Anonimo

chiede:

Salve, ho 38 anni ed un bambino di 4 anni e sto cercando di avere un
altro bambino. Ho letto varie domande (con relative risposte)
riguardanti il periodo di ovulazione e i giorni ideali per avere
rapporti ma sinceramente ho molta confusione in testa. Ho acquistato
una confezione in farmacia che indica il picco di LH e quindi in
teoria entro 24-36 ore ci sarebbe l’ovulazione. Quindi noi ci
comportiamo in questo modo: avendo un ciclo puntuale di 28 giorni
abbiamo rapporti poco più frequenti (1 giorno si e 2 no) nella
settimana che va circa dal 10° giorno al 15° e poi in ogni caso
abbiamo un rapporto nel giorno indicato dal test di ovulazione (ossia
nel giorno successivo al raggiungimento del picco di LH). A me
sembrava il modo più corretto ma ad un’amica che invece sta facendo
il monitoraggio ecografico, il ginecologo ha consigliato di avere 3
rapporti al giorno per 3 giorni (ovviamente nei giorni da lui
indicati)!!! Ora a parte la maratona sfiancante non è vero che se si
hanno più rapporti in un giorno gli spermatozoi non hanno il tempo di
formarsi e sono più deboli o addirittura inesistenti? Vi prego,
chiaritemi le idee… So che la cosa migliore è non calcolare ma un
aiutino in più non guasta. Grazie tante.

Redazione

Redazione

risponde:

Non ho molta simpatia per i test dell’ovulazione, anche se posso capire
l’esigenza di qualcuno. Io preferisco, in assenza di infertilità,
rapporti spontanei a piacere. Se proprio si pensa di avere rapporti unicamente per procreare vanno bene un giorno sì e uno no, perché è vero
che rapporti più frequenti abbassano la fertilità maschile in qualsiasi
persona. Per i consigli della sua amica, credo che ci sia stato un
malinteso con il suo ginecologo o che non sia sincera. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo