Mughetto nel neonato, cause e rimedi - Roba da Donne

Mughetto nel neonato, come si contrae e come si cura

Il mughetto nel neonato è un'infezione fastidiosa e dolorosa che colpisce la bocca dei bambini. Conosciamolo meglio e vediamo da cosa è causato, come si manifesta e quali sono i rimedi medici e naturali.

Il mughetto nel neonato è un’infezione che si manifesta nella zona orale. Si riconosce per la comparsa di chiazze di colore biancastro all’interno e all’esterno della bocca molto difficili da rimuovere, e la mucosa sottostante risulta infiammata. Il mughetto non è un’infezione grave per il bambino, se viene diagnosticato e curato correttamente.

La causa del mughetto nel neonato

Il mughetto del neonato è causato dal fungo della Candida Albicans, un parassita dimorfico che si trova naturalmente nella flora batterica dell’intestino, ma che può diventare nocivo se prolifera nel modo sbagliato.

Si parla di candida se l’infezione attacca la mucosa dei genitali o la pelle (nei bambini di candida da pannolino), e mughetto se colpisce la zona orale.

Il fungo può proliferare in situazioni particolari dell’organismo, che alterano la flora intestinale, in particolare se vengono abbassate le difese immunitarie. Per questo è facile che l’infezione venga presa dai neonati che non hanno ancora sviluppato del tutto il sistema immunitario.

Il mughetto del neonato si contrae solitamente dal passaggio dal canale del parto, e colpisce soprattutto nei primi mesi di vita. Il bimbo, infatti, nascendo, passa attraverso il bacino materno, e se la donna soffre di una leggera candidosi in gravidanza, gliela può trasmettere.

Il mughetto può essere trasmesso anche durante l’allattamento sia attraverso le poppate, poiché il fungo della Candida Albicans può proliferare sul capezzolo, sia utilizzando il biberon e il succhietto, che possono essere veicolo dell’infezione.

Infine può capitare che venga trasmesso da bambino a bambino, specialmente in luoghi come gli asili nidi o gli ospedali dove tanti bebè vengono a contatto con gli oggetti degli altri.

I sintomi del mughetto nel neonato

Il mughetto del neonato si manifesta inizialmente con un arrossamento della mucosa orale che può causare anche bruciore e dolore. Si formano successivamente puntini o chiazze di colore bianco di forma irregolare sulle mucose della bocca, che caratterizzano questa infezione. Il mughetto può interessare la lingua, il palato, l’interno delle guance, le labbra.

Possono essere scambiate per residui di latte, ma sono più difficili da rimuovere, e lasciano la pelle sottostante irritata e arrossata, sanguinante nei casi più gravi. Tuttavia si può provare a togliere le macchie con l’aiuto di una garza.

In alcuni casi compaiono altri sintomi che accompagnano il mughetto, come dolore o fastidio alla bocca e quindi a mangiare e a deglutire, sensazione di un corpo estraneo in bocca, difficoltà ad attaccarsi al seno, minore percezione delle diverse parti del cavo orale e piccole perdite di sangue dalla mucosa irritata.

Mughetto nel neonato: la cura

Per prevenire il manifestarsi dell’infezione, è consigliato dal ginecologo effettuare un controllo per escludere la candidosi della mamma. Inoltre, è bene lavarsi sempre mani e capezzoli, anche con farmaci topici per evitare la diffusione del fungo, e sterilizzare biberon, tettarelle, ciucci e giochi che il bambino potrebbe mettere in bocca.

Nei casi più lievi il mughetto nel neonato guarisce dopo un paio di settimane, quando l’infezione passa in modo naturale.

Tuttavia, sono molti i casi più gravi in cui il medico pediatra prescrive medicinali per aiutare la cura. Si tratta principalmente di antimicotici, somministrati in via orale con sciroppi, oppure in forma di gel orale, per facilitare l’assunzione da parte dei neonati. Sempre sotto consiglio del medico, si possono usare anche creme antinfiammatorie specifiche.

Rimedi naturali contro il mughetto nel neonato

Esistono in natura diversi rimedi naturali contro il mughetto del neonato, per non dover incorrere nell’uso di medicinali.

  • Probiotici. Sono fermenti lattici, specialmente il Lactobacillus acidophilus, che regolarizzano la flora batterica e aiutano a prevenire e a curare la candida. Si trovano sotto forma di polvere, che può essere mischiata al latte o anche alla pappetta, nel caso in cui i bambini mangino già cibo solido. Il probiotico si può anche spalmare insieme ad acqua sulla bocca e sui punti colpiti dall’infezione.
  • Yogurt. Questo alimento contiene naturalmente fermenti lattici molto utili in aiuto contro il mughetto. Sono anche in questo caso fermenti acidophilus, da applicare nella bocca del neonato con un cucchiaino di yogurt e lasciarlo agire per poi buttarlo via.
  • Bicarbonato. Questa sostanza ha ottime proprietà disinfettanti, utili per combattere l’infezione della Candida Albicans. Il bicarbonato non ha un sapore gradevole, pertanto si può diluire con acqua e tamponare con un batuffolo di cotone le parti della bocca colpite, cercando di non farlo ingerire al neonato.
  • Acqua e sale. Uno dei rimedi più a portata di mano è un misto di acqua tiepida e mezzo cucchiaino di sale disciolto applicato sulle ferite da mughetto. L’effetto disinfettante è molto buono, ma il neonato potrebbe provare dolore e bruciore per via del sale.
  • Olio di cocco. Un buon rimedio è anche questo olio, che contiene acido caprilico, utile per combattere le infezioni. Anche in questo caso basta versare qualche goccia su un batuffolo di cotone e tamponare le zone colpite della bocca.

È importante assicurarsi sempre che il neonato non soffra di particolari allergie, per esempio all’olio di cocco o ai latticini.

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Categorie