Anonimo

chiede:

Salve dottoressa, le scrivo perché la mia bambina di 20 mesi ha, da ormai 10 giorni, un brutto raffreddore. La notte fa molta fatica a respirare e farle i lavaggi nasali è una vera tortura, perché urla e si dimena. C’è qualche rimedio per il raffreddore nei bambini? Cosa possiamo fare? Dei fumenti? La ringrazio.

Buongiorno signora, i bambini sono i soggetti maggiormente colpiti in quanto le loro difese immunitarie non sono ancora particolarmente sviluppate e, solitamente, la stagione più a rischio è quella invernale per il freddo, gli sbalzi di temperatura e per una maggiore circolazione dei germi.

Il bambino generalmente supera da solo il raffreddore e non esistono farmaci specifici per questo: si ricordi, anzi, che gli antibiotici agiscono solo sui batteri. Si può, eventualmente, ricorrere a un antistaminico per ridurre le secrezioni, a un espettorante per facilitare l’espulsione del muco e a un sedativo per la tosse; in presenza di febbre alta si può somministrare un antipiretico.

Per pulire le narici nasali e liberarle dal muco si consiglia di effettuare più volte al giorno lavaggi nasali, anche con semplice acqua fisiologica, molto efficace per liberare il nasino dal catarro, producendo un immediato sollievo. È importante insegnare al bambino a “soffiare” il naso e, in caso di muco molto denso, si può ricorrere a un’aspirazione nasale (esistono diverse versioni di “pompette” in commercio) dopo aver ammorbidito il muco con una soluzione nasale.

Per rendere più fluide le secrezioni è meglio far bere al bambino molta acqua e utilizzare un umidificatore in ambienti secchi.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pediatra

Categorie