Quarto taglio cesareo - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottor Annona, ho 37 anni, dopo 11 anni sono di nuovo in gravidanza del mio quarto bambino (29ma settimana). Tutte le gravidanze precedenti sono state regolari ed ottime concluse con un Taglio Cesareo. Prima di quest’ultima gravidanza mi è stato diagnosticato un fibroma in paramediana sinistra intramurale di circa 73 x 65mm ed una anemia importante con un valore di emoglobina 9,30. Quali rischi corro
effettuando il quarto taglio cesareo e mi conviene togliere il fibroma visto che non è aumentato e non ha infastidito finora in questa gravidanza? Posso
sottopormi ad anestesia epidurale anziché totale come nei precedenti cesarei? Ringraziando per la risposta distinti saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Angela,
innanzitutto complimenti per il suo coraggio. Affrontare una quarta
gravidanza non è da tutte al giorno d’oggi, a prescindere dalla sua storia
ostetrica. Il fibroma che mi descrive è piuttosto grosso e in più si tratta
del suo quarto cesareo. Mi chiede quali rischi corre! Mi costringe ad essere
sincero: da nulla all’isterectomia. Decidere se asportare solo il mioma, non
far nulla o asportare l’intero utero è una decisione che spetterà al
ginecologo che affronterà l’intervento e che sicuramente prenderà tutte le
precauzioni. Il tipo di anestesia è indifferente: può fare la
subaracnoidea, l’epidurale o la totale. Ma si lasci consigliare
dall’anestesista. Io preferisco la spinale, cioè la subaracnoidea, ma mi
rimetto anch’io alla decisione dell’anestesista, che tra i tre (lui, la
paziente e io), è quello più competente. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo