"Il mio bimbo potrebbe essere allergico al latte?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottoressa, sono la mamma di un bimbo di un mese e mezzo. Quasi da subito ha manifestato fortissime crisi di pianto inconsolabile, spesso accompagnate da addome molto teso. Aggiungo che durante le crisi il bimbo rifiuta il seno (è allattato esclusivamente al seno e a richiesta).

Per la pediatra vista l’ottima crescita si tratta di coliche e ha prescritto Micolin e Calmocolin, che però non sembrano aver risolto il problema: anzi le coliche sembrano aumentare di intensità e frequenza.

Aggiungo che il bimbo ha da qualche giorno il corpo cosparso di puntini rossi che per la pediatra sono dovuti al sudore. Cercando però online ho letto dell’allergia alle proteine del latte e mi sono insospettita, visto che da piccola soffrivo di forte allergia al latte e a molti altri alimenti e vengo da una famiglia con molti casi di forte allergia: pensavo di provare ad escludere latte e latticini dalla mia dieta, ma la pediatra sostiene che la mia alimentazione non può c’entrare in nessun modo. Mi scuso per la lunghezza della mia domanda ma sono confusa e preoccupata. Grazie.

Cara mamma, comprendo che può sentirsi confusa e preoccupata ma dai pochi elementi che mi ha raccontato mi trovo in linea con il pensiero della collega pediatra. Potrebbe trattarsi, dai sintomi descritti, di coliche gassose che, per quanto fastidiose, non costituiscono una patologia e tendono a regredire spontaneamente verso i quattro-cinque mesi di vita. Soprattutto se la crescita è ottima non penserei ad un’allergia alle proteine del latte vaccino e non ci sarebbe alcun motivo razionale per escludere latte e latticini dalla dieta materna. Un caro saluto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie