Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, la contatto per sapere un suo parere. Ora le racconto la mia situazione…. Io e mio marito da 1 anno proviamo ad avere un figlio ma niente, cosi qualche mese fa andai a fare una visita ginecologia e tra ecografie interne e vari tamponi vaginali tutti negativi mi disse che era la candida e mi diede per 10 gg degli ovuli. Da lì ci spostammo a lui e facendo uno spermiogramma ci accorgemmo che gli spermatozoi erano al limite e cioè 17M/ml, motilità 0%, forme normali solo 10% e leucociti assenti cosi contattammo un andrologo. Gli fece fare esame urine, urinocoltura e spermiocoltura tutti negativi e durante la visita gli constatò una prostatite dolente alla palpazione e una ipotrofia al testicolo destro dovuta ad un ernioplastica inguinale da bambino e al testicolo non proprio nello scroto (da come ricorda)e cosi per la prostata gli diede TAVANIC per 20 gg; DICOFLOR per 30 gg e PROXANA PLUS per 60 gg e in più attività fisica quotidiana oltre ad una corretta alimentazione. Ieri siamo andati di nuovo dall’andrologo per un ecografia ed ecocolordoppler scrotale il risultato è questo: TESTICOLO SINISTRO: in sede scrotale, morfologia e dimensioni normali (34x15mm), microcalcificazioni, epididimo nella norma assenza di idrocele. TESTICOLO DESTRO: in sede scrotale ad ecostruttura disomogenea per microcalcificazioni e iperecogenicità del polo superiore, dimensioni ridotte (30x15mm). epididimo nella norma e assenza di idrocele. Nel color doppler: arterie funicolari normosfigmiche bilateralmente. assente a destra reflusso venoso a riposo e dopo manovra di Valsalva; a sinistra reflusso dopo manovra di Valsalva di breve durata. DIAGNOSI: ipotrofia testicolare destra, microcalcificazioni testicolari bilaterali, varicocele di primo grado ( non da operare)… dopo tutto questo gli ha prescritti degli esami del sangue (alfa-FP, beta-HCG, LDH) e di nuovo lo spermiogramma, questi dopo aver finito di prendere! Il Proxa na plus e cioè tra 24 gg. per poi ritornare da lui. Non ci ha dato molta speranza sul testicolo destro… siamo preoccupati per la situazione a febbraio andrò a fare un’altra visita da un altro ginecologo per curare meglio la candida perché secondo me 10 gg è poco e poi credo che anche lui dovrà fare la stessa mia cura per questa candida. Ora le chiedo: secondo lei la situazione è disastrosa? Potrebbe migliorare? Potremmo avere un figlio in modo naturale? O dovremmo ricorrere ad inseminazioni e altro? Perché il problema sta nella motilità e il numero limitato è dovuto all’uso (diciamo) di un solo testicolo (così ci è stato detto). Lui era stitico ma da quando fa questa cura e attività di almeno 1 ora, 1 ora e mezza di passeggiata al giorno, sta andando (in bagno) quasi tutti i giorni e urina meglio… da precisare che lui ha un’erezione normale e non ha accusato nessun tipo di dolore o pesantezza. La ringrazio per la pazienza e spero in una sua risposta.

Gentile Signora, da quello che Lei mi riporta, soprattutto i dati ecografici testicolari, entrambi i testicoli secondo me funzionano poco quello ipotrofico quasi per niente, ma anche l’altro per via delle microcalcificazioni è sicuramente in parte compromesso. Consiglierei l’esecuzione di almeno altri 2 spermiogrammi con test di capacitazione a distanza di 15-20 gg l’uno dall’altro e successivamente in accordo con il Suo ginecologo e l’andrologo che segue suo marito, decidere la strada più utile per ottenere una gravidanza in rapporto anche alla Sua età. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Andrologo