Anonimo

chiede:

Salve, Sono alla 30esima settimana di gravidanza e ho due contratti di lavoro part-time, uno con scadenza il 15 marzo 2020 e l’altro con scadenza il 31 giugno 2020. La data presunta parto è il 25 maggio 2020. Il 5 marzo ho fatto domanda di maternità a rischio la quale è stata inviata il 12 marzo alla sede INPS di domicilio tramite il CAF. Il 13 marzo la ginecologa ha inviato il certificato per la maternità obbligatoria alla sede INPS di residenza. Possono rigettare la domanda a causa di invio a 2 sedi INPS differenti? Sono molto preoccupata perché è la mia unica entrata economica.

Avv. Lorenzo Cirri

Avv. Lorenzo Cirri

risponde:

Buongiorno signora, non ritengo che debba preoccuparsi: l’INPS al limite rigetterà una delle due domande, ma quella che rispetta la procedura dovrà accoglierla. Le ricordo tuttavia che, salvo il diritto all’indennità di maternità e, successivamente, alla NASpI, la scadenza del termine dei due contratti non impedirà la cessazione dei rapporti di lavoro, a prescindere dal congedo di maternità. Cordialmente.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie