Anonimo

chiede:

Buongiorno, a maggio mi recherò con il mio compagno in Giappone per due settimane. Abbiamo deciso di provare ad avere un bambino al nostro ritorno, quindi da Giugno, e io vorrei smettere di prendere la pillola a Maggio. Ho però dei dubbi a seguito del sisma e del disastro che si è verificato in Giappone lo scorso anno. Mi sono documentata, e il livello di radioattività nelle zone non adiacenti alla centrale di Fukushima sono ormai stabili e simili (a volte inferiori) a quelle di molte città europee. Il posto più “vicino” alla zona pericolosa che toccheremo è Tokyo, che si trova a 250Km.
Premesso che abbiamo deciso
di non avere rapporti durante il nostro viaggio per evitare di rimanere incinta in Giappone, mi chiedevo se ci sono delle precauzioni che posso prendere, e quanto tempo devo aspettare al mio rientro per tentare una gravidanza. L’esposizione a radiazioni (minimo 250 km di
distanza)
potrebbe comportare qualche disagio a me o al bambino? Grazie per la cortesia.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, le precauzioni già lei le ha enumerate. Quindi penso possa stare tranquillissima e cercare la gravidanza al suo rientro.
Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo