"Quando devo comunicare la mia gravidanza per non perdere il lavoro?" - GravidanzaOnLine

“Quando devo comunicare la mia gravidanza per non perdere il lavoro?”

Ki

chiede:

Buongiorno, sono stata chiamata a seguito del superamento del concorso pubblico per un posto da infermiere in un ospedale della mia zona. Attualmente sono in maternità anticipata per lavoro insalubre, in quanto infermiera in casa di riposo. Come mi devo comportare con la nuova assunzione? Quando devo comunicare al nuovo datore di lavoro che sono incinta e che quindi non potrò prendere servizio senza che venga preclusa la mia assunzione? Grazie.

Avv. Lorenzo Cirri

Avv. Lorenzo Cirri

risponde:

La gravidanza non può costituire una discriminante nell’assunzione, sia che si tratti di aziende private che di pubblico impiego. Lo stato di gravidanza, pertanto, non può mettere a rischio il superamento del concorso e non può precluderLe di essere parte del rapporto di pubblico impiego. La sua assunzione, inoltre, non potrà essere posticipata per via del Suo stato. Le consiglio ad ogni modo di comunicare quanto prima al nuovo datore lo stato di maternità; sebbene non sussista un obbligo di comunicare il proprio stato di gravidanza in sede di colloquio o di assunzione, tale informazione va fornita entro il settimo mese di gravidanza.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie

  • Servizi e diritti