Anonimo

chiede:

Egregio dottore, sono in lista d’attesa per fare un primo tentativo di FIVET e dovrei iniziare il prossimo mese con l’assunzione degli ormoni. Dagli esami di mio compagno risulta S-Anti HBc Ag anticorpi totali positivo. Gli altri valori come HBV e HCV sono negativi. Questo risultato lo sapevamo già da precedenti esami di sangue. Infatti il medico ci spiegava che lui anni fa è venuto in contatto con la epatite B e adesso sarebbe immune. La mia domanda è se questo valore può essere un problema per il centro di PMA? La ringrazio e porgo cordiali saluti,

Gentile Signora, la positività limitata all’Anti HBC, è una condizione ancora non totalmente chiara. Sicuramente c’è stato contatto con il virus, ma questo non significa che il paziente sia immune e sia completamente guarito. Tralasciando i casi di falsa positività, tale condizione soprattutto in soggetti a rischio per scarsa immunità, può essere comunque associato ad una carica virale che potenzialmente può portare a cronicizzazione. In altre parole in un soggetto positivo soltanto a questo genere di anticorpi conviene seguire l’HBV DNA. Se negativo in genere non subentrano problemi se la persona non presenta disturbi immunitari associati. Fino a prova contraria i portatori di tale condizione devono essere considerati potenzialmente infettivi.
Secondo me il problema non si pone per la pma ma per un’eventuale possibilità di un suo contagio poco probabile, ma non impossibile.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo