me e non c’è verso di fargli cambiare idea, perché comincia a piangere, scalciare e urlare. Come posso cambiare questo comportamento in lui? Deve imparare che può essere anche il papà a prendersi cura di lui. La ringrazio per la risposta.

Buongiorno signora, prima di tutto grazie per avermi scritto. Si può iniziare a dire al bambino di fare un gioco con il papà. A tre anni i bambini giocano molto per imitazione, il famoso “far finta di”. “Facciamo finta che siamo in una foresta e noi siamo gli esploratori?” Si inizia a giocare ipotizzando di vivere avventure incredibili e poi entrambi si rendono conto di avere addosso dei vestiti sporchi per l’avventura vissuta che bisogna cambiare. All’inizio è bene modificare ambientazione spesso, altrimenti sappiamo quanto siano intelligenti i bambini e potrebbero percepire il gioco come qualcosa di noioso e non più come un’attività piacevole da fare insieme al papà.

Oppure si potrebbero preparare insieme al bambino dei disegni su cosa bisogna fare una volta che si torna da scuola o si è sudati e sporchi. È importante che lo facciano insieme il papà e il bambino sia come momento di condivisione, ma anche perchè suo figlio comprenda quanto sia importante la figura dell’altro genitore. Spero di essere stata d’aiuto. Un caro saluto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie