Anonimo

chiede:

Salve, vorrei porre alla sua attenzione il caso di mio figlio nato il 31/10/2019. Alla nascita ha avuto un piccolo problema respiratorio, superato dopo poche ore con l’ausilio di ossigeno libero all’interno dall’incubatrice. Successivamente è stata verificata una situazione di ipotonia sia assiale che negli arti. Sono state subito eseguite indagini genetiche e sono state escluse la sindrome di Prader Willi, patologie metaboliche e SMA. Ad oggi il bimbo è molto migliorato soprattutto negli arti e ha sviluppato qualche riflesso; non ha problemi di respirazione né di deglutizione e ha acquisito una buona suzione. Ora si sta seguendo la pista delle miopatie, visto che permane un’ipotonia per lo più assiale. Vorrei sapere, considerato il netto miglioramento del bimbo in poco più di 1 mese, potrebbe essere affetto da miopatie importanti? Se così fosse sarebbe ugualmente migliorato? Inoltre ha anche eseguito risonanza magnetica, anch’essa negativa. La ringrazio

Buongiorno signora, non avendo la possibilità di conoscere a fondo la situazione di suo figlio, il mio parere può essere soltanto generico. Ma da quello che descrive capisco che il suo bambino sta recuperando in modo veloce i suoi problemi neonatali e sembra non avere deficit importanti, quali problemi respiratori o di deglutizione/suzione; anche la risonanza è negativa. Pertanto io sarei abbastanza serena circa la ripresa totale dello sviluppo neuromotorio di suo figlio; nel frattempo cercate di stimolare la sua parte funzionale neuromotoria con manipolazioni correttamente indicate da un esperto fisiatra neonatale o osteopata neonatale. I bambini, quanto più precocemente vengono stimolati, tanto più avranno uno sviluppo veloce e corretto dal punto di vista funzionale.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie