Terza IUI fallita: cosa fare per migliorare la morfologia degli spermatozoi? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Egregio professore, io e mio marito (34 anni io, 38 lui) abbiamo eseguito
già tre inseminazioni intrauterine ma sono fallite. Io non ho problemi (peraltro da un precedente matrimonio ho avuto due figlie), mio marito ha da poco risolto un problema di prostatite o almeno così sembra dall’ultimo massaggio prostatico fatto dopo una lunga cura antibiotica. L’ultimo dei tantissimi spermiogrammi fatti a distanza di un mese uno dall’altro da quest’esito: nr. 82.000.000 mobilità totale 42% progressiva retilinea veloce 2% progressiva rettilinea lenta 37% debole o in situ 8%. Ma ciò che ci preoccupa maggiormente è la morfologia 10% normale e 90% abnorme. Dopo la capacitazione eseguita per l’inseminazione i valori sono questi: 0,42 ml di seme capacitato; nr spermatozoi 32.000.000; ma la morfologia ha le medesime percentuali mentre aumenta la mobilità progressiva. Quale può essere la causa di una percentuale così alta di spermatozoi abnormi? Che cure esistono, se esistono, per migliorare la morfologia? Abbiamo trovato giovamento dall’uso della bioarginina ma solo per la mobilità che è leggermente aumentata.
Grazie

Gentile Rita, a volte purtroppo la morfologia degli spermatozoi, congenitamente è alterata
ed anche con le cure non migliora più di tanto. Oggi esistono dei farmaci, le
carnitine, che sono molto utilizzati per migliorare gli aspetti qualitativi
dello sperma.
Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo