Trichomonas e dubbi - GravidanzaOnLine

Trichomonas e dubbi

Anonimo

chiede:

Buongiorno,
mi chiamo Anna, ho 21 anni e le
scrivo per chiederle di chiarirmi qualche
dubbio. Mi perdoni se sarò
troppo dettagliata, ma spero così di esporle in
maniera chiara il
mio problema.
Circa due settimane fa mi sono accorta di avere delle
forti fitte
all’addome che provenivano dalla vescica, e dopo due
giorni
improvvisamente una sera ho sentito dolori atroci alla
vagina, non
riuscendo ad avere un rapporto completo…non ho mai
provato un dolore del
genere prima d’allora, mi sono spaventata
molto anche perché subito dopo
ho avuto una grossa perdita di
liquidi biancastri, proprio molto simili al
cosiddetto “effetto
ricotta”.
Sono andata subito dal ginecologo il quale mi ha detto
che ho la
trichomonas, aggiungendo che la vagina era molto
infiammata perché mi ero
trascurata probabilmente per dei mesi… il
che per me era assurdo perché
sia i dolori che le perdite si sono
manifestati nell’arco di soli tre
giorni e in particolare appena
prima il ciclo… se avevo l’infezione già
da tempo per me era
impossibile accorgermene senza nessun tipo di sintomo.
Il
ginecologo mi ha prescritto parecchi medicinali e, fin da subito, ho
preso otto pillole di antibiotico (Flagyl), le ho date anche al mio
fidanzato, e contemporaneamente ho assunto una crema vaginale per 6
giorni
(Meclon), interrompendo quest’ultima per via del ciclo e da
lì e fino alla
fine del ciclo sono stata benissimo, niente più
dolori nè bruciori esterni
nè perdite. Insomma l’antibiotico mi ha
fatto sparire le perdite e
gradualmente grazie alla crema sono
spariti anche i dolori forti alla
vagina.
Adesso invece sono
tornate delle perdite simili a quelle precedenti solo
che molto più
liquide e molto irregolari (in una giornata può capitarmi
una volta
soltanto). Vengo al dunque: è giusto che adesso finisca la cura
usando una crema esterna (Travocort) dato che prurito e bruciore sono
passati, e una schiuma (Boracid), senza più prendere nessun
medicinale per
via interna, ma soltanto una lavanda che mi è stata
prescritta, che del
resto non ho ancora preso? Se le perdite tornano
di nuovo abbondanti posso
prendere ancora le Flagyl? C’è qualche
correlazione fra alimentazione e
trichomonas?
Un’altra domanda è
questa: posso avere rapporti (protetti) con il mio
fidanzato anche
se sono passati i dolori o è meglio evitare contatti
intimi?
Una
cosa infine non mi è chiara…e cioè la probabile causa di questa
improvvisa infezione, ho letto che possono essere tante… ma del
resto
nei rapporti il mio ragazzo ha sempre usato il preservativo,
gli ho anche
chiesto se avesse avuto infezioni genitali in passato e
mi ha risposto di
no, e non ho mai preso pillole
anticoncezionali… sono anni che non
frequento piscine, docce
affollate e posti simili!
Spero che avrà il tempo di rispondermi… e
di chiarirmi un pò le idee.
La ringrazio in anticipo,

Gentile Anna, purtroppo da dove possano arrivare le infezioni di
questo tipo è una domanda da un milione di dollari!! Mi pare però che
non vi sia nulla di tragico nel riprendere eventualmente ancora il
Flagyl, che potrebbe risultare anche inutile. In ogni modo, come
principio generale, è bene sempre fidarsi del proprio curante. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo